Tag: social media

Il candidato Acerbo bloccato da Facebook per contenuto antirazzista

Maurizio Acerbo

Pescara. «Sono stato bloccato da Facebook per 7 giorni – dichiara Maurizio Acerbo, candidato di Potere al popolo –  Una cosa incredibile: il social network mi ha scritto che il blocco deriverebbe da un contenuto rimosso perché non rispetterebbe gli standard della community, ma si dà il caso che il contenuto incriminato fosse di chiarissima ispirazione antirazzista, trattandosi della traduzione di un articolo su Marx e l’immigrazione, dalla rivista americana Montly review”. Segretario nazionale di Rifondazione comunista, Acerbo ha scritto all’amministrazione del social media, ma riferisce che non è successo nulla. “Il social di Zuckerberg deve avercela con Potere al popolo – ironizza il candidato – Non solo ci esclude dai forum e dalle sue comunicazioni sui programmi delle liste, ora impedisce pure a un candidato di comunicare nell’ultima settimana di campagna elettorale. “Immagino che il blocco derivi da segnalazioni di avversari politici, magari di estrema destra o razzisti, e credo che Facebook debba rapidamente porre rimedio – conclude – Il dato di fatto è che al segretario di un partito, senza soldi per fare campagna elettorale, in prima fila nella lotta contro le discriminazioni, viene impedito di comunicare mentre su Facebook neofascisti e odio razziale spuntano da tutte le parti”.

mariatrozzi77@gmai.com

Boss on line per favorire le relazioni familiari, bocciati gli emendamenti per evitarlo

Se Massimo Carminati fa il saluto romano durante un’udienza, sbeffegginado lo Stato, come potrebbe approfittare dell’occasione un boss in collegamento on line con la famiglia? La risposta non convince nel disegno di legge di iniziativa governativa che assurdamente si porta avanti ai vertici. In una realtà che supera la fantasia si vorrebbe cancellare in poche righe una battaglia secolare che contro la mafia si è acuita soprattutto quando al capo dei capi è stato imposto il carcere duro.

Continua a leggere “Boss on line per favorire le relazioni familiari, bocciati gli emendamenti per evitarlo”

Social media: pericolo per la lingua o palestra per nuove forme di comunicazione

Sulmona (Aq). I social network Facebook, Whatsapp e via discorrendo sono un pericolo per la lingua, come da qualche parte si paventa oppure costituiscono un potenziale arricchimento e si configurino magari come una palestra per una consapevole diversificazione dei registri? A sciogliere i dubbi sabato, 29 aprile ore 17:30, sarà la professoressa Vera Gheno docente nell’Università di Firenze. 

Continua a leggere “Social media: pericolo per la lingua o palestra per nuove forme di comunicazione”

Spacciava da un decennio sulla costa operaio della Magneti Marelli di Sulmona

Sulmona (Aq). Sono stati gli agenti della Squadra mobile della Questura di Pescara a scoprire l’attività di spaccio che A. O. operaio 45enne incensurato, impiegato nella Magneti Marelli di Sulmona, portava avanti sulla costa adriatica da almeno 10 anni, accordandosi attraverso le chat private di un social media.

Continua a leggere “Spacciava da un decennio sulla costa operaio della Magneti Marelli di Sulmona”