Tag: tossicia

5G. I prescelti si organizzino con Piani antenne e studi sanitari su Radiofrequenze

Piani antenne e studi sanitari è il suggerimento che rivolgiamo ai Comuni prescelti per la 5g. Quelli con caratteristiche analoghe potrebbero unirsi per spendere meno sulva ricerca anche perché è necessario saperne di più sulla tecnologia di quinta generazione e se non se ne preoccupano ai vertici, dove l’unico problema sembra essere solo quellod ella privacy, per la radiofonia mobile occorre che qualcuno s’impegni a tutela e garanzia dei cittadini e della loro salute sulla strada dell’Internet delle cose. 

Continua a leggere “5G. I prescelti si organizzino con Piani antenne e studi sanitari su Radiofrequenze”

No alla 5G da Fresagrandinaria e Morino, D’Amico: “Non faremo da Cavia”

Il consiglio comunale di Fresagrandinaria (Ch) ha deliberato, all’unanimità (11 marzo), la netta contrarietà alla sperimentazione della rete wireless 5G. E dall’entroterra vastese alla valle Roveto, i primi giorni di aprile, anche il sindaco di Morino (Aq), Roberto D’Amico, ha dichiarato di non voler autorizzare alcuna installazione di antenne nel territorio, da lui amministrato, per la sperimentazione della tecnologia di quinta generazione.

Aggiornamento 1,2, 3 e 4 Continua a leggere “No alla 5G da Fresagrandinaria e Morino, D’Amico: “Non faremo da Cavia””

Rischio frane, fondi comunitari per fronteggiare l’emergenza in provincia di Teramo

Su proposta del presidente della Regione Abruzzo e senatore della Repubblica, Luciano D’Alfonso, la giunta regionale ha approvato il programma di difesa idrogeologica per il rischio frane sul territorio. L’investimento complessivo ammonta a 20 milioni di euro, a valere sui fondi del Por Fesr 2014-2020.

Foto di copertina Maria Trozzi

L'immagine è stata realizzata nel territorio di Roccacasale(Aq) lato autostrada

Continua a leggere “Rischio frane, fondi comunitari per fronteggiare l’emergenza in provincia di Teramo”

Oggi l’Acqua è potabile. Le Associazioni invitano ad aderire all’Osservatorio indipendente sull’acqua del Gran Sasso

Teramo. L’acqua è di nuovo potabile, così segnala il bollettino della direzione dell’Azienda sanitaria di Teramo, (Asl4)nelle news del sito ufficiale della Asl4. Colore, sapore, odore e torbidità dell’acqua potabile nei 6 campioni prelevati ieri sono stati giudicati accettabili e dunque conformi ai limiti e alle prescrizioni di legge. Wwf, Legambiente, Mountain wilderness e Arci chiedono a cittadini e comitati di aderire all’Osservatorio indipendente sull’acqua del Gran Sasso d’Italia, in via di costituzione, con l’obiettivo di ottenere le informazioni dei prelievi effettuati in questo periodo per la massima trasparenza sull’incidente che ha portato alla chiusura dell’erogazione dell’acqua potabile.

Aggiornamento 1, 2, 3,  4   5  6  7  e 8

Continua a leggere “Oggi l’Acqua è potabile. Le Associazioni invitano ad aderire all’Osservatorio indipendente sull’acqua del Gran Sasso”

Acqua del Gran Sasso Non Potabile, elenco dei comuni interessati

Teramo. Vietato l’uso dell’acqua potabile, sino a nuova disposizione, nel capoluogo di provincia e in altri 32 comuni alimentati dall’acquedotto gestito dalla Ruzzo reti spa.

Aggiornamento 1, 2, 3 4 e 5

Continua a leggere “Acqua del Gran Sasso Non Potabile, elenco dei comuni interessati”