Tag: trozzi

Bomba d’acqua a Scanno e dintorni. Villetta Barrea: portati via i ponticelli pedonali

Oltre le gole del Sagittario, a Scanno e dintorni, da questa mattina piove a cielo aperto e molti locali, cantine e abitazione al pian terreno sono allagati. Continua a leggere “Bomba d’acqua a Scanno e dintorni. Villetta Barrea: portati via i ponticelli pedonali”

Pescostanzo sede universitaria con palazzo Colecchi

Pescocostanzo (Aq). Tornerà agli antichi splendori palazzo Colecchi, 1600 m² di superficie in centro storico, scelto come sede di un Polo distaccato dell’università dell’Aquila per master di II livello in materia urbanistica, ambientale, economico e giuridico. Continua a leggere “Pescostanzo sede universitaria con palazzo Colecchi”

Elicottero Versus Incendio. Immagini degli Eroi di tutti i giorni: da Sulmona un Sentito Grazie

Sulmona (Aq). L’elicottero ha dovuto lasciare l’area quando si è alzato il vento, dopo le ore 13, ma sino ad allora e per molte ore ha attinto acqua dalle vasche di raccolta alle pendici del Morrone per i lanci d’acqua che spengono le fiamme costrette così a salire ormai in cima alla montagna sacra a papa Celestino V. Fiamme in un canalone del monte, lì interviene il Canadair che si lancia dritto sul fronte del fuoco e scompare nell’impressionante banco di fumo. Oltre un centinaio gli ettari di bosco andati in fumo. É stato chiesto l’intervento dell’Esercito italiano.

Continua a leggere “Elicottero Versus Incendio. Immagini degli Eroi di tutti i giorni: da Sulmona un Sentito Grazie”

Cinghiali da cacciare tutto l’anno: basta demagogia

Chieti. Le ordinanze proposte dai sindaci, per autorizzare la caccia sino al 31 dicembre 2017, vanno rigettate perché rischiose per la pubblica incolumità. La popolazione poi va informata, preparata e d è necessario installare recinti elettrificati con interventi soprattutto sulle strade per rendere sicuri i passaggi della fauna selvatica. Questo chiedono dall’entroterra dove il problema fauna selvatica è davvero sentito.

Continua a leggere “Cinghiali da cacciare tutto l’anno: basta demagogia”

Bretelle Toto. D’Alfonso risponde su Facebook all’ombra del pre-giudizio

Pre-giudizio, scrive il governatore d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, ma per evitare pregiudizi occorre trasparenza, chiarezza  e invece il progetto Toto, che dovrebbe adeguare e mettere in sicurezza le autostrade A 24 e A25 esiste e va avanti da 2 anni, a nostra insaputa. É normale che si possa pensare che c’è qualcosa da nascondere. Una manciata di minuti in meno di viaggio è qualcosa che effettivamente non avremmo saputo commentare se non fosse che per ridurre l’inquinamento delle automobili e dei tir, per una ventina di chilometri di autostrada risparmiati, dovremmo sacrificare montagne, viadotti ed aree protette. Senza contare le emissioni inquinanti dei mezzi che serviranno per l’impresa. Se non fosse stato per le ricerche degli attivisti che hanno scovato le carte non l’avremmo saputo almeno sino a fatto compiuto. La visita della principessa Astrid del Belgio, a Manoppello (Pe), il primo giugno viene ripresa e sparata in rete sul social Facebook proprio quando il presidente Luciano D’Alfonso fa il suo intervento. Quale migliore occasione per lasciare un commento sulle bretelle Toto, sul progetto che vede tra gli attori protagonisti la talpa Martina per bucherellare come formaggio svizzero le montagne abruzzesi, in aree protette, con viadotti autostradali da demolire e altri da costruire in aree con faglie o a rischio idrogeologico.

Aggiornamentotutto sul progetto Toto

Continua a leggere “Bretelle Toto. D’Alfonso risponde su Facebook all’ombra del pre-giudizio”

La Rocca delle Fate. Roccacasale: verso le origini

Valle Peligna (Aq). La Rocca delle fate, Roccacasale, pochi sanno che è anche il paese de Lu striòn. Si dice che un potente mago esercitasse, in questa località della valle Peligna, le sue arti divinatorie e qualche traccia del suo passaggio sembra sia rimasta tra ruderi e simboli apotropaici. Ad agosto e sino a qualche anno fa, in questo paese abbarbicato ad una costola del monte Morrone si celebrava la Festa delle fate. Interessante la croce donata dal Parco Maiella a settembre 2014 per rimpiazzare quella in metallo che nel 1911 fu installata dal parroco del paese a protezione della comunità. Anche questa croce ne sostituiva una in legno che venne piantata tra le località Fossa e Preta nel 1750 quando, leggenda vuole, fu avvistato nell’area un terribile mostro, con la testa di leone e artigli infiammati, che sembra terrorizzasse gli abitanti della Rocca. I primi di maggio del 2008 un giovane, mentre filmava con una videocamera lo spettacolo pirotecnico verso Pratola Peligna (Aq), per la festa della Madonna della Libera, riprese qualcosa di interessante e singolare da queste parti. Una storia incredibile ha da raccontare la misteriosa località che potrebbe essere la culla degli antenati degli italici e quindi della civiltà Peligna. Il Report fotografico per la rubrica Abruzzo ultima frontiera è realizzato da Maria Trozzi, tutti i diritti sulle immagini sono riservati.

mariatrozzi77@gmail.com

Continua a leggere “La Rocca delle Fate. Roccacasale: verso le origini”

Sulle orme di Escher a Castrovalva

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il cuore in gola per la vertigine mentre c’incamminiamo per Castrovalva. Una località pazzesca, incastonata in alto tra le rocce con le vecchie case che si fondono con la roccia di un tempo, abitazioni graziose e quasi tutte restaurate. Il paese resta sospeso sulle Gole del fiume Sagittario, appena dopo Anversa degli Abruzzi e verso Scanno, nell’aquilano selvaggio. Percorrendo il tratto, lo scenario che si presenta attorno è d’impressionante meraviglia e lascia senza fiato. Proprio qui l’artista olandese Maurits Cornelis Escher realizzò una tra le più belle stampe al mondo che rende la profondità immane di questo luogo incantevole, regalandoci una Meraviglia.

mariatrozzi77@gmail.com