Internati militari nel 1943 erano migliaia. Le verità svelate dalla mostra all’Annunziata per celebrare l’Armistizio

Sulmona (Aq). Non sono in molti a credere alle impressionanti situazioni vissute dagli internati militari italiani ma qualcuno sta recuperando questa fetta di storia tranciata di netto dai libri di scuola in una mostra all’Annunziata per il 75* anniversario dell’armistizio.

Read more

Al via il Festival chorus inside con Kazakistan, Ucrania, Russia, Moldavia, Ungheria e Polonia

Sabato e domenica si terrà la 31esima edizione del Festival internazionale chorus inside kermesse canora che, ogni anno, vedrà la partecipazione di cori di alcuni Paesi, 7 quest’anno in tutto mille partecipanti provenienti dall’Ungheria, Russia, Moldavia, Ucraina, Polonia e Kazakistan. Read more

Le authority del Mediterraneo: progetto Snam ingiustificato, domanda in netto calo

Secondo il rapporto della Mediterranean energy regulators (MedReg), vertice delle authority per l’energia dei Paesi dell’area mediterranea, le nuove infrastrutture in cantiere per il trasporto del gas naturale non sono giustificate dalla domanda di metano che è in costante diminuzione nell’ultimo decennio.

Aggiornamento Read more

L’Inferno sulla centrale e il metanodotto Snam: incombe il Vallone Satanasso

Incidente 27.4.2011 Sorgente immagine Bergamo sera

Alluvioni, movimenti di terra e detriti dal vallone dell’inferno (tra Sulmona e Pescocostanzo – Aq) aggiungono rischi ai tanti che già pesano sulla valle Peligna per le faglie, l’inversione termica e per la costruzione della centrale di spinta del metano e la realizzazione del tracciato del Rete adriatica, tratto Sulmona-Foligno. Frazione del progetto che è in fase conclusiva di autorizzazione. Il Vallone dell’inferno ha una pessima fama purtroppo annebbiata dalle grinze del tempo. Giusto per rinfrescare la memoria proprio lì avvenne l’incidente del 27 aprile 2011 in cui morirono, in volo sull’area con un elicottero Elycompany, 2 persone, il pilota bergamasco Danilo Ricuperati, 31 anni, di Gazzaniga, e il tecnico modenese di 27 anni Matteo Franchini.

Aggiornamento 1 e 2 Read more

Ecco la diffida al dipartimento per l’istruttoria del Sulmona-Foligno, ultimo passaggio prima dell’autorizzazione del Rete adriatica

É pronta la formale diffida al governo nazionale dimissionario, avanzata dal sottosegretario alla presidenza della giunta regionale, Mario Mazzocca. “Si invita formalmente codesto dipartimento/ufficio a non voler proseguire nella strada intrapresa” sottolinea nel documento il sottosegretario regionale con delega all’Ambiente.

Aggiornamento Read more

Navelli contro il Metanodotto Rete adriatica Federico: ‘Il governo dimissionario non è interlocutore politico’

Il tratto Sulmona-Foligno del metanodotto Rete adriatica arriva sino all’Aquila nel cuore del cratere sismico del 2009. Da Sulmona la centrale di  compressione del metano, autorizzata il 9 marzo dalla presidenza del consiglio dei ministri, a Case pente spingerà il gas naturale nella condotta che in un tunnel impressionante attraverserà le sorgenti del Pescara nel bel mezzo di uno dei bacini imbriferi tra i più grandi d’Europa, per poi sparare sull’aquilano.

Aggiornamento 1 e 2 Read more

Laboratori Gran Sasso c’è anche il Rischio Sismico. Il punto della situazione con l’Osservatorio H2O

Teramo. Non solo il caos nella gestione di una eventuale emergenza acqua del Gran Sasso, per non ripetere gli errori di maggio scorso, non solo la mancanza di partecipazione della cittadinanza alla pianificazione e alla programmazione degli interventi di messa in sicurezza del sito e degli esperimenti dei Laboratori di Fisica nucleare, ai problemi di comunicazione e informazione per le attività di ricerca svolti nell’area, dagli scienziati impiegati nell’Istituto, si aggiunge altro. Oltre al pericolo di contaminazione dell’acquifero, per la permeabilità delle gallerie autostradali e i laboratori di fisica, c’è il rischio sismico da considerare perché ad un chilometro di distanza da laboratori e gallerie, dunque dall’acquifero, è segnalata una faglia attiva. Oggi l’Osservatorio indipendente dell’acqua del Gran Sasso ha fatto il punto della situazione in conferenza stampa, a chiarire le varie questioni sono stati i rappresentanti di Wwf, Legambiente, Mountain wilderness, Arci, ProNatura, Cittadinanzattiva, Guardie ambientali d’Italia, Fiab, Cai, Italia nostra e Fai. 

Read more

Esplosione in Austria e la Situazione precipita in Puglia e Abruzzo. Italia intubata col gas Azero non dipenderebbe più dalla Russia

Sulmona (Aq). Mentre il geologo Francesco Aucone critica la valutazione del rischio sismico dello Studio d’impatto ambientale (Sia) della Snam sul progetto Rete adriatica, per il tratto di 169 km del Sulmona-Foligno, la sala di palazzo San Francesco s’affolla di mille pensieri che si fanno strada tra il silenzio degli indifesi, dinanzi all’inevitabile. La situazione è precipitata davvero, oggi dalle ore 11 alle 18, per l’esplosione in una stazione austriaca di una condotta che trasporta gas russo all’Italia. Il bilancio umano dell’esplosione è purtroppo di un morto e di decine di feriti. É un’altra ragione che i vertici porranno innanzi giovedì (incontro rinviato) per autorizzare il progetto Snam, quello nato per vendere il gas all’Europa, ma definito strategico per gli approvvigionamenti energetici di non si sa chi! Da Brindisi a Minerbio, il metanodotto parte agganciandosi al Trans adriatic pipeline (Tap) in Puglia. Per giornalisti, politici e ministri ora servirebbe altro gas per riscaldare l’Italia perché l’incidente in Austria ha prodotto la chiusura del flusso di metano verso il nostro Paese, ma solo per 7 ore. L’erogazione di gas è ripresa alle ore 18 come dimostra il rilevamento dell’erogazione del gasdotto Tag (Trans gas austrian pipeline), di Tarvisio acquistato nel settembre 2014 dalla Snam.

Aggiornamento 1 2 e 3

Erogazione gas Snam ripresa ore 18 registrata da Tarvisio Report-age.com 12.12.2017
Fonte Staffettaonline

E le conseguenze vengono ingigantite ad arte nella lunga notte di Porta a porta “L’Italia non può più dipendere dalla Russia” sottolinea nel programma televisivo di Rai 1, condotto dal giornalista Bruno Vespa, il ministro dello sviluppo economico. Carlo Calenda dichiara lo stato d’emergenza eppure “Non ci saranno problemi nelle forniture del gas” precisa il ministro. La nebbia sulla Penisola si dirada se è vero che l’Italia può contare su 6 giorni almeno di riserve di metano, se è vero che siamo lontani anni luce dalla crisi Ucraina del 2009 e se è ancora vero che già da questa notte, informano le veline austriache, l’erogazione di metano per il Bel paese sarà del tutto ripristinata. Travolti dagli eventi e dalla informazione di regime?

Aggiornamento

Read more

Esperimento Sox, il Responsabile: ‘Non ci sono rischi per l’Acqua’. Sindaci, Provincia e Associazioni ne chiedono la Sospensione

Teramo. Anche alcune associazioni dei consumatori chiedono la sospensione dell’esperimento Sox dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) del Gran Sasso dopo la richiesta d’immediata sospensione dell’esperimento decisa, con un documento votato all’unanimità, dai sindaci del teramano e dal presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino, riuniti ieri in assemblea. Nel documento si chiede anche d’intervenire per garantire le massime condizioni di sicurezza della salute dei cittadini e, in particolare, di preservare le sorgenti d’acqua.

Aggiornamento

Read more