Tag: roghi

Incendi di auto in Marsica, i Carabinieri arrestano il mandante

L’Aquila. Questa mattina i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale hanno arrestato A. T. 47enne pregiudicato di San Benedetto dei Marsi, per incendio aggravato, violazione di domicilio e atti persecutori. Continue reading “Incendi di auto in Marsica, i Carabinieri arrestano il mandante”

Incendio di domenica sul Morrone: forse un tentativo maldestro, Casini non sottovaluta

Una bravata, o forse un tentativo maldestro di appiccare il fuoco e fare danno. É questa l’impressione per l’incendio divampato domenica scorsa dietro la scuola di formazione della Polizia penitenziaria, in località Il pozzo. Il focolaio di 2 giorni fa, bonificato e spento in un’ora d’intervento alle falde del monte Morrone, non risponderebbe a certe dinamiche che hanno caratterizzato i roghi dello scorso anno, diretti probabilmente da mano esperta.

Aggiornamento Continue reading “Incendio di domenica sul Morrone: forse un tentativo maldestro, Casini non sottovaluta”

Incendio al furgone di un’impresa di pulizia, forse doloso

Sulmona (Aq). E se prima gli incendi di auto si concentravano nel quartiere dei Cappuccini in questi ultimi tempi sembra che i roghi sui mezzi abbiano sconfinato. Così ieri notte in via Silvio Spaventa, strada che divide la parrocchia di Cristo re dal tribunale, esplode un altro mezzo a motore. 

Continue reading “Incendio al furgone di un’impresa di pulizia, forse doloso”

Incendi Morrone: Analogia con roghi Piemonte e Lombardia per Capo Vigili del fuoco di Sulmona

Sulmona (Aq). Di analogia con gli incendi del Piemonte e della Lombardia parla stamane il capo dei vigili del fuoco di Sulmona, Enzo Paolo Giovannone, a margine della funzione sacra dedicata alla protettrice dei Vigili del fuoco, Santa Barbara, celebrata oggi con una santa messa nella cattedrale San Panfilo. 

Continue reading “Incendi Morrone: Analogia con roghi Piemonte e Lombardia per Capo Vigili del fuoco di Sulmona”

Ancora incendi. Marsica: Brucia la Pineta di Pescina, Canadair in azione. Terzo incendio nell’area in 4 mesi

Pescina (Aq). Le fiamme bruciano una pineta nell’area compresa tra Pescina e Venere e il fumo in lontananza, tra la boscaglia, stamane ha allarmato la popolazione. Il problema è sempre quello, se non piove brucia tutto. Il sole caldo di questi giorni d’ottobre sembra proprio aver allungato l’Estate 2017, dura a morire sul fronte incendi e che pur spegnendosi, alla lunga trascina con sé ceneri e fiamme anche ad  Autunno inoltrato. 

Continue reading “Ancora incendi. Marsica: Brucia la Pineta di Pescina, Canadair in azione. Terzo incendio nell’area in 4 mesi”

Ecco come la Natura sta facendo il suo corso in un’area incendiata la prima decade d’agosto

Sant’Eufemia a Maiella (Aq). La Fenice, dei miti greci e non solo, risorge dalle sue ceneri così come ogni specie vegetale colpita dagli incendi di questa drammatica Estate. La Ginestra del Vesuvio, il cui nome scientifico è Spartium junceum, in questi giorni d’autunno sta regalando uno spettacolo unico e miracoloso ai tanti che frequentano il posto, turisti per la maggior parte, per raccogliersi ai piedi della montagna madre, la Maiella, ad ascoltare i bramiti dei cervi che spuntano dalla boscaglia e all’imbrunire quasi scendono a valle.

Continue reading “Ecco come la Natura sta facendo il suo corso in un’area incendiata la prima decade d’agosto”

Parco Maiella: è tutta colpa tua! ‘J’accuse nostrano’ di 5 associazioni nella Lettera al ministro Galletti

Sulmona (Aq). É un j’accuse al contrario ed è una moda intramontabile in valle Peligna quella di puntare il dito non sui persecutori, ma sul più debole della catena. Così dice il saggio: quand la piand sta a terr, tutt a fa i cipp (quando la pianta cade tutti raccolgono legna) e, da un mesetto, anche per il Parco nazionale della Maiella il discorso è valido. Colpa dell’Ente che non sarebbe stato capace di prevenire e agire, scrivono in una lettera 5 associazioni. Certo, di errori ne sono stati commessi abbastanza, ma ci sembra esagerato l’invito rivolto al ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti, e al presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, affinché per l’area protetta “..il prossimo presidente non venga scelto solo sulla base delle solite alchimie politiche locali o, ancor peggio, scegliendo tra politici o ex politici esclusi da altre cariche”.

Aggiornamento

Continue reading “Parco Maiella: è tutta colpa tua! ‘J’accuse nostrano’ di 5 associazioni nella Lettera al ministro Galletti”

Singolari Piste Tagliafuoco realizzate su monte Morrone, oggi sopralluogo

Popoli (Pe). Si indaga sulle piste tagliafuoco, il Comandante del Reparto Carabinieri Parco Majella, tenente colonnello Clara D’Arcangelo, ha effettuato stamane un sopralluogo su una pista del monte Morrone con i militari della Stazione Carabinieri del Parco di Popoli (Pe) dopo l’esposto di 4 temerarie associazioni che chiedono il rispetto della legge: Appennino ecosistema, Salviamo L’Orso (Slo), Lega italiana protezione uccelli (Lipu) e Altura (Assoziazione per la tutela degli uccelli rapaci e dei loro ambienti) (Consulta qui su stesso argomento art. 11 settembre 2017).

Continue reading “Singolari Piste Tagliafuoco realizzate su monte Morrone, oggi sopralluogo”

I Carabinieri forestali bloccano l’incendiario del Sentiero dello Spirito, Parco della Maiella

Guardiagrele (Ch). Ha ammesso le sue responsabilità il 50enne fermato, dai Carabinieri Forestali, per aver appiccato il fuco, questa mattina, sul Sentiero dello spirito nel Parco nazionale della Maiella. Per G. P., queste le iniziali dell’incendiario residente nella provincia di Chieti, l’accusa è di incendio colposo ed è stato denunciato, a piede libero, per aver bruciato un tratto della Zona C di protezione del Parco Majella, di protezione speciale (Zps) dell’Unione europea (IT7140129 Parco Nazionale della Maiella) e nel Sito di interesse comunitario (IT7140203 Maiella).

Aggiornamento

Continue reading “I Carabinieri forestali bloccano l’incendiario del Sentiero dello Spirito, Parco della Maiella”

Si spara dal 1° ottobre. Fauna a rischio in aree non boschive: elusa la richiesta di sospensione della Caccia

L’Aquila. Incendi ovunque in regione, soprattutto su aree protette e riserve naturali devastate dal fuoco, 6 mila ettari bruciati in poco meno di 8 mesi in Abruzzo di cui 4 mila sono ettari di bosco inceneriti. L’apertura della caccia è comunque fissata al 1° ottobre e per il calendario venatorio abruzzese è troppo poco. Habitat distrutti, ecosistemi polverizzati, campagne e monti abbrustoliti, una carneficina che il divieto decennale alla caccia nei terreni boschivi percorsi dagli incendi non può sanare. Eppure, la richiesta di sospendere l’attività venatoria per 2 anni anche nelle aree non boschive non ha risposta per il momento, il discorso solo accennato devia sulla mancata pre apertura della caccia a settembre.

Continue reading “Si spara dal 1° ottobre. Fauna a rischio in aree non boschive: elusa la richiesta di sospensione della Caccia”

Mistero su Pacentro. Luci nella notte a Colle Ardinghi

Fumo sulla valle Peligna da Pacentro Foto Trozzi Report-age.com 31.8.2017
Fumo sulla valle da Pacentro Foto Trozzi

Pacentro (Aq). S’ingarbuglia sempre più la trama degli incendi dolosi che soffocano, da oltre 12 giorni, i territori di Sulmona, Prezza, Secinaro e Pacentro (senza contare quello di Roccapia di Ferragosto) dove ora, come in altri gironi infernali, si cerca un responsabile. Abbiamo cercato di chiarire e fare luce su storie che girano in paese. Ci preoccupano le luci notturne su colle Ardinghi avvistate da parecchi pacentrani. Proprio lì si correrà a piedi nudi i primi di settembre per la 567esima edizione della Corsa degli Zingari. La situazione migliora, l’aria si fa meno pesante e in via ufficiosa l’incendio del 19 agosto è quasi spento, rimangono dei piccoli focolai monitorati all’ingresso della zona rossa area interdetta al traffico veicolare prima dei blocchi che chiudono, da 3 anni, la strada provinciale 487, chiusura che insiste sotto la pressione di pesanti polemiche e gravi responsabilità perché sta mettendo in ginocchio attività ricettiva, commercio ed economia locae. Il tratto conduce a Passo San Leonardo e resta chiusa anche la Morronese dove il costone del monte, appesantito dalla neve nel 2015 ha ceduto sulla strada che collega Sulmona a Pacentro, in più tratti.

Continue reading “Mistero su Pacentro. Luci nella notte a Colle Ardinghi”

Valle Peligna ancora roghi, ma su Prezza e autostrada, all’altezza di Cocullo. Pezzopane: pene più stringenti per gli autori

Fig. 1 Ore 14.18 da Castrovalva foto Trirabassi

Prezza (Aq). Con Esercito e Vigili del fuoco si sta procedendo a spegnere gli incendi divampati verso le ore 14, uno sull’autostrada A25 Roma – Pescara per un pullman andato in fiamme, si consiglia di uscire a Pratola Pelgina e sulla Tiburina Valeria (statale 5) raggiunge  Pescina, sempre nell’aquilano, per riprendere l’autostrada. La prima immagine (Fig. 1) è stata gentilmente inviata alle ore 14.18 per conto di Mario Tirabassi da Castrovalva, frazione di Anversa degli Abruzzi (Aq). Lì sta operando un elicottero che attinge acqua dalla diga di Anversa, nelle gole del Sagittario. Nel territorio di Prezza brucia una vasta area e le fiamme minacciano le pale eoliche, di coda, dell’impianto di Forca Caruso. Per quest’altro incendio ancora non si conoscono le origini. L’onorevole Stefania Pezzopane e il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, chiedono a Palazzo Chigi pene più stringenti per gli autori degli incendi e rinforzi per fronteggiare una vera e propria emergenza. É disastro ambientale.  (Aggiornameto)

Copertina Maria Trozzi

Continue reading “Valle Peligna ancora roghi, ma su Prezza e autostrada, all’altezza di Cocullo. Pezzopane: pene più stringenti per gli autori”

Ore contate per l’Eremo di Santa Croce al Morrone, il fuoco avanza dal bosco a Sud

Sulmona (Aq). L’eremo di Santa Croce, chiesetta di San Pietro, sembra avere le ore contate. Il bosco a Sud sulla cima brucia e ieri è stato trascurato dal Canadair. Dicono che per il mezzo in volo non è possibile raggiungere i roghi per il fumo denso sull’area. L’eremo è minacciato dalle fiamme del devastante incendio del Morrone che dal pomeriggio di domenica divampa. Il Canadair che opera alle pendici, su costa dei cani, sembra abbia finalmente soffocato il fuoco che sino all’altro ieri ha impegnato un elicottero dei Vigili del fuoco, ma nel solo pomeriggio, rifornendosi dalla vasca del depuratore, sotto poche centinaia di metri. Il Canadair dell’altro ieri, ma solo nel tardo pomeriggio, ha raggiunto l’area quando ormai ai pennacchi si sono sostituiti funghi enormi di fumo.

Aggiornamento 1 e 2 

Continue reading “Ore contate per l’Eremo di Santa Croce al Morrone, il fuoco avanza dal bosco a Sud”

Brucia la Pineta tra Molina Aterno e Acciano, volontari in azione dal primo mattino

Brucia la pineta tra Molina ed Acciano, dal primo pomeriggio di oggi le colonne di fumo, visibili a centinaia di metri di distanza, stanno riducendo in cenere diversi ettari dell’area, cara agli abitanti della valle Subequana. 

Aggiornamento 1 e 2  Copertina di Erica Paolucci

Continue reading “Brucia la Pineta tra Molina Aterno e Acciano, volontari in azione dal primo mattino”