Tag: trasferimento

Pazienti dirottati a Popoli, Pettinari: “L’importanza dei piccoli ospedali”

Una donna è stata trasferita dal pronto soccorso dell’ospedale di Pescara a quello di Popoli (Pe) a causa del sovraffollamento del nosocomio del capoluogo adriatico. Ancora una volta i fatti dimostrano che gli ospedali delle aree interne sono di fondamentale importanza per l’erogazione dei servizi sanitari, ne è convinto anche il vice presidente del consiglio regionale Domenico Pettinari che proprio questa mattina era in visita ispettiva nel presidio sanitario al confine della val Pescara.

Continua a leggere “Pazienti dirottati a Popoli, Pettinari: “L’importanza dei piccoli ospedali””

Italica: ‘Basta scippi, le risorse vanno ripartite equamente in Abruzzo’

Sulmona (Aq) sta per dire addio anche alla Sala operativa regionale delle ferrovie. “È un altro scippo ai danni delle aree interne la ferma intenzione di Trenitalia (divisione trasporto regionale) di trasferire la Sala operativa regionale di Sulmona” così Alberto Di Giandomenico, coordinatore del movimento Italica, interviene sull’ipotesi di spedire a Pescara la Sor, operazione che sta passando quasi sotto silenzio e senza che i rappresentanti del territorio Peligno dicano qualcosa o intervengano per evitare questa ennesima spoliazione.

Copertina Maria Trozzi

Continua a leggere “Italica: ‘Basta scippi, le risorse vanno ripartite equamente in Abruzzo’”

‘Sterilità amministrativa’ replica il Meetup alla risposta di Casini sul trasloco Finanza

Sulmona (Aq). “Nel prendere atto della cortese risposta di chiarimento del sindaco Casini e dell’assessore fresco di nomina Angelone, in merito alla questione dello stabile di proprietà comunale adiacente la chiesa di San Giovanni Evangelista, rimaniamo quantomeno incuriositi dalla singolare accusa di sterilità con la quale viene liquidata la nostra critica, soprattutto a fronte di una palese sterilità, quella sí nei fatti, derivante alle casse comunali da un mancato introito – replica  il Meetyup amici di Beppe Grillo alla risposta del primo cittadino – Vedano, signora sindaco e signor assessore, ignorare quale sia e in che cosa consista concretamente il proprio patrimonio immobiliare, mancare di rimodularne la destinazione d’uso, dimenticare di poterlo affittare ad esempio alla Regione, in attesa che torni agibile  Palazzo Portoghesi per la Biblioteca, ricordarsi d’un tratto che sì, c’é una struttura disponibile,  per darla in concessione d’uso gratuito alla Guarda di Finanza “perché altrimenti andrebbe via (siamo a questo punto di inconsistenza di potere per così dire contrattuale nella gestione delle pubbliche relazioni con… Il pubblico!) e ancora, più in generale, omettere di rinnovare le concessioni, non procedere agli sfratti dopo le scadenze dei comodati d’uso, non riscuotere gli affitti dei locali e delle strutture… ebbene, dicevamo, questo, a nostro avviso, é un grande indicatore di Sterilità amministrativa e depauperamento patrimoniale della comunità. Infine, per tornare alla questione dell’uso più oculato dei termini, spiace registrare nel linguaggio della nostra prima cittadina, un abuso del termine “populista” nei nostri confronti, improntato ad un vezzo superficialmente modaiolo, soprattutto in considerazione che la stessa, nel riferirsi ai suoi concittadini parla sprezzantemente di gente, anziché, più rispettosamente di persone”.

 

Scuola Media da Balsorano a San Vincenzo Valle Roveto? In Piazza 400 Genitori Dicono No

Balsorano (Aq). Più di 400 manifestanti questo pomeriggio scenderanno in strada per manifestare contro il trasferimento delle scuole a San Vincenzo valle Roveto. Esattamente, nella delibera del 27 ottobre si indica che le classi della scuola secondaria di primo grado saranno localizzate nel plesso scolastico di San Vincenzo Valle Roveto.

Continua a leggere “Scuola Media da Balsorano a San Vincenzo Valle Roveto? In Piazza 400 Genitori Dicono No”

Smembrato il Cim. Tardio: “Lo scatolone giallo non è idoneo”

Sulmona (Aq). “Lo scatolone giallo non è idoneo, non è adeguato e l’accettiamo solo come soluzione temporanea, ma se queste sono le premesse, vista la cattiva volontà di trovare soluzioni, allora non credo che a primavera la situazione migliorerà. E’ lo smembramento completo del servizio, siamo ridotti ad una succursale dell’Aquila” così Massimo Tardio, commenta a caldo il frettoloso trasferimento del Cim, il Dirigente Asl del Centro salute mentale di Sulmona dell’Unità operativa territoriale di psichiatria per adulti ha incontrato stamane i giornalisti. L’area artigianale che ospiterà il Centro è abbandonata a se stessa da anni, marciapiedi pieni di erbacce e in pessime condizioni, micro discariche e immondizia ovunque, abitazioni con attività artigianali nel deserto e due belle antennone di telefonia mobile in bella mostra sul posto.

Aggiornamento Continua a leggere “Smembrato il Cim. Tardio: “Lo scatolone giallo non è idoneo””

Trasloco frettoloso del Cim, 1200 utenti disorientati e medici spiazzati

Cim viale Mazzini ore 14.30 Foto Trozzi Report-age.com 22.10.2014Udite, udite, o rustici .. attenti non fiatate, già suppongo e immagino che al par di me sappiate che il Centro di salute mentale di Sulmona viene trasferito, in tutta fretta proprio in queste ore, nello scatolone giallo della Zona Pip (artigianale) di Via Lamaccio (dietro il centro commerciale Nuovo Borgo). Continua a leggere “Trasloco frettoloso del Cim, 1200 utenti disorientati e medici spiazzati”