Ponte ancora chiuso in attesa di perizia e il cedimento interesserebbe un motivo decorativo

Sospesi alla pigrizia amministrativa restano quasi tutti in attesa di una puntuale perizia sulla stabilità del ponte del Giovenco volta a verificare se davvero il cedimento, di oltre un mese e mezzo fa, interessi solo un motivo decorativo dell’infrastruttura o ne comprometta la stabilità. Ponte chiuso che da circa 2 mesi non unisce più la Marsica al comprensorio Peligno-Sangrino, nell’aquilano. L’ulteriore beffa è che in attesa di verifiche di staticità l’economia locale si spegne per l’interruzione degli immediati collegamenti tra Bisegna (216 abitanti) e Pescasseroli (2 mila 212 abitanti), in un’area che vive di turismo stivo ed invernale. Read more

Alla Centrale idroelettrica preferiscono un Parco fluviale. La valle del Giovenco punta al rialzo

Avezzano (Aq). Il Parco fluviale o la centrale idroelettrica? Il problema dell’impianto tra Ortona dei Marsi e Pescina travolge il Wwf Abruzzo montano e le popolazioni dell’area che non sono d’accordo sulla riattivazione della centrale. La ripresa dell’impianto è stata già autorizzata dal Comitato regionale di Valutazione d’impatto ambientale e il progetto, dicono gli ambientalisti, è controverso. Sarebbe a forte impatto ambientale e non porterebbe sbocchi lavorativi. Così le popolazioni dell’area chiedono agli amministratori locali di fare ricorso al Tribunale amministrativo regionale e di garantire un intervento di riqualificazione del fiume Giovenco anche attraverso l’istituzione di un Parco fluviale.

Read more