Tag: sel

Decreto inceneritori. ‘Ci opporremo fino in fondo’ Mazzocca replica a chi vuole la sua testa

“Immediate dimissioni del sottosegretario Mario Mazzocca” chiede oggi il Movimento 5 Stelle alla luce della pubblicazione del decreto inceneritori che ne prevede 1 anche Abruzzo “contro ogni passata rassicurazione del sottosegretario Mazzocca” interviene il consigliere regionale Sara Marcozzi (M5S). Mazzocca deve quindi “dimettersi per manifesta inconsistenza politica e amministrativa” sottolinea la consigliera. 

Aggiornamento

Continue reading “Decreto inceneritori. ‘Ci opporremo fino in fondo’ Mazzocca replica a chi vuole la sua testa”

Pini d’abbattere: Sel lavora in silenzio, inaccettabile per il Wwf Pescara

Pescara. Lavorare in silenzio mentre i rumori sono coperti dal rombo delle motoseghe? È inaccettabile per il Wwf Chieti Pescara la posizione sottolineata dal gruppo di Sel, in maggioranza al consiglio comunale. 

Continue reading “Pini d’abbattere: Sel lavora in silenzio, inaccettabile per il Wwf Pescara”

Coordinamento per le vertenze del Centro Abruzzo: l’entroterra si mobilita contro le spoliazioni

Valle Peligna (Aq). L’entroterra abruzzese si mobilita per organizzare le azioni necessarie a contrastare le continue spoliazioni. Un Coordinamento politico dei comitati cittadini e maggiore tutela di tutte le aree interne con interventi al vertice, è il primo passo dopo l’ennesima minaccia d’isolamento e l’approvazione del nuovo Piano di riqualificazione del sistema sanitario abruzzese 2016-2018. Le decisioni unilaterali ai vertici della Regione fanno suonare ancora più forte il campanello d’allarme per Sulmona, la valle Peligna, il comprensorio e l’intero Centro Abruzzo. Tutte decisioni che penalizzano, oltremodo, il comprensorio e le aree montane per questo si chiama a raccolta la parte migliore del centro Abruzzo e intervengono il circolo di Sulmona di Sinistra ecologia e libertà e la senatrice di Forza Italia, Paola Pelino.

Aggiornamento

Continue reading “Coordinamento per le vertenze del Centro Abruzzo: l’entroterra si mobilita contro le spoliazioni”

Sel e Capaldo: “Politica a testa alta e schiena dritta”

Sulmona (Aq). Le pesantissime considerazioni dell’antagonista Di Bruno Di Masci per l’apparentamento con i forzisti al ballottaggio spingono Domenico Capaldo, sino alla scorsa settimana candidato sindaco della città per Sinistra ecologia, adun intervento chiarificatore: “Ci si meraviglia oggi dell’apparentamento tra Forza Italia e Bruno Di Masci, non lo condivido naturalmente, ma non capisco come la Casini che ugualmente si è prestata all’inciucio sin dal primo turno e con la mano sulla testa dell’assessore regionale alle aree interne, Andrea Gerosolimo, possa parlare di incesto politico, di fantapolitica, di accordi innaturali, quando nelle sue liste sono stati presenti e sono presenti ex Forza Italia, Fratelli d’Italia, ex Pd, Socialisti di nuova e vecchia generazione, Ncd, ed ex e nuovi Pd”. Continue reading “Sel e Capaldo: “Politica a testa alta e schiena dritta””

Ambiente. Il candidato sindaco Capaldo risponde alle domande sull’Ambiente di Report-age

Sulmona (Aq). All’iniziativa del blog Report-age, rivolta ai candidati alla carica di primo cittadino per chiarire le loro posizioni su alcune scottanti tematiche ambientali, risponde oggi Domenico Capaldo, candidato sindaco per Sel – Si (Sinistra ecologia e libertà e Sinistra italiana).

Continue reading “Ambiente. Il candidato sindaco Capaldo risponde alle domande sull’Ambiente di Report-age”

La Gatta tenta altro accordo per proprietà sito Bussi. Sel-Si: ‘Con le aree inquinate al comune, la comunità rischia’

Bussi sul Tirino (Pe). Si pensava fosse tutto risolto e invece l’acquisizione delle aree del polo chimico, della mega discarica dei veleni, non è ancora definita. Il passaggio di proprietà dalla Solvay, attuale società che gestisce il sito, alla farmaceutica Filippi, impresa che dovrebbe acquisire le aree, è ancora tutto da decidere. L’Accordo di programma voluto dal ministero dell’ambiente sarebbe superato da un altro che si vorrebbe sottoscrivere lunedì, 23 maggio, in cui è prevista l’acquisizione della proprietà da parte del comune che così diverrebbe responsabile per la bonifica. Si parla di nuda proprietà e altri diritti reali che complicherebbero di molto la questione. Se la legge dispone che la bonifica spetta al proprietario, va chiarito, sarà difficile che una clausola nell’accordo di programma che ora si intende firmare possa realmente escludere ogni responsabilità del futuro proprietario, il comune di Bussi, per le future ed eventuali nuove bonifiche. Un rischio troppo grande per un ente tanto piccolo soprattutto se un 20% di caratterizzazione è rimasta in ombra e restano incerti alcuni inquinanti che nei prossimi anni si dovranno mettere in sicurezza e poi bonificare.

Aggiornamento 2017

Continue reading “La Gatta tenta altro accordo per proprietà sito Bussi. Sel-Si: ‘Con le aree inquinate al comune, la comunità rischia’”

Sel prende le distanze dal Pd e da chi ha prodotto l’ultima crisi di giunta a Sulmona

Sulmona (Aq). Nato per promuovere un’aggregazione della sinistra, il Circolo di Sinistra ecologia e libertà di Sulmona comincia a prendere le distanze dal Partito democratico che in alla città non chiarisce e non sembra intenzionato a mettere da parte chi ha prodotto l’ultima letale crisi di giunta. 

Continue reading “Sel prende le distanze dal Pd e da chi ha prodotto l’ultima crisi di giunta a Sulmona”

Silvia Ferrante, la Mamma No elettrodotto che Terna ha citato 24 volte in giudizio per 16 milioni di euro di risarcimento

Pescara. Ha un altro alleato Silvia ferrante, la donna del No all’elettrodotto Terna 380 kv (Villanova – Gissi), a cui sono state destinate 24 citazioni in giudizio dal colosso dell’elettricità più una richiesta di risarcimento danni per circa 16 milioni di euro. Il primo febbraio per la mamma attivista si celebrerà la prima udienza presso il tribunale di Lanciano, nel frattempo si moltiplicano le iniziative di solidarietà per questa donna coraggiosa (denunce tutte ritirate 2017).

Continue reading “Silvia Ferrante, la Mamma No elettrodotto che Terna ha citato 24 volte in giudizio per 16 milioni di euro di risarcimento”

Piano spiaggia. Acerbo annuncia pioggia di emendamenti: ‘Fermiamo lo scempio’

Pescara. “Il terrificante piano spiaggia approvato dalla Giunta Alessandrini prevede non solo l’aumento del 30% del volume degli stabilimenti balneari, ma anche altre schifezze che darebbero il colpo di grazia alla poca vista mare rimasta a Pescara” senza mezzi termini Maurizio Acerbo, segretario di Rifondazione, torna a segnalare che con il piano messo in cantiere sparirà anche la disciplina sulle strutture mobili che imponeva, laddove Comune e Capitaneria facevano controlli, di rimuoverle alla fine della stagione balneare.

#iovogliovedereilmare Continue reading “Piano spiaggia. Acerbo annuncia pioggia di emendamenti: ‘Fermiamo lo scempio’”

Se passa la Centrale Sel minaccia di uscire dalla maggioranza

Sulmona (Aq) Sinistra ecologia e libertà di Sulmona e Popoli minaccia di uscire dalla maggioranza se la centrale Snam sarà costruita a Sulmona e se sulla questione sanità si continuerà a dimenticare il sacrosanto diritto alla salute e a sacrificare la popolazione invitando a riconsiderare la proposta degli ospedali riuniti. Il Circolo esprime tutta la sua contrarietà verso qualsiasi soluzione che consideri la costruzione della Centrale di spinta del metano nella valle Peligna. “E’ incomprensibile il fatto che la Snam rifiuti qualsiasi mediazione e rigetti tutte le proposte alternative formulate in questi anni sia dai comitati locali che dalla Regione” per questo Sel chiede un reale impegno degli amministratori regionali e locali affinché trovino soluzioni politiche coerenti con la vocazione del territorio che dovrebbe essere sede naturale di tutela dell’ambiente, dell’agricoltura di qualità e di uno sviluppo sostenibile più in generale.

Continue reading “Se passa la Centrale Sel minaccia di uscire dalla maggioranza”

Inceneritori: fanno male, ma sono strategici per Renzi. Regioni e Wwf dicono No

Rientrano nella strategia energetica nazionale anche i maledetti inceneritori, dannosi per la salute come tante altre opere inutili e pericolose a cui è stata spianata la strada e il governo nazionale ha deciso persino di incenerire il significato dei termini piegandone il senso ad uso e consumo delle lobbies per confondere terribilmente gli italiani. A dare del filo da torcere a questo centro di potere e all’articolo 35 dello Sblocca Italia finalmente si schierano molte regioni del Sud e si affiancano alle battaglie di comitati cittadini e associazioni egologiste. 

Continue reading “Inceneritori: fanno male, ma sono strategici per Renzi. Regioni e Wwf dicono No”

I misteri del Parco nazionale d’Abruzzo e le torbide vicende della storia recente

“Se il velo che ammanta il mistero Parco sarà un giorno sollevato, verrà alla luce una delle più torbide vicende della storia recente, dietro alla quale si celano non solo gli interessi di affaristi e palazzinari, tagliatori forestali e bracconieri, ma anche le manovre inconfessabili di politicanti e buro-tecnocrati, baronetti accademici e pseudo-ambientalisti poltronisti che stanno smantellando, a danno di tutti, uno dei più preziosi patrimoni di cui il nostro Paese disponeva” nella nota congiunta non usano mezzi termini, il Comitato Parchi d’Italia e il Centro studi ecologici appenninici, nel denunciare ciò che nell’ente parco non va anche alla luce dell’interrogazione di agosto presentata da 2 deputati di Sinistra, ecologia e libertà al ministro dell’ambiente, nella speranza che le risposte di Gian Luca Galletti siano esaurienti e non elusive, scrivono le due organizzazioni ambientaliste: “Forse finalmente la pubblica opinione potrà venire a conoscenza della vera storia del Parco quella che nessuno ha mai raccontato e sulla quale è calato, da anni, un fitto velo di preoccupante silenzio” intuibili allora, dalla nota, le ragioni del declino precipitoso del Parco d’Abruzzo, un tempo fu il più importante e amato d’Italia.

Continue reading “I misteri del Parco nazionale d’Abruzzo e le torbide vicende della storia recente”