Tag: terremoti

Cagnano Amiterno, a metà giugno sarà inaugurata la sala sismica Tellus

Sempre più spazio al monitoraggio dei precursori sismici per la prevenzione nello studio dei terremoti sarà inaugurata sabato 15 giugno, a Cagnano Amiterno (Aq), la sala sismica della stazione Tellus.  Continua a leggere “Cagnano Amiterno, a metà giugno sarà inaugurata la sala sismica Tellus”

Faglia del Morrone. Il Countdown Sismico dall’iscrizione del Terremoto dimenticato

Lo avevamo dimenticato e non era stato censito nella storia archeologica della sismologia almeno sino a quando il contenuto di una epigrafe e una Raccolta di iscrizioni latine, quest’ultime di fine Ottocento, non sono finite sotto l’occhio attento di alcuni studiosi contemporanei che hanno riscoperto l’evento analizzandolo di recente (Guidoboni 1989 (1); Guidoboni (2), Comastri e Traina 1994 (3)). Grazie a questo documento in pietra, conservato con cura nel museo dell’abbazia di San Clemente a Tocco da Casauria (Pe), è stato possibile aggiungere un tassello alla storia della terra che trema.

Continua a leggere “Faglia del Morrone. Il Countdown Sismico dall’iscrizione del Terremoto dimenticato”

Ovunque, ma non a Pratola: prima a portare in Regione il progetto di Polo della Protezione civile

Praticamente scippato alla valle Peligna che lavorava al progetto da decenni, ancor prima dei terremoti e degli incendi che hanno devastato la regione verdognola dei parchi. Struttura fondamentale negata a Pratola Peligna (Aq) che con gli altri Comuni della valle e soprattutto gli ambientalisti chiede da un secolo, senza esagerazione, di riconvertire a fini di pace la polveriera di colle San Cosimo, ex fabbrica di polveri da sparo Dinamite Nobel a metà del ‘900 a servizio poi del Polo chimico di Bussi officine. Tramonta definitivamente il Polo logistico di Protezione civile nazionale nella conca. É stato sbriciolato in altri territori perché, dicono, si gestisce meglio una emergenza spalmando i presidi per gli interventi un po’ ovunque, non dove però ce n’è davvero bisogno: nemmeno l’ombra di un polo logistico di protezione civile in un territorio a massimo rischio sismico, bruciacchiato e incendiato, terremotato. ma messo fuori dal cratere aquilano, dove covano la faglia profonda e un po’ più su la faglia parallela del Morrone, tra le più pericolose, a detta dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Continua a leggere “Ovunque, ma non a Pratola: prima a portare in Regione il progetto di Polo della Protezione civile”

Scuole sicure. Con i Genitori di San Giuliano di Puglia il punto della situazione a Sulmona

Sulmona (Aq). Il fine è sensibilizzare le coscienze di amministratori, dirigenti, docenti e genitori per questo il Comitato genitori del Polo scientifico tecnologico Enrico Fermi, Da Vinci e De Nino-Morandi ha organizzato, domani 2 dicembre alle ore 17 nell’Aula magna del liceo Scientifico, l’incontro Scuole sicure? Facciamo il punto della situazione. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Scuole sicure. Con i Genitori di San Giuliano di Puglia il punto della situazione a Sulmona”

La Faglia Profonda: sotto il Morrone c’è molto di più

In valle Peligna, sotto il sistema di faglie del Morrone, c’è qualcos’altro che si muove in profondità anche verso la Maiella. Uno studio ha consentito d’individuare un Sovrascorrimento profondo nell’Abruzzo Citeriore che interessa la superficie costiera tra Lanciano e Ortona, (Ch) e verso Ovest, a 15-20 km sotto il massiccio della Maiella, comprende anche la terrazza di Sulmona, scivolando però a circa 25 km di profondità, nella Conca Peligna.

Aggiornamento 1, 2, 3, 4 5,  6 e 7

Continua a leggere “La Faglia Profonda: sotto il Morrone c’è molto di più”

Italica con il Comitato Scuole Sicure: SUBITO la Ricostruzione degli edifici scolastici

Sulmona (Aq). Il Movimento Italica Sulmona – Valle Peligna, identità e territorio, si schiera dalla parte del Comitato Scuole sicure che ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Sulmona affinché siano accertate eventuali responsabilità sui cronici ritardi nella ricostruzione degli edifici scolastici cittadini. Il coordinatore di Italica, Alberto Di Giandomenico, fa appello alle istituzioni locali e regionali affinché si svolga l’incontro, più volte chiesto dai rappresentanti dei genitori degli studenti per superare, insieme, la paralisi amministrativa. 

Continua a leggere “Italica con il Comitato Scuole Sicure: SUBITO la Ricostruzione degli edifici scolastici”

Magnitudo locale 3.2 a Campo di Giove, nessun danno a persone e cose

Campo di Giove (Aq). Non ci sono danni a persone, cose e abitazioni, ma solo un po’ di paura per gli abitanti. Dopo il caldo del pomeriggio e la scossa che apre la serata alle ore 21.12, più volentieri si scende in piazza Alberto Duval a distrarsi. L’argomento della serata e inevitabilmente il terremoto: “Tre punto due, l’hai sentito?”. Anche lassù i più fortunati rispondono: “No ero in movimento”. Temperatura 12 gradi centigradi nella località turistico montana superabili con una maglietta o una giacca che riparino dal freddo e dall’umidità che è pari al 69% alle 3 di notte.

Continua a leggere “Magnitudo locale 3.2 a Campo di Giove, nessun danno a persone e cose”

Monitoraggio e prevenzione: troppa confusione con l’annuncio di un centro Ingv nella polveriera di San Cosimo

Pratola Peligna (Aq). Antonio Gramsci l’avrebbe definita una boutade: “Sarà un punto di osservazione in collina utilizzando un vecchio ricovero di munizioni” quella del presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.

Aggiornamento

Continua a leggere “Monitoraggio e prevenzione: troppa confusione con l’annuncio di un centro Ingv nella polveriera di San Cosimo”

Dislivello su un giunto:  di nuovo chiuso ponte Capograssi a Sulmona 

Sulmona (Aq). La prudenza non è  mai troppa. Sarà per questo che è stato chiuso, ma solo alla circolazione veicolare di nuovo ponte Capograssi, collega il centro storico della città  dei confetti al resto della patria di Ovidio (aggiornamento 2018).

Ieri mattina le prime verifiche, nel pomeriggio il viadotto  è  stato riaperto. Oggi di nuovo altri controlli per approfondire  le condizioni strutturali e soprattutto di un giunto all’ingresso della Zona a traffico limitato dove preoccupa il dislivello creato dopo l’ultimo terremoto di domenica scorsa.

 

 

 

 

mariatrozzi77@gmail.com



Indagine sui terremoti dalle macerie storiche. A Sulmona ricostruzione senza attenzione

Sulmona (Aq). Sui terremoti “Le informazioni ..suggeriscono una certa cronica inerzia e mancanza di attenzione verso il restauro post-sisma e per la manutenzione di fabbricati di età in qualche caso plurisecolare” si chiude così il primo paragrafo della pubblicazione 118, collana Quaderni di geofisica, che l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha voluto dedicare proprio alla città dei confetti “I terremoti a Sulmona: indagini di sismologia storica per la microzonazione sismica”.

Aggiornamento 1 e 2

Continua a leggere “Indagine sui terremoti dalle macerie storiche. A Sulmona ricostruzione senza attenzione”

Niente inciuci con Snam. Rifondazione: “La Regione confermi il diniego all’intesa”

Pescara. “Il Pd non si rimangi impegni assunti con i cittadini” Rifondazione comunista sostiene la lotta che, in valle Peligna, viene condotta dai Comitati cittadini ambiente contro l’installazione della centrale di spinta e del metanodotto Rete adriatica.

Continua a leggere “Niente inciuci con Snam. Rifondazione: “La Regione confermi il diniego all’intesa””

Autorizzare Centrale Snam e gasdotto? Decisione troppo sbilanciata verso Snam e Governo

L’Aquila. Nella scaletta della giunta regionale del 3 novembre era pronta l’adozione di una seconda delibera per dire sì alla centrale di compressione ad alimentazione elettrica” dichiarano i Comitati cittadini per l’ambiente. Ieri all’Aquila il gruppo distribuisce un volantino durante i lavori del consiglio regionale. La situazione segnalata nel depliant, scrivono oggi in una nota gli attivisti sulmonesi, non cambia anzi, dopo l’approvazione dell’ultima delibera  della giunta regionale, è peggiorata. A Popoli si spera nello studio promesso dalla Snam per cambiare quella fetta di tracciato che investe la risorsa principale del Comune e per Sulmona? La delibera del sì, chiariscono i comitati, avrebbe azzerato le 6 delibere con cui il governo regionale ha finora negato l’intesa sull’opera progettata dalla Snam. All’ultimo momento, però, c’è stato un ripensamento e la delibera non è stata adottata. “Il rischio permane pertanto è più che mai necessaria, in questo momento, la mobilitazione della politica, delle istituzioni locali e dei cittadioni per impedire che il Governo regionale, con il suo voltafaccia, porti a compimento un vero e proprio sopruso e con esso l’ennesimo tradimento dei legiottimi diritti del Centro Abruzzo” avvisano i comitati sulmonesi.

Continua a leggere “Autorizzare Centrale Snam e gasdotto? Decisione troppo sbilanciata verso Snam e Governo”

Antenne provvisorie al Laboratorio di vulcanologia: Cartellonistica nel Campus universitario per spiegare a cosa servono

Chieti. E’ stata ripristinata, ma con molta difficoltà, l’antenna che registra la componente orizzontale del campo elettrico in atmosfera e il misuratore di conducibilità verticale distrutti nella notte tra il 6 e 7 giugno al Campus universitario di Chieti Scalo, dopo la festa degli studenti Campus beer & sound. L’intervento è stato necessario per consentire una parziale registrazione dei dati elettromagnetici del Laboratorio di vulcanologia e Scuola SISMA, dati essenziali per lo studio dei segnali precursori dei terremoti, come ha spiegato il fisico Cristiano Fidani che gestisce la rete nazionale di tali strumenti. Era presente il fisico russo Vad Bobrovsky che ha tenuto anche un seminario sulla teoria cosmotellurica e i terremoti.

Continua a leggere “Antenne provvisorie al Laboratorio di vulcanologia: Cartellonistica nel Campus universitario per spiegare a cosa servono”

Deposito nazionale scorie per individuare il sito l’Ispra esclude i sismologi

Se davvero queste sono le premesse è facile trarre conclusioni, nemmeno tanto affrettate, sulla futura allocazione del deposito nazionale di scorie nucleari. L’Enea-Disp (Ente per le Nuove tecnologie, Energia e Ambiente – divisione sicurezza e protezione) negli anni 1989 -1990 effettuò uno studio per verificare se il deposito di munizioni di Pratola Peligna, con altri siti del demanio militare, avesse i requisiti per lo stoccaggio di rifiuti radioattivi. Lo studio collocò colle San Cosimo in ultima posizione. Checché se ne possa dire, la rassicurante dichiarazione del vice ministro della difesa nel 2007, Marco Verzaschi, trascurò di indicare che anche se ultimo della black list, tra le possibili discariche di materiale nucleare, Colle San Cosimo era il quarto (IV) in coda ad altri 3 siti di possibile stoccaggio delle scorie, dunque il deposito di munizione era adatto a contenerle, ma su quali basi? La domanda a questo punto non è solo dove, ma quando per decidere il luogo della discarica di rifiuti radioattivi. Si sceglierà un luogo dove l’opposizione di un manipolo di ambientalisti del posto farà il solletico e se l’attivismo nostrano diventerà fastidioso basterà imitare il gioco delle biglie per far schizzare via i granellini di sabbia. Parleranno di effetto nimby (not in my back yard) ‘non nel mio cortile’ schernendo le voci contrarie. Non si deve abbassare la guardia, con le rivelazioni di oggi de Il Fatto quotidiano non c’è davvero da stare allegri, in valle Peligna è allerta per comitati e ambientalisti.

Continua a leggere “Deposito nazionale scorie per individuare il sito l’Ispra esclude i sismologi”