Tag: valutazione

Esperimento Luna Mv il Comitato Via vuole approfondire e chiede chiarimenti al Mina

Per realizzare la linea di raffreddamento del nuovo acceleratore saranno necessari 7 litri di acqua al secondo,  così per il progetto Luna Mv, da realizzare ai laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso (Infn), il comitato regionale di Valutazione d’impatto ambientale chiede una Verifica di assoggettabilità (Va) (leggi qui il doc della commissione).

Continue reading “Esperimento Luna Mv il Comitato Via vuole approfondire e chiede chiarimenti al Mina”

Ruspe nel Parco Sirente: il ministero chiede lumi alla Regione

Il ministero dell’Ambiente chiede lumi alla Regione Abruzzo sull’allarme lanciato dalle associazioni ambientaliste per le ruspe che potrebbero presto distruggere 5 habitat di alta quota,  pari a circa 20 ettari di area del parco del Sirente-Velino per la realizzazione di 9 nuove piste e 8 impianti da risalita per lo sci.  Continue reading “Ruspe nel Parco Sirente: il ministero chiede lumi alla Regione”

Berardinetti: impatto dei modi di cacciare sull’Orso e scuola di formazione con unità cinofile

Una valutazione dell’impatto che le diverse modalità di caccia possono avere sul comportamento dell’orso marsicano, il progetto coinvolgerà il dipartimento di biologia e biotecnologie Charles Darwin dell’università degli studi di Roma La Sapienza.  Continue reading “Berardinetti: impatto dei modi di cacciare sull’Orso e scuola di formazione con unità cinofile”

Caccia: salve le aree protette. Ora salviamo gli animali

L’Aquila. È vinta la battaglia sulle aree protette, è sospesa l’efficacia del calendario venatorio 2016/17 della Regione per quanto riguarda l’estensione del periodo di caccia fino, a gennaio, per alcune specie avifaunistiche (Beccaccia, Cesena, Tordo bottaccio, Tordo sassello). Così dispone l’ordinanza del Tribunale amministrativo regionale che accoglie il ricorso del Wwf Italiae e rinvia ad una seconda udienza, si terrà ad ottobre 2017, per la trattazione di merito della questione caccia in Abruzzo. 

Continue reading “Caccia: salve le aree protette. Ora salviamo gli animali”

Consumi di gas naturale ridotti a metà, ma il metanodotto sarebbe indispensabile

Pescara. I dati sui consumi di gas naturale in Abruzzo e Molise sono quelli ufficiali del ministero dello sviluppo economico. Nell’ultimo decennio la riduzione dei consumi è evidente, dunque non c’è alcuna necessità per il metanodotto Larino Chieti eppure dicono che migliori il servizio. Un servizio che con tutte queste opere in cantiere gli italiani pagheranno caro, in bolletta, nei costi fissi che schizzeranno alle stelle. Opere inutili, ribadiscono gli attivisti che oggi hanno partecipato all’inchiesta pubblica celebrata per la prima volta in Abruzzo a Pescara. In particolare il metanodotto è un progetto del tutto inutile e devastante per le produzioni agricole, per gli ambientalisti abruzzesi bisogna bloccarla.

Abruzzo: figuraccia per le procedure di valutazione su specie ed Habitat

Lo chiama problema di natura sistematicala Commissione europea, ed è quello che ha l‘Abruzzo sull’applicazione della direttiva Habitat. La regione esce letteralmente a pezzi dall’inchiesta, appena avviata, esattamente nel paragrafo che l’organo esecutivo dell’Unione dedica alla regione per le norme relative alle procedure di Valutazione di incidenza ambientale (Vinca), valutazione fantasma per il Forum abruzzese, da attivare per i progetti che incidono sui 53 Siti di importanza comunitari (Sic) e le 5 Zone di protezione speciale (Zps) nel territorio abruzzese. In tutto nella Penisola si contano 2 mila 314 Sic, 367 dei quali sono stati designati quali Zone speciali di conservazione (Zsc), e 610 Zps di cui 335 sono siti di tipo C, ovvero Sic/Zsc coincidenti con Zps (fonte). L’Europa chiede l’introduzione di oltre una ventina di azioni in assenza delle quali sarà costretta ad aprire l’ennesima procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia Continue reading “Abruzzo: figuraccia per le procedure di valutazione su specie ed Habitat”

Niente Via per Progetto Gpl al porto di Ortona. Ambientalisti sul piede di guerra

Ortona (Ch). Documenti in formato Pdf di dimensioni tali da essere illeggibili ai non addetti ai lavori, sconti di valutazione e progetti che renderanno irrespirabile l’aria del porto di Ortona, ma gli ambientalisti non ci stanno e contestano aspramente la decisione presa sul deposito di Gpl da 25 mila metri cubi sulla diga foranea Nord, dalla Commissione Ccr-via, Comitato coordinamento regionale per la Valutazione d’impatto ambientale. Le associazioni abruzzesi a tutela dell’ambiente intraprendono una nuova battaglia. Undici giorni fa il progetto si affranca dalla Via perché per il Coordinamento regionale non ci sono impatti negativi o significativi sull’ambiente.

Aggiornamento

Continue reading “Niente Via per Progetto Gpl al porto di Ortona. Ambientalisti sul piede di guerra”