Tag: selvaggia

Dati Ispra. Più Colate di Cemento nelle Aree protette, si riducano i finanziamenti pubblici

Sono 108 ettari di verde trangugiati dalla cementificazione selvaggia anche nei parchi italiani, solo nel 2018, un’anomalia che piegata alle consuetudini del vivi e lascia vivere non fa gridare allo scandalo. La prima cosa da fare, se c’è un aumento di consumo di suolo nelle aree protette, anche se non si tratta di Zone a protezione speciale (Zps) o integrale, è decurtare in proprorzione i fondi destinati a sostegno della Natura perchè altrimenti si sosterrebbero coloro che preferiscono rimpiazzarla e assediarla invece di proteggerla.

Aggiornamento 

Continua a leggere “Dati Ispra. Più Colate di Cemento nelle Aree protette, si riducano i finanziamenti pubblici”

Shoah degli ulivi: la Xylella macchinazione delle lobb

Aggiornamento 7.7.2015  Ad Oria, località della provincia di Brindisi di circa 15 mila abitanti, gli affiliati stanno tagliando 47 alberi di ulivo.  A vigilare sulle motoseghe in azione prima un centinaio tra poliziotti e carabinieri, poi 300 alcuni in tenuta antisommossa, agenti della Forestale e della Finanza tra le campagne di contrada Frascata dove, dalle ore 4, si tagliano le piante della pace che sarebbero colpite e contagiate dalla Xilella, un batterio innocuo promosso a batterio killer in nome del dio dei pesticidi e delle seghe mentaliSi presidiano persino le strade di collegamento all’area di campagna per impedire che ambientalisti e giornalisti si avvicinino al luogo del delitto, come accadde lo scorso 15 aprile quando gli attivisti fermarono la prima fase della bonifica, tristemente nota come eradicazione degli ulivi, allira ne furino tagluati . Oggi in media sono 4 operatori delle forze dell’ordine a guardia di ogni albero da terminare, manco fosse la sacra corona unita! Al ricorso dei 25 Comuni del Leccese, si aggiungerà quello delle amministrazioni del Brindisino, tra Francavilla Fontana e Oria, s ‘impugnarà il provvedimento di eradicazione al Tribunale amministrativo regionale del Lazio, suggerito dalla nuova misura europea che prevede l’abbattimento di tutte le piante, anche sane, nel raggio di 100 metri dalle infette, vuoto cosmico per ogni albero ‘singolarmente’ infetto. (Fonte)

Gli ulivi salentini stanno bene lo dicono fonti autorevoli: “Si dà il caso che le indicazioni molecolari acquisite a Bari forniscano buoni motivi per ritenere che il ceppo salentino di Xylella fastidiosa appartenga ad una sottospecie (o genotipo) che non infetta né la vite né gli agrumi, e che esperienze statunitensi (California) indicano come dotato di scarsa patogenicità per l’olivo” così è scritto in un articolo pubblicato il 30 ottobre 2013 sul sito della Accademia dei Georgofili.

Foto di copertinaBiagio Magliani Cultura salentina

Continua a leggere “Shoah degli ulivi: la Xylella macchinazione delle lobb”

Decreto (s)blocca Italia: in Abruzzo è mobilitazione

Foto Maria Trozzi
Foto Maria Trozzi

Pescara. Il Decreto (s)blocca Italia presto sarà legge, dobbiamo e possiamo fare qualcosa, dicono gli ambientalisti, ma la comunità abruzzese deve mobilitarsi per fermare lo scempio. Così i movimenti abruzzesi a tutela dell’Ambiente stilano una lista di intenti e di impegni per frenare la deriva petrolifera, destinato già segnato per il Paese inclusa la regione Verde d’Europa, per proteggere la Costa Adriatica e il territorio e per cancellare la prospettiva di un distretto minerario “tipicamente” abruzzese. Il Forum abruzzese movimenti per l’Acqua cerca volontari per organizzare le iniziative sul territorio. Continua a leggere “Decreto (s)blocca Italia: in Abruzzo è mobilitazione”

Pescara. Cementificazione selvaggia. Sgarbi: “Perversione da maniaci sessuali”

Questa presentazione richiede JavaScript.

Squisitamente impietoso il critico d’arte Vittorio Sgarbi a Pescara, passeggiando qualche giorno fa, tra l’Aurum e lo stabilimento le Paillottes, inoltrandosi su viale della Pineta, ha praticamente demolito le ristrutturazioni messe in cantiere o da tempo realizzate lungo il litorale, a Sud, e sugli storici edifici ingurgitati dalla cementificazione selvaggia.

Continua a leggere “Pescara. Cementificazione selvaggia. Sgarbi: “Perversione da maniaci sessuali””