Tag: Scontrone

Società impegnata al recupero di vecchie cave, scava ed estrae in difformità

Scontrone (Aq). La società continuava a scavare e ad estrarre materiale inerte in totale difformità dal progetto approvato dall’amministrazione comunale interessata alla riqualificazione delle aree cave da fine febbraio 2017. Ad accertarlo sono stati i Carabinieri forestali durante un sopralluogo in una cava in località Campo Dragone.

Continua a leggere “Società impegnata al recupero di vecchie cave, scava ed estrae in difformità”

Popolazione in calo, Abruzzo in picchiata. Flessioni più alte: Ortona e Sulmona. La Valle Peligna è il territorio che si spopola di più

La crisi demografica è evidente nell’Aquilano che perde 1.771 abitanti, la Marsica 1.618, in controtendenza Avezzano che registra un incremento di abitanti pari allo 0,72%. Per l’Alto Sangro sono 22 abitanti in meno, eccezion fatta per Castel di Sangro  con +2,68%. La valle Peligna è il territorio montano abruzzese che si spopola più degli altri, perde 1.380 abitanti. In regione le flessioni più alte si registrano ad Ortona con -560 abitanti (-2,35%) e Sulmona con -515 (-2,06%) con 24 mila 454 abitanti nel 2016, a fronte dei 24 mila 969 del 2013. Sono i risultati più significativi dello studio di Aldo Ronci elaborato su dati Istat, pubblicati il 13 giugno scorso, raccolti nel ‘Rapporto 2013-2016 sul bilancio demografico della provincia dell’Aquila, territorio Peligno e Alto Sangro’. 

Continua a leggere “Popolazione in calo, Abruzzo in picchiata. Flessioni più alte: Ortona e Sulmona. La Valle Peligna è il territorio che si spopola di più”

Storie di suoli: da Megalò a Tollo e Scontrone. Suolo minacciato e cemento oltre la crisi

Pescara. Spariscono sotto il cemento 1000 km² di aree fertili in Europa, ogni anno, è più dell’intera Piana che da Pisa spinge a Cascia, stessa dimensione dell’area occupata dalla capitale. A raccontare la gravità del consumo di suolo in Italia è il dossier Suolo minacciato, ancora cemento oltre la crisi in cui Legambiente raccoglie storie di suolo consumato. Per l’Abruzzo in agonia sono i suoli costieri, oltre il 60% della costa  è divorato dal cemento, più di 90 km di costa irreversibilmente modificati su 143 km.

Continua a leggere “Storie di suoli: da Megalò a Tollo e Scontrone. Suolo minacciato e cemento oltre la crisi”

Ennesima captazione del fiume Sangro per una centrale: progetto da rigettare

Alfedena (Aq). Altri 2 chilometri di fiume Sangro da intubare, la captazione è progettata ad Aòfedena per mettere in moto l’ennesima centrale idroelettrica. Tutto questo sollevando il livello dell’alveo di circa 25 cm, con rischi di una degradazione ambientale ulteriore, la possibilità che venga compromesso il buono stato di qualità delle acque e pericoli per la fauna selvatica e la sopravvivenza di specie protette come la Lontra, Cobit e Barbo.

Continua a leggere “Ennesima captazione del fiume Sangro per una centrale: progetto da rigettare”

Estate sui binari della Transiberiana d’Italia: calendario di viaggi fantastici

Continua il viaggio sui binari delle ferrovie italiane destinate altrimenti alla dismissione e che in Abruzzo e Molise è sostenuto dall’associazione culturale Le Rotaie sulla storica ferrovia Sulmona-Isernia: la Transiberiana d’Italia.

Continua a leggere “Estate sui binari della Transiberiana d’Italia: calendario di viaggi fantastici”

L’Assessore Pepe alla inaugurazione dei primi 2 Km di pista ciclabile a Castel di Sangro

Castel Di Sangro (Aq). È pronta la prima parte del tracciato di pista ciclabile che sulla valle del fiume Sangro si estenderà, sino a Scontrone, per un totale di 5 km di lunghezza. Questa mattina sono stati inaugurati i primi 1800 metri si pista dal sindaco di Castel di Sangro, Angelo Caruso, e dal presidente del Gruppo di azione locale (Gal) Abruzzo italico alto Sangro, Domenico Mastrogiovanni. 

Continua a leggere “L’Assessore Pepe alla inaugurazione dei primi 2 Km di pista ciclabile a Castel di Sangro”

Speranza sulla discussione in consiglio comunale per salvaguardare il Punto Nascita

Sulmona (Aq). Di Punto nascita si deve continuare a discutere. Bisogna insistere, il campo non va abbandonato. Un caldo bestiale e 4 mesi intensi di presidio e di lotte non possono sortire l’effetto di frenare la mobilitazione, non possono finire nel dimenticatoio. La difesa del presidio sanitario continua, ad oltranza, finché non sarà risolta e la battaglia è davvero lunga. Ad impugnare ancora una volta le armi, della diplomazia, è l’ingegnere Carlo Maria Speranza con la richiesta di discussione sul servizio e il presidio sanitario, l’uno soppresso l’altro in odore di cancellazione, da introdurre all’ordine del giorno della prossima assise civica. Speranza ha protocollato al comune di Sulmona la richiesta di discussione per deliberare sulla salvaguardia del presidio neonatale peligno.

Continua a leggere “Speranza sulla discussione in consiglio comunale per salvaguardare il Punto Nascita”

Pnalm in Marocco al Festival internazionale delle arti delle montagne

Panlm in marocco al festival internazionale delle montagneAbruzzo. Dal 10 al 13 settembre prossimi, presso il Comune di Kandahar Sidi Khyar, in provincia  di Sefrou (Marocco), si terrà la seconda edizione del Festival Internazionale delle Arti delle montagne che quest’anno, a sorpresa, invita a partecipare una nutrita delegazione Italiana del Pnalm, Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.  Continua a leggere “Pnalm in Marocco al Festival internazionale delle arti delle montagne”