Tag: traliccio

Stacanovisti a lavoro domenica sull’elettrodotto che Terna attiverà il 30 gennaio

Foto Maria Trozzi
Foto Maria Trozzi

Chieti. Appena dopo l’uscita del casello autostradale A25 di Brecciarola, a 2 passi da Chieti Scalo, ieri ci siamo imbattuti in questa immagine inattesa. Il tempo di assicurarsi il pedaggio e così ad immortalare la scena non è mancata una gran foto. La società Terna, in un comunicato, ha avvisato che il 30 gennaio sarà avviata la messa in esercizio dell’elettrodotto Villanova-Gissi. Siamo sempre più convinci che, nel silenzio assordante dell’ente territoriali che più di altri potrebbe fare qualcosa e potrebbero intervenire, la società riuscirà a rispettare la data prefissata. Più veloci della luce che produrrà, per far funzionare l’opera il prima possibile, vista la crisi del settore. L’elettrodotto corre in aiuto, dicono gli ambientalisti, della turbogas Sorgenia di Gissi

Continua a leggere “Stacanovisti a lavoro domenica sull’elettrodotto che Terna attiverà il 30 gennaio”

Il culto dei vivi. Terna valorizzerà i reperti trovati nel cantiere di Atessa

Atessa (Ch). La società Terna ha confermato la notizia che ieri ha fatto il giro dei social media e riempito le discussioni dei  forum abruzzesi. Sarebbe dunque vero, c’è una necropoli ad Atessa nel bel mezzo di un cantiere della società che realizza l’elettrodotto più contestato d’Italia, quella che da molti viene considerata un’opera inutile. Secondo indiscrezioni, la necropoli sarebbe stata scoperta appena ieri durante i lavori di realizzazione del traliccio 126 dell’elettrodotto 380 kv Villanova – Gissi. L’area riportata alla luce sarebbe di interesse archeologico e all’interno sarebbero stati rinvenuti resti di corredi funerari. Molti misteri girano attorno ai tralicci di Atessa, i lavori per alcuni pali dell’opera sono stati interrotti per molto tempo, ma ragioni e motivi restano per il momento sconosciuti.  

Continua a leggere “Il culto dei vivi. Terna valorizzerà i reperti trovati nel cantiere di Atessa”

La Regione può far sospendere i contestati lavori dell’elettrodotto, intanto che decide l’opera è finita

Provincia di Chieti. Quando saranno fermati i lavori dell’elettrodotto dopo che saranno conclusi? Sospenderli almeno per verificare le presunte irregolarità? Interrogativi e un po’ di ironia non guastano se, ad oltranza, i cittadini del comitato No elettrodotto 380 kv insistono dinanzi la prefettura di Chieti e il presidio resta operativo sin tanto che non sarà decretata la sospensione dei lavori dell’elettrodotto Villanova-Gissi. A chi compete il provvedimento di sospensione? A quanto pare è la Regione che dovrebbe comandare e si era anche impegnata votando una risoluzione, in un consiglio regionale convocato ad hoc sulla questione delle presunte irregolarità dell’opera di Terna, a far rispettare le prescrizioni alla multinazionale, ma l’immobilismo impera. Proprio il presidente della Regione Luciano D’Alfonso potrebbe fermare il mostro, ma non lo fa.

(Risoluzione regionale del 24 febbraio 2015)

Continua a leggere “La Regione può far sospendere i contestati lavori dell’elettrodotto, intanto che decide l’opera è finita”

Manifestazione contro il Numero 2 di Terna per dire No al Traliccio

Cepagatti (Pe). Per il primo pilone nessun problema, è da piazzare su un terreno di proprietà Terna. La società che costruisce l’elettrodotto Villanova-Gissi però ne ha decine di altri da elevare al cielo, dedicati al dio del sol che però non è Mitra. Già al secondo palo, il numero 2, arrivano le grane. Va occupato un terreno privato, non uno qualsiasi, parliamo del fondo del titolare di un’azienda vitivinicola del Consorzio tutela vini d’Abruzzo che in quella località lavora e vive. Anche per questo si organizza la manifestazione democratica di protesta di mercoledì prossimo, ore 9 in contrada Bucceri (info su evento e pagina Facebook).
Continua a leggere “Manifestazione contro il Numero 2 di Terna per dire No al Traliccio”

Elettrodotto Terna. A Chieti cantiere non in sicurezza su via Tirino

Adel Motawi dirigente Terna Fto Maria Trozzi Report-age.com 2015
Adel Motawi Terna Foto Trozzi

Terna e i monostelo Report-age.com 2015Chieti. Davvero strano il modus operandi per una società a cui viene autorizzato un progetto, con parere favorevole alla Valutazione di impatto ambientale e che, in corso d’opera, decide di cambiare qualcosa di quel piano, inezie che comunque richiederebbero un’altra Via, sciocchezze che, non v’è dubbio, hanno un impatto visivo avvilente. Un modo di fare che “è sempre uguale” scrive Antonio Di Pasquale, soprattutto se le storie si ripetono guardando da un capo all’altro del mondo, dell’Europa, dell’Italia  così, dalla Sicilia all’Abruzzo, da Saponara (Me) a Chieti, Terna rete Italia ha qualche problemino a mettere in piedi i suoi elettrodotti. La segnalazione sulle presunte irregolarità dell’ambientalista Di Pasquale, il  20 gennaio ha sollecitato l’indagine della procura della Repubblica di Pescara che così  ha aperto un fascicolo, ancora contro ignoti, per un procedimento penale assegnato al pubblico ministero di Pescara Gennaro Varone, in fase istruttoria. Quando il comune di Chieti dà retta al perito ambientalista e verifica che per l’elettrodotto Villanova – Gissi c’è qualche singolarità in un cantiere, l’esito del sopralluogo dell’11 febbraio appare scontato nella relazione datata 18 febbraio. I cantiere Terna segnalato, su via Tirino, per tecnici e maresciallo della Polizia edilizia, Sergio de Marco, è accessibile su strada sterrata, in parte recintata, ma solo da un lato.. e ..inoltre il manufatto e l’area di cantiere non sono stati messi in sicurezza, come si evince dalla documentazione.. Continua a leggere “Elettrodotto Terna. A Chieti cantiere non in sicurezza su via Tirino”