Tag: sic

Strage di Alberi. Si oppone ex Assessore all’Ambiente che raccoglie Adesioni e chiede un Piano del Verde

Popoli (Pe). Intervento indiscriminato e vandalico sulle essenze vegetali del territorio comunale ed è proprio per questo che protestano i cittadini che chiedono all’amministrazione comunale l’approvazione urgente di un Piano del verde per normare la gestione del patrimonio arboreo comunale e quella del verde pubblico.

 

Aggiornamento Foto di copertina Maria Trozzi Continua a leggere “Strage di Alberi. Si oppone ex Assessore all’Ambiente che raccoglie Adesioni e chiede un Piano del Verde”

Modificato il tracciato della gara di Enduro, attraversava un Sito d’interesse comunitario

Gioia dei Marsi (Aq). Gli ambientalisti hanno ragione il tracciato della gara di Enduro del campionato italiano, previsto oggi e domani a Gioia, toccava anche un Sito d’interesse comunitario (Sic IT7110205). Fortunatamente il percorso è stato modificato, ma solo dopo la segnalazione di Wwf, Altura e Lipu al Pnalm.

Confine del Pnalm foto Trozzi

Continua a leggere “Modificato il tracciato della gara di Enduro, attraversava un Sito d’interesse comunitario”

Ruspe nel Parco Sirente: il ministero chiede lumi alla Regione

Il ministero dell’Ambiente chiede lumi alla Regione Abruzzo sull’allarme lanciato dalle associazioni ambientaliste per le ruspe che potrebbero presto distruggere 5 habitat di alta quota,  pari a circa 20 ettari di area del parco del Sirente-Velino per la realizzazione di 9 nuove piste e 8 impianti da risalita per lo sci.  Continua a leggere “Ruspe nel Parco Sirente: il ministero chiede lumi alla Regione”

Motor Show sulla spiaggia vicino al Parco e al Sito d’Interesse Comunitario, il Wwf interviene

Silvi (Te). Con ordinanza  (n. 136 dell’8 novembre) il sindaco del Comune di Silvi, Andrea Scordella, ha autorizzato per sabato e domenica prossimi, (24/25 novembre) o per la settimana successiva in caso di maltempo, la manifestazione Silvi Motor Show sulla spiaggia, adiacente piazza dei Pini, a pochi passi dal Parco marino protetto e Sito d’interesse comunitario (Sic) Torre di Cerrano. Così questa mattina il Wwf Teramo ha inviato una lettera al Comune perché ritiene non condivisibile la scelta degli organizzatori e dell’amministrazione di tenere una manifestazione sul litorale considerati l’impatto che avrà e l’effetto simulazione che potrà determinare. Continua a leggere “Motor Show sulla spiaggia vicino al Parco e al Sito d’Interesse Comunitario, il Wwf interviene”

Rocca di Mezzo, niente lottizzazione di prato della Madonna, in area protetta

Il Tribunale amministrativo regionale dell’Aquila dà ragione alle associazioni ambientaliste sulla lottizzazione di prato della Madonna, in pieno Parco Sirente-Velino, a Rocca di Mezzo. Continua a leggere “Rocca di Mezzo, niente lottizzazione di prato della Madonna, in area protetta”

Rally nel Parco, percorso bocciato. Ai turisti Natura e Salute piace poco chi ‘scimmiotta’ la città

Il Parco nazionale Gran Sasso monti della Laga ha detto no al percorso indicato per la prossima competizione automoblistica, rally d’Abruzzo. Un atto dovuto per il Wwf Teramo, l’area va protetta e soprattutto i turisti del parco sono alla ricerca di altro genere di avventure, cercano serenità un po’ come le specie protette e non amano certe iniziative che, in vacanza, fanno ripiombare d’improvviso nel bel mezzo delle caotiche metropoli.  Continua a leggere “Rally nel Parco, percorso bocciato. Ai turisti Natura e Salute piace poco chi ‘scimmiotta’ la città”

Approvato il Piano di gestione del Sic Marina di Vasto. Mazzocca: strumento indispensabile

Mercoledì il Consiglio regionale ha approvato il Piano di gestione dell’area Sic Marina di Vasto, strumento fondamentale per la conservazione delle aree protette e degli habitat tutelati dalla normativa comunitaria, indispensabile per gestire e ottimizzare le diverse attività antropiche a partire da quelle turistiche sull’area.

Continua a leggere “Approvato il Piano di gestione del Sic Marina di Vasto. Mazzocca: strumento indispensabile”

Spiagge indifese in mano ai cementificatori, necessaria l’approvazione dei Piani di gestione dei Sic

Non lasciamo le spiagge indifese in mano ai cementificatori è questo l’appello del Wwf Abruyzzo che chiede subito l’approvazione dei Piani di gestione dei Siti di interesse comunitario (Sic), pronti da tempo e pagati con denaro pubblico. Continua a leggere “Spiagge indifese in mano ai cementificatori, necessaria l’approvazione dei Piani di gestione dei Sic”

Aree protette come luna park senza regole: quad nel Pnalm per un’intera giornata

Altre iniziative discutibili nelle terre dell’Orso che preoccupano, a ragione, il Wwf intervenuto sull’evento apparso  nei social media che annuncia, per il 20 maggio, un’escursione in quad all’interno dei territori del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Aggiornamento Continua a leggere “Aree protette come luna park senza regole: quad nel Pnalm per un’intera giornata”

Nel cuore del Parco Sirente 6 milioni della Regione per ‘distruggere’ habitat

Circa 6 milioni di euro dalla Regione verdognola dei parchi destinati al turismo invernale nel Parco regionale Sirente-Velino, con interventi in aree protette sottoposte a vincoli nazionali ed europei, tengono a precisare Wwf, Mountain wilderness, Lipu e Pro Natura, Appennino, Altura e Salviamo l’Orso. 

Continua a leggere “Nel cuore del Parco Sirente 6 milioni della Regione per ‘distruggere’ habitat”

Dubbi sul bando per la tutela degli Habitat seminaturali

Ci vorrebbe ben altro per assicurare la conservazione della biodiversità. Incentivi agli agricoltori per non sfalciare, per non bruciare, per non usare pesticidi ed erbicidi, questo occorrerebbe. L’impressione è che la tutela della biodiversità potrebbe essere un pretesto per assegnare fondi agli agricoltori amici e il dubbio resta anche per l’avviso di attivazione della Misura 10 del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014/2020 ‘Tutela degli habitat seminaturali per la conservazione della biodiversità’. 

Continua a leggere “Dubbi sul bando per la tutela degli Habitat seminaturali”

L’Abruzzo scivola sulla buccia di banana per le Zone speciali di conservazione. Italia sotto procedura d’infrazione

L’Italia da un anno è finita sotto l’ennesima procedura d’infrazione. Esattamente dal 23 ottobre 2015, da quando la Commissione europea ha attivato la procedura 2015/2163 per la mancata designazione delle Zone speciali di conservazione (Zsc) e delle misure collegate. Grazie all’Abruzzo dove è da tempo bloccata l’istituzione delle aree, denuncia Augusto De Sanctis, presidente della Stazione ornitologica abruzzese (Sic) e l’ente prova ad arrangiare, con una delibera di giunta, almeno sulle misure di conservazione, ma la materia e troppo complessa per relegarla .

Continua a leggere “L’Abruzzo scivola sulla buccia di banana per le Zone speciali di conservazione. Italia sotto procedura d’infrazione”

Caccia: salve le aree protette. Ora salviamo gli animali

L’Aquila. È vinta la battaglia sulle aree protette, è sospesa l’efficacia del calendario venatorio 2016/17 della Regione per quanto riguarda l’estensione del periodo di caccia fino, a gennaio, per alcune specie avifaunistiche (Beccaccia, Cesena, Tordo bottaccio, Tordo sassello). Così dispone l’ordinanza del Tribunale amministrativo regionale che accoglie il ricorso del Wwf Italiae e rinvia ad una seconda udienza, si terrà ad ottobre 2017, per la trattazione di merito della questione caccia in Abruzzo. 

Continua a leggere “Caccia: salve le aree protette. Ora salviamo gli animali”

Pista forestale asfaltata, Soa svela il retroscena: un progetto per costruire impianti di risalita

Villavallelonga (Aq). Perché spendere 500 mila euro per asfaltare una pista forestale che non collega il paese ad abitazioni, resort e altre strutture ricettive e che dovrebbe rimanere chiusa? La domanda sorge spontanea per la lingua d’asfalto appena realizzata a Prati d’agro e si fa strada una risposta osservando, da un’altra prospettiva, la colata di bitume che ha incatramato il cuore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm). La stradina bianca di Prati d’Agro è asfaltata, con il parziale avallo dell’ente parco, per una ragione sino a ieri poco chiara. Cosa c’è sotto? La Stazione ornitologica abruzzese va a spulciare il Piano triennale delle opere pubbliche di Villavallelonga e scopre l’incredibile intervento per collegamenti a fune previsto proprio tra fonte Aceretta e Pescasseroli. Nel piano non risulta un intervento sulla strada, nei paraggi però è programmato un impianto di risalita, esattamente di arroccamento. Una prima conferma dei dubbi nutriti sin da gennaio è una vasta porzione del versante montano di Villavallelonga che rientra, per l’ultra trentennale Piano paesistico regionale, nel bacino degli impianti sciistici di Pescasseroli. Proprio così e la situazione si complica perché i divieti sulle Zone di protezione speciali (Zps) non si applicano  in questo caso, perché la pianificazioni regionale è precedenti al 2007, anno del decreto sulle Zps.

Aggiornamenti

Continua a leggere “Pista forestale asfaltata, Soa svela il retroscena: un progetto per costruire impianti di risalita”