Ricerche d’idrocarburi Autorizzate sullo Ionio, è un Pugno nello Stomaco

Bisognerebbe spiegare al ministro dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, che le trivellazioni  seguono sempre le ricerche di idrocarburi dunque non può far apparire agli occhi dei suoi un fatto meno grave l’autorizzazione a scovare energia fossile perché estrarla nel Mar Ionio sarà solo il momento successivo purtroppo.

Aggiornamento Read more

Piano Gestione Rifiuti, Marcozzi (M5S): ‘Tutto da rifare, non scongiura gli inceneritori in Abruzzo’

L’Abruzzo merita di meglio e Sara Marcozzi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle interviene sul nuovo Piano regionale di gestione dei rifiuti (Prgr)del sottosegretario Mario Mazzocca “É già vecchio e inefficace e non scongiura l’ipotesi di inceneritori nella nostra regione” dichiara il consigliere pentastellato sull’approvazione del documento avvenuta lo scorso consiglio regionale.

Aggiornamento

Read more

Famigerato Sblocca Italia: abrogata norma su deriva petrolifera grazie al ricorso di Abruzzo, Campania, Lombardia e Veneto

Pescara. É accaduto proprio perché ha vinto il No, al Referendum sulle riforme costituzionali del 4 dicembre 2016*, altrimenti i giudici delle leggi non si sarebbero pronunciati dichiarando l’illegittimità costituzionale del comma 7 art. 38 dello Sblocca Italia (legge  164/2014 di conversione del decreto legge 133). La Corte costituzionale dà ragione alle Regioni più caparbie: Abruzzo, Lombardia, Campania e Veneto, promotrici del ricorso sul rilascio dei titoli minerari che altrimenti sarebbe stato regolato da un disciplinare a senso unico, redatto esclusivamente dai vertici statali. 

Read more

Renzi conferma un nuovo inceneritore per l’Abruzzo tra gli 8 previsti

È confermato un nuovo inceneritore in Abruzzo, tra gli 8 che si prevede di installare nelle regioni nel decreto del presidente del consiglio dei ministri (Dpcm), del 10 agosto, ieri pubblicato in Gazzetta ufficiale. Gli inceneritori in esercizio in Italia sono 40: la capacità nazionale complessiva di trattamento di questi impianti in esercizio a novembre 2015 è pari a 792 mila 893,77 (Mw) sulla base di 5 milioni 910 mila 099 (t/anno). 

Aggiornamento

Read more

Prorogata la concessione Edison sul Canale di Sicilia altri 12 pozzi all’orizzonte

Altri 12 pozzi all’orizzonte, sul canale di Sicilia, con la piattaforma satellite Vega b da costruire, l’ampliamento è comunque da sottoporre a procedura di Valutazione di compatibilità ambientale. Il ministero dello sviluppo economico ha appena prorogato la concessione di coltivazione della Edison, della piattaforma madre Vega A la multinazionale possiede il 60%, che gestisce l’impianto sul Canale con Eni, quest’ultima ha una quota di partecipazione all’impresa pari al restante 40%. E’ la più grande piattaforma petrolifera fissa realizzata nell’off-shore italiano.

Read more

Mail ai consiglieri regionali per un Parco marino da S.Vito a Rocca S.Giovanni

Non lo vogliono proprio istituire il Parco nazionale della costa Teatina. Che si fa allora, un attacco su più fronti? Gli ambientalisti No Ombrina, in queste ore, si scollano dal fronte che punta alla istituzionalizzazione del Parco nazionale della costa teatina e sollecitano l’avvio della procedura per l’istituzione di un’area che, in tutte le sue accezione, rappresenta proprio un piano di riserva.

Read more

Dossier. Figli di un dio minore: le trivelle croate e il patrimonio italiano svenduto ai petrolieri

Questa è la storia delle trivelle croate che si dovevano ‘pappare’ le grandi risorse petrolifere del mare Adriatico giustificando un assalto ai mari italiani che non ha precedenti.

Read more

Bocciata la deriva petrolifera filo governativa. Ora il Parco della Costa Teatina

Basta a inutili e dannose trivellazioni, la Regione Abruzzo porti finalmente a casa il Parco nazionale della costa Teatina” lo dicono e lo ripetono Legambiente, Wwf, Marevivo, Fai, Pro Natura, Italia nostra, Arci, insieme al Coordinamento nazionale no Triv e insistono sulla necessità che si riconosca ufficialmente l’area protetta dei Trabocchi. Read more

Bloccare le Trivelle nelle 12 miglia con un Referendum: Abruzzo occorre far presto

Roma. Stop trivelle, ma soprattutto se le proposte di legge hanno fallito riuscirà il voto dei cittadini ad impedire che altre piattaforme siano installate a meno di 20 chilometri dalla costa Italiana (12 miglia – 19,312 km ). Ai massimi rappresentanti delle regioni è stato chiesto di deliberare per un Referendum abrogativo che metta fine alla vergognosa sanatoria delle trivelle entro le 12 miglia, in prossimità delle coste italiane. L’attività di pressione dei gruppi ambientalisti sarà concentrata, in questi 2 mesi, sui massimi rappresentanti regionali, pacificamente, affinché almeno 5 consigli regionali, entro fine di settembre, decidano di risolvere la questione delle 12 miglia con l’unico strumento di democrazia diretta rimasto.  Read more

Appena dopo lo Sblocca Italia l’ombra del titolo concessorio unico per Ombrina

Ombre gigantesche, 11 giorni dopo l’approvazione dello Sblocca Italia ( 23 settembre 2014), quando il progetto della piattaforma petrolifera Ombrina prendeva forza con la repentina richiesta del titolo concessorio unico, com’è possibile? Detto, fatto! È la risposta degli ambientalisti che, delle altre concessioni petrolifere in mare, annunciano la definizione a breve e vogliono vederci chiaro proprio per questo chiedono alle Regioni di bloccare i progetti.
Read more

Idrocarburi. Il Governo riscrive l’art. 35 dello Sblocca Italia, ma non corregge

Con un maxiemendamento il Governo riscrive solo in parte, ma non corregge, il famigerato articolo 38 della legge 164/2014, approvata il 5 novembre, di conversione del Decreto 133/2014 conosciuto come Lo (S)blocca Italia. Sul maximendamento alla legge di stabilità 2015 anche il parere di Enzo Di Salvatore, costituzionalista. Il maxiemendamento contiene disposizioni volte a semplificare la realizzazione delle infrastrutture energetiche strategiche e a disciplinare un Piano nazionale delle aree ove consentire la ricerca e l’estrazione di gas e petrolio.

Read more

Sblocca Italia: Mazzocca dà mandato all’avvocatura per il ricorso

L’Aquila. Un’idea degna di un libro di storia di 50 anni fa è quella di raccogliere nel crogiolo del potere energetico metanodotti, trivelle e cementificazione considerandole opere di interesse strategico, piegando così a proprio uso e consumo persino la semantica. 

Aggiornamento Read more

Petrolio e gas agli sgoccioli. Wwf: “Riforma produzione energetica”

Pescara. Con la Legge 164 del 2014, (S)blocca Italia, l’Abruzzo si è trasformata in una colonia per trivelle ed è sempre più concreto il rischio di petrolizzazione per la regione verde dei Parchi. Il governo nazionale insegue per l’Abruzzo un finto sviluppo in contrasto con le scelte ambientali ed economiche compiute dai territori e l’art. 38 della Sblocca Italia complica la situazione. Wwf Italia onlus Abruzzo invita la Regione ad impugnare l’articolo dinanzi ai giudici delle leggi.

Aggiornamento Read more

NO Oil a Pescara sciopero sociale e dissenso verso il Decreto Sporca Italia

No Oil 2 Pescara 14.11 Report-age.com 2014
No Oil Pescara 14.11.2014

Pescara. Sono migliaia gli studenti in corteo e oggi durante la manifestazione di protesta, d’improvviso, compare una scritta gigante, tutta composta da persone, uno spettacolo nella protesta che incalza:  NO OIL. E’ sciopero sociale anche in Abruzzo e la popolazione si fa sentire, sempre nel massimo rispetto. Read more