Tag: Salute e Sanità

Le proposte di CasaPound per le aree interne incontro con Bartolomucci e Antonini

Sulmona (Aq). Avrà luogo domani alle ore 11:30 l’incontro elettorale organizzato da CasaPound Italia con il candidato sulmonese alla Camera Giovanni Bartolomucci e il vicepresidente nazionale del movimento Andrea Antonini. “Abbiamo organizzato questo evento per presentare le proposte del nostro movimento per le aree interne dell’Italia – afferma in una nota Giovanni Bartolomucci – Sulmona ha duramente sofferto in questi anni per via delle scelte della nostra classe politica nazionale e locale, che ha scaricato sulle aree interne di questa nostra nazone, come Sulmona, tutto il peso delle politiche di tagli ed austerità imposte dall’Unione Europea. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: spoliazione delle infrastrutture e delle attività economiche che tenevano in vita questo territorio, e conseguente spopolamento – la soluzione per Bartolomucci – Per invertire questa tendenza è importante portare in parlamento dei combattenti come CasaPound Italia, abbiamo combattuto durante tutti questi anni in prima linea a difesa del Tribunale, del Punto Nascita, e per questo invito tutta la popolazione alla presentazione della lista per sapere come porteremo questa nostra determinazione nelle aule parlamentari”.

Dietro i cattivi odori del nucleo industriale di Carsoli e Oricola: Toluene e Idrocarburi aromatici

Carsoli (Aq). Non si respira nellarea industriale di Carsoli – Oricola, odori nauseabondi e l’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente svela il perché. Si tratta di elevate concentrazioni di Toluene, sostanza che è un rischio anche per chi sta per nascere, e di Ipa totali, Idrocarburi policiclici aromatici. Nella norma invece il particolato PM10, ma delle polveri ultrafini non si parla (PM2,5 e PM0,1, la componente più tossica di questo particolato sottile si trova poi nella frazione sotto 1 micron – PM1 – ma non risultano analisi in merito). L’andamento delle concentrazioni di Ossidi di Azoto, Monossido di Carbonio, Benzene e Ozono sono tutte inferiori ai limiti di legge, ma questi limiti di legge garantiscono davvero l’uomo soprattutto se legati ad altri fattori inquinanti? 

Continue reading “Dietro i cattivi odori del nucleo industriale di Carsoli e Oricola: Toluene e Idrocarburi aromatici”

Centrale Snam, metanodotti Larino-Chieti e Rete adriatica: una creatura enorme cova i futuri distretti minerari

Una gigantesca creatura sotterranea, nascosta ad appena 5 metri di profondità, a tratti si svela per i tanti passaggi che da una regione all’altra puntano ad autorizzare interventi per il trasporto del gas naturale. I segmenti in cui è stato frammentato il gasdotto Rete adriatica insegnano, ma se lo stesso metanodotto di 687 km fosse parte di un essere unico ancora più impressionante che trae linfa vitale dal Tap (Trans adriatic pipeline) della Puglia e striscia in Molise, sino in Abruzzo e al Nord e ancora al Sud con stoccaggi, giacimenti e metanodotti che lo sostengono come il Larino-Chieti? 

Continue reading “Centrale Snam, metanodotti Larino-Chieti e Rete adriatica: una creatura enorme cova i futuri distretti minerari”

L’Abruzzo dice no il Molise dice sì su identiche istanze di permessi di ricerca

Il cordone ombelicale è lo stesso per le 2 istanze di permessi di ricerca in terra ferma trattate però in maniera opposta nonostante siano proposte dalla stessa società su regioni contigue e probabilmente per la stessa ragione. Non è indicato cosa la compagnia petrolifera vorrebbe trovare in oltre mille e 400 km², si scoprirà solo alla fine. Un’idea però ce la siamo fatta se, tra Abruzzo e Molise, quelle istanze sembrano riflettere una ricerca che va permessa ovvero ‘assoggettata ad un’unica Valutazione d’impatto ambientale più stringente’ secondo la Commissione Via Abruzzo che nel 2013 si è pronunciata per la richiesta della Rockhopper. Un anno dopo però, per le stesse istanze che interessano senza soluzione di continuità la provincia di Chieti e sconfinano nelle province di Isernia e Campobasso, arriva il colpo di scena. In Molise é tutto apposto e il permesso si può dare.

Continue reading “L’Abruzzo dice no il Molise dice sì su identiche istanze di permessi di ricerca”

Ponte sulla Mausonia, tra gli interventi anche un collegamento a Sulmona

L’Aquila. L’aquila più vivibile con il futuro Ponte Mausonia – porta Napoli anche se qualcuno già discute dell’impatto ambientale che avrà l’infrastuttura. Le preoccupazioni sarebbero frutto di un equivoco rassicurano gli amministratori e dicono che il viadotto alleggerirà il traffico sulla statale che attraversa l’Aquila. Non si esclude di realizzare collegamenti per  piste ciclabili. Tra i tanti interventi infrastrutturali un posticino è riservato anche a Sulmona con la previsione di risistemare il collegamento ferroviario con la città dei confetti che, e a detta del consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, il lavoro permetterà un allaccio diretto a Pescara .

Continue reading “Ponte sulla Mausonia, tra gli interventi anche un collegamento a Sulmona”

Spostata a Pescara l’inchiesta pubblica sul Metanodotto Larino-Chieti

Pescara. Si riducono le distanze per l’inchiesta pubblica sul gasdotto Larino-Chieti. Tempo permettendo si celebrerà giovedì 28 gennaio nel capoluogo Adriatico e così si darà alle popolazioni dei territori da intubare l’opportunità di essere ascoltati. Dopo le accuse alla Regione di voler tenere a distanza pescaresi e teatini dalla partecipazione all’inchiesta, concessa lo scorso dicembre e da svolgere all’Aquila, a centinaia di chilometri dai luoghi coinvolti dall’opera, complice il mal tempo, ha avuto modo di riparare.

Aggiornamento e Archivio

Continue reading “Spostata a Pescara l’inchiesta pubblica sul Metanodotto Larino-Chieti”

Passa il decreto che incenerisce. Il Forum: “Attenderemo al varco l’invasore Renzi”

Abruzzo. L’ennesimo ufo annunciato dal Wwf è arrivato. L’Abruzzo è davvero sotto attacco con il decreto pro inceneritori saranno altri guai per la regione verdognola d’Europa. Passa alla Conferenza Stato-regioni il piano del governo e un inceneritore è destinato anche all’Abruzzo. La reazione del mondo ambientalista abruzzese e del Forum acqua non si fa attendere: “Attenderemo al varco l’invasore Renzi”. Non pare aver portato a più miti consigli la lezione della piattaforma petrolifera Ombrina, progetto di nuovo sospeso con l’entrata in vigore dell’emendamento governativo alla Legge di stabilità che vieta nuovamente pozzi di petrolio entro le 12 miglia marine.

Continue reading “Passa il decreto che incenerisce. Il Forum: “Attenderemo al varco l’invasore Renzi””

Referendum anti trivelle al voto. La Consulta dice sì al primo quesito

Roma. Visto che trivellare entro le 12 miglia dalla spiaggia non è più possibile occorrerebbe decidere che fare dei procedimenti in corso per ottenere i permessi a trivellare in quest’area interdetta dal primo gennaio. Procedimenti sospesi e titoli da rinnovare danno ancora possibilità di vita ai pozzi petroliferi là dove è stato ripristinato il divieto, per questo il Referendum è salvo, lo ha deciso la Consulta.

Continue reading “Referendum anti trivelle al voto. La Consulta dice sì al primo quesito”

Indagine epidemiologica per Bussi e Popoli i timori sugli operai del Polo chimico confermati

Pescara. Un’anticipazione dell’indagine epidemiologica eseguita, su richiesta ufficiale del Comune di Popoli, conferma i timori covati, per anni, sul Polo chimico di Bussi, in provincia di Pescara.

Continue reading “Indagine epidemiologica per Bussi e Popoli i timori sugli operai del Polo chimico confermati”

Il Vescovo NO Snam. Monsignor Spina dice No al metanodotto e alla centrale di spinta

Sulmona (Aq). Dalla parte della gente, la sua, a difesa del territorio di cui è la guida spirituale, per questo Monsignor Angelo Spina dice un chiaro e secco NO alla devastazione, all’ulteriore inquinamento di una valle a massimo rischio sismico. Rischi e inquietudini che tubi da 48 pollici, quelli del metanodotto Rete adriatica, di certo non esorcizzano ma appesantiscono. Sì all’ambiente e ad uno sviluppo che sia sostenibile puntando al turismo verde, religioso e di qualità. I vescovi della Conferenza episcopale italia in Abruzzo si sono schierati apertamente dalla parte della Natura, contro le trivellazioni petrolifere, contro la piattaforma Ombrina mare 2, per l’Ambiente. A guidare è Papa Francesco seguendo gli insegnamenti nell’Enciclica Laudato sì

Continue reading “Il Vescovo NO Snam. Monsignor Spina dice No al metanodotto e alla centrale di spinta”

Tunnel per ridurre i tempi di percorrenza e isolare l’entroterra. Interventi sull’autostrada dei Parchi

Pescara. In cambio di altri 45 anni di gestione dell’Autostrada dei parchi Toto sarebbe disposto ad una serie di interventi sull’infrastruttura, senza chiedere finanziamenti pubblici, per accelerare i tempi di percorrenza da Pescara sino a Roma.

Continue reading “Tunnel per ridurre i tempi di percorrenza e isolare l’entroterra. Interventi sull’autostrada dei Parchi”

Semplici binocoli per evitare i cetacei nella tecnologica ricerca dell’Airgun tra Pescara e Ortona

Semplicemente giurassica è la fonte di energia che le compagnie petrolifere si ostinano a sfruttare, i Sapiens sapiens sono chiamati poi ad utilizzare dei semplici binocoli per attivare la ricerca tramite Airgun, una tecnica d’ispezione dei fondali marini utile a capire cosa si celi tra le rocce. A dir poco barocca è la misura di mitigazione e prevenzione prescritta per l’attività di ricerca sismica in mare. Per le esplorazioni petrolifere occorre garantire osservazioni in mare per eventuali avvistamenti di cetacei, e fin qui ci siamo. 

Aggiornamento

Continue reading “Semplici binocoli per evitare i cetacei nella tecnologica ricerca dell’Airgun tra Pescara e Ortona”

Annunciato tavolo istituzionale per bonifica e reindustrializzazione del Sin Bussi

Bussi (Pe). Il ministero dell’Ambiente convocherà a breve un tavolo istituzionale per ristabilire con chiarezza competenze e funzioni nell’ambito della vicenda sulla bonifica e la reindustrializzazione delle aree del Sito di interesse nazionale di Bussi sul Tirino.

Continue reading “Annunciato tavolo istituzionale per bonifica e reindustrializzazione del Sin Bussi”

Concessioni petrolifere selvagge? Pronti a un’altra battaglia dopo il quesito referendario riammesso

La Corte di cassazione ha riammesso un quesito referendario che non è caduto con l’emendamento del Partito democratico. E’ salvo, del referendum anti trivelle, il quesito sul divieto di perforazioni entro le 12 miglia, ma per evitare concessioni e titoli minerari selvaggi, la strada da percorrere è irta di difficoltà. Dicevamo, non è tutto ora quello che luccica nelle modifiche introdotte dal governo italiano e approvate con la Legge di stabilità 2016, in vigore dal 1° gennaio scorso.

Continue reading “Concessioni petrolifere selvagge? Pronti a un’altra battaglia dopo il quesito referendario riammesso”