Tag: stazione sciistica

Prati di Tivo chiusi, Mercante: attenzione alle promesse elettorali

Chiusi gli impianti di Prati di Tivo sul Gran Sasso e il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Riccardo Mercante interviene raccomandandosi del fatto che in campagna elettorale si faranno promesse anche sulla riapertura della struttura.

Foto di copertinaMaria Trozzi Continue reading “Prati di Tivo chiusi, Mercante: attenzione alle promesse elettorali”

Prati di Tivo: Turismo sostenibile, questo sconosciuto!

Il Wwf è fortemente critico sull’istallazione di 12 O’bellx per gestire i rischi da valanga alla base della parete Nord di Corno Piccolo per la quale sarebbero necessari particolari accorgimenti a tutela dell’ambiente. O’bellx è un sistema per il distacco artificiale controllato delle masse nevose instabili, creando una sovrapressione sul manto nevoso generata dall’esplosione di una miscela di gas (ossigeno e idrogeno) all’interno di una campana. Cervinia è stato il primo Comune italiano ad impiegare questo sistema. Continue reading “Prati di Tivo: Turismo sostenibile, questo sconosciuto!”

Impianti ValleFura tutto pronto per la stagione sciistica invernale

Pescocostanzo (Aq). Concluse le operazioni di collaudo degli impianti di risalita, a valleFura si respira già aria di neve. Per l’apertura degli impianti sciistici di Pescocostanzo è tutto pronto e il clima freddo e secco promette bene per le prossime settimane.

Aggiornamento

Continue reading “Impianti ValleFura tutto pronto per la stagione sciistica invernale”

Progetto bacino sciistico a Sud delle Alpi, per gli ambientalisti le priorità in Marsica sono altre

Avezzano (Aq). L’Abruzzo aquilano e montano ambisce a diventare uno snodo dello sci da discesa. Qualcuno però storce il naso all’idea di un hub, ossia di un bacino sciistico grande e articolato, a Sud delle Alpi, con collegamenti tra le stazioni di Campo Felice, Rocca di Cambio e Ovindoli, esteso poi da Monte Magnola ai Piani di Pezza. Continue reading “Progetto bacino sciistico a Sud delle Alpi, per gli ambientalisti le priorità in Marsica sono altre”