Tag: sopralluoghi

Zamparutti nella rosa per il Comitato contro la tortura, interviene Vittime del dovere

Roma. Ieri la delegazione parlamentare del Consiglio d’Europa ha selezionato, tra 12 proponenti, una terna di nomi da proporre al Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (Cpt). Tra  i nominativi risulta Elisabetta Zamparutti, già componente del Cpt, moglie dell’ex terrorista Sergio D’Elia. “Una candidata dunque che verrà presentata in Europa come rappresentante del Governo attuale e di tutti gli Italiani” intervengono sulla composizione della terna le associazioni di volontariato, tra queste Vittime del dovere. Continua a leggere “Zamparutti nella rosa per il Comitato contro la tortura, interviene Vittime del dovere”

Niente bocconi killer. Si fa strada un’altra ipotesi per la morte dei lupacchiotti

Opi (Aq). Dopo l’amara scoperta i Guardiaparco hanno perlustrato palmo a palmo l’intera area attorno alla tana dei 5 cuccioli di lupo morti. Dai sopralluoghi accurati delle squadre di ricerca si possono cominciare ad escludere certe inquietanti ipotesi per avanzarne altre e far luce sulle cause del decesso dei 3 lupacchiotti maschi e delle 2 femmine nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Aggiornamento

Continua a leggere “Niente bocconi killer. Si fa strada un’altra ipotesi per la morte dei lupacchiotti”

Sulmona, primi passi in Casa Italia per la prevenzione sismica certificando la vulnerabilità degli edifici strategici

Sulmona (Aq). É una delle 10 città laboratorio che nella penisola italiana entrano nel progetto nazionale di prevenzione sismica Casa Italia, a confermare la scelta del governo su Sulmona, per l’Abruzzo, sono stati l’assessore regionale alle aree interne, Andrea Gerosolimo, e il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale, con delega all’ambiente, Mario Mazzocca, che con il sindaco, Annamaria Casini, hanno illustrato le prime iniziative legate al programma.  

Aggiornamento Copertina Maria Trozzi

Continua a leggere “Sulmona, primi passi in Casa Italia per la prevenzione sismica certificando la vulnerabilità degli edifici strategici”

Scuole inagibili in rovina: occorrono verifiche all’interno. Gigantesca macchia d’umidità al liceo Ovidio

Sulmona (Aq). Gli edifici scolastici, inagibili, sono in rovina e stanno cadendo a pezzi. Sono in completo abbandono, battuti dalle intemperie del tempo e dell’ignoranza. Urge un intervento del presidente della provincia dell’Aquila, Antonio De Crescentiis, sindaco di Pratola Peligna, città che nelle sue scuole da tempo continua ad ospitare centinaia di alunni che dovrebbero avere lezione a Sulmona, proprio in quegli istituti che stanno morendo.

Continua a leggere “Scuole inagibili in rovina: occorrono verifiche all’interno. Gigantesca macchia d’umidità al liceo Ovidio”

Finti tecnici del Comune rubano in casa con la scusa di fare sopralluoghi per il sisma

Pescara. Si introducono in casa, anche nelle aree non terremotate, e con falsi tesserini del Comune dicono di dover fare dei sopralluoghi per verificare la solidità degli edifici e delle abitazioni, è una truffa.

 #sisma #occhioalletruffe

Continua a leggere “Finti tecnici del Comune rubano in casa con la scusa di fare sopralluoghi per il sisma”

Sopralluoghi in eccesso per edifici inagibili dal 2009. Dicomac: attenzione alle richieste

L’Aquila. Sopralluoghi in eccesso nelle regioni colpite dal sisma, i danni vecchi già risarciti si potrebbero aggiungere a quelli nuovi da risarcire? Per evitare noie e altri problemi di gestione, a quanto sembra, per le richieste di sopralluoghi di agibilità e rilievo del danno, negli edifici privati, ci si organizza per evitare che vengano soddisfatte quelle su edifici ‘chiusi’ dopo il sisma del 2009.

Continua a leggere “Sopralluoghi in eccesso per edifici inagibili dal 2009. Dicomac: attenzione alle richieste”

Costruire con lo sputo e il fango come i nidi di rondine

Cavalcavia tra Chieti Scalo e Chieti Alta Report-age.com 2015
Foto Francesco Stoppa

Chieti. Non è solo usura del tempo quella in evidenza sul cavalcavia tra Chieti Scalo e Chieti Alta, destano dubbi e inquietudini i ferri ammalorati della struttura. Francesco Stoppa, cittadino preoccupato, affronta l’argomento con un’approfondita analisi sul perché molte infrastrutture moderne in Italia siano già in rovina, situazioni grottesche se messe a confronto con le millenarie costruzioni greche e le antiche mura romane. Sarebbe il caso di cominciare a pensare a dei sopralluoghi periodici per queste opere, considerate invincibili, in particolar modo si dovrebbero disporre dei controlli tecnici straordinari dopo eventi sismici e atmosferici che mettono a dura prova le costruzioni dell’età moderna.
Continua a leggere “Costruire con lo sputo e il fango come i nidi di rondine”