Tag: spiaggiati

La tartaruga Ferox contro la plastica nei mari e in ricordo dei 7 capodogli

Un passaggio dalla motonave Ermione di Arta Abruzzo e la tartaruga marina Ferox sarà liberata mercoledì, prima però sulla spiaggia di Punta Penna a Vasto (Ch) si svilupperanno tante iniziative per la giornata di sensibilizzazione contro la plastica nei mari. Una data da non dimenticare quella del 12 settembre perché sono trascorsi 4 anni dallo spiaggiamento di 7 capodogli nelle acque della riserva di Vasto, alcuni salvati grazie ai tanti volontari che sulla battigia aiutarono le balene a riprendere il viaggio riconquistando il mare, a largo.

Continua a leggere “La tartaruga Ferox contro la plastica nei mari e in ricordo dei 7 capodogli”

Rifiuti spiaggiati nell’Area marina protetta del Cerrano, il Wwf spinge per la prevenzione

Il Wwf Teramo chiede prevenzione a tutela dell’area marina protetta Torre del Cerrano  perché le forti mareggiate  hanno portato sulla spiaggia grandi quantità di rifiuti. Stesso discorso per la costa teramana dove è arrivato materiale di ogni tipo: tronchi, rami e altro materiale legnoso, ma anche immondizia, tantissima plastica, materiale scartato durante le attività di pesca e acquacoltura e perfino rifiuti speciali e sanitari. Continua a leggere “Rifiuti spiaggiati nell’Area marina protetta del Cerrano, il Wwf spinge per la prevenzione”

Punta Penna il 12 settembre per non dimenticare i 7 capodogli arenati un anno fa

Chieti.  Il 12 settembre dello scorso anno, 7 capodogli ‘disorientati’ spiaggiarono sulla Costa dei Trabocchi, alle ore 11 a Punta Penna, un anno dopo il Centro studi cetacei vuole ricordare l’evento.

Aggiornamento

Continua a leggere “Punta Penna il 12 settembre per non dimenticare i 7 capodogli arenati un anno fa”

Stop all’air gun, approvati gli emendamenti. Razzi meglio del Piddì

Da Ortona Live, foto Pasquale Tortella
Da Ortona Live, foto Pasquale Tortella

Abruzzo. “Mi sembra una buona notizia” commenta così Maurizio Acerbo, già parlamentare abruzzese nelle fila della Rifondazione comunista, l’approvazione al Senato di 2 emendamenti che vietano l’utilizzo della tecnica dell’air gun e altri metodi di ricerca esplosiva in mare fissando pene da 1 a 3 anni per chi le pratica. Sono in corso le votazioni sul disegno di legge sugli ecoreati, già approvato in prima lettura dalla Camera, il via libera a questi due emendamenti risolleva gli ambientalisti abruzzesi sempre più convinti che lo spiaggiamento dei 7 cetacei avvenuto il 12 settembre sulla spiaggia di Punta Penna, in provincia di Chieti, sia legato proprio a questa tecnica di esplorazione dei fondali marini per l’individuazione di giacimenti di petrolio.

Aggiornamento: 05.05.2015 Airgun cancellato dalla lista degli ecoreati

Continua a leggere “Stop all’air gun, approvati gli emendamenti. Razzi meglio del Piddì”

WWF:”Ortona presenti osservazioni contro Elsa”e le trivelle di Lazzaro

Foto Renzo di Biase
Foto Renzo di Biase

Ortona (Ch). La conferma sulle cause dello spiaggiamento dei capodogli arriva dalle tracce di gas nel sangue rilevate almeno su una delle 3 balene morte probabilmente per il disorientamento dovuto ad una emersione repentina forse necessaria a superare i forti disturbi sonori. Ciò fa riflettere sulle trivelle del progetto Elsa che avanzano a circa 7 chilometri dalla riva, con una perforazione profonda, quasi 5 mila metri, nei fondali costieri di appena 30 metri di profondità sulla riva dell’Adriatico, di fronte ai Ripari di Giobbe, frazione di Ortona (Ch) e questo dovrebbe salvarci dal disastro quando nel golfo del Messico l’acqua profonda appena 50 metri accoglieva il 20 aprile 2010 la piattaforma Deepwater Horizon della British Petroleum, quella che esplose provocato il disastro.

Le trivelle di Lazzaro, questo perché il progetto Elsa venne bocciato sonoramente nel 2011 dal Comitato valutazione d’impatto ambientale nazionale, cui seguì il Decreto di diniego della compatibilità ambientale firmato dai ministri dell’ambiente e dei beni culturali (decreto 16.05.11 n.257 Stefania Prestigiacomo – Giancarlo Galan).

Verso la scadenza dei termini per presentare le osservazioni alla Via (Valutazione impatto ambientale) c’è comunque tempo, altri 12 giorni, sino al 28 settembre. Gli amministratori locali di Ortona (Ch) sembrano aver già gettato la spugna, ancor prima di cominciare a combattere. Su una questione così delicata occorre avere coraggio, lo dimostrano tutti i giorni quelli del WWF Abruzzo e una donna, il loro referente energia, Fabrizia Arduini: “Non c’è nessun Decreto sviluppo italia approvato in via definitiva che vieti agli amministratori le osservazioni in critica”.

Continua a leggere “WWF:”Ortona presenti osservazioni contro Elsa”e le trivelle di Lazzaro”