Tag: rilancio

Consumo di suolo. Cercasi spazi per nuovi insediamenti, nessun recupero a Sulmona

Sulmona (Aq). L’amministrazione parla di rilancio economico e imposta il nuovo modello di sviluppo industriale sulla ricerca di spazi per nuovi insediamenti, nessun tentativo di recuperare capannoni e aree dismesse, nessuna visione sostenibile siamo punto e a capo, si continuerà a consumare altro suolo così come fatto in passato da altre amministrazioni. Continua a leggere “Consumo di suolo. Cercasi spazi per nuovi insediamenti, nessun recupero a Sulmona”

Ad Alta Quota con Ruffo per Rilanciare l’economia partendo dall’Ambiente

La montagna può garantire l’unione tra i Comuni e il rilancio dell’economia, è questa la formula per Paola Ruffo, candidata di Avanti Abruzzo, che condivide oggi un grande progetto per l’Ambiente.

Continua a leggere “Ad Alta Quota con Ruffo per Rilanciare l’economia partendo dall’Ambiente”

Proposta aggiornata del Regolamento edilizio al centro dell’incontro del prossimo lunedì

Sulmona (Aq). Acceleratore premuto per rilanciare al più presto il comparto edilizio, scrive in una nota l’amministrazione comunale. Una proposta aggiornata del Regolamento edilizio sarà al centro di un incontro, fortemente voluto dal sindaco Annamaria Casini, con gli ordini professionali, che si svolgerà lunedì mattina a palazzo San Francesco con Giovanni Crocioni, ingegnere incaricato dal Comune. Continua a leggere “Proposta aggiornata del Regolamento edilizio al centro dell’incontro del prossimo lunedì”

Recupero Centro Storico, le proposte di Italica per un Progetto d’ampio respiro

Sulmona (Aq). C’è bisogno di una grande rivisitazione del centro storico e anche della fascia esterna delle mura cittadine su cui vanno creati i presupposti per recuperare e valorizzare spazi a servizi per i cittadini, utili al visitatore e buoni per il turista e i commercianti del centro ormai poco frequentato” è solo una delle tante proposte di Alberto Di Giandomenico, il leader di Italica Identità e territorio interviene sulla protesta dei commercianti del centro storico che giovedì hanno sfilato lungo corso Ovidio per chiedere una rimodulazione della Zona a traffico limitato (Ztl), parcheggi gratuiti, eventi che attraggano turismo in centro, cura ed attenzione per il cuore della città che muore anche avviando la ricostruzione post sisma da troppo tempo al palo.

Aggioramento

Continua a leggere “Recupero Centro Storico, le proposte di Italica per un Progetto d’ampio respiro”

Maiella madre, Sulmona aderisce al distretto turistico per il rilancio del territorio 

Sulmona (Aq). É stata approvata oggi in consiglio comunale l’adesione di Sulmona al Distretto turistico Maiella madre istituito con decreto del Ministero della cultura e del turismo (Mibact) su richiesta degli enti, dei Comuni e delle imprese turistiche del settore previa intesa con la Regione. 

Rilanciare e riqualificare l’offerta turistica  a livello nazionale e internazionale in maniera integrata, accrescere lo sviluppo del territorio, migliorare l’efficienza  nell’organizzazione e produzione dei servizi. Sono questi alcuni degli obiettivi della costituenda associazione che racchiude 38 comuni montani, con capofila Guardiagrele, 3 province (L’Aquila, Chieti e Pescara), Inps, Inail, Asl, 3 prefetture, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, Gal  ( gruppi di azione locale) e Dmc operanti nell’area delimitata dai comuni aderenti.  “L’inserimento di Sulmona nella rete di enti ed imprese è una grande opportunità per il nostro territorio, una scelta che ritengo potrà rivelarsi vantaggiosa e proficua, capace di dare impulso allo sviluppo sinergico dell’area e ben si sposa con il nostro obiettivo di rilancio economico del territorio in chiave turistica – afferma il Sindaco Annamaria Casini – il distretto aggregherà le imprese del comparto turistico e sarà attrattore di investimenti per favorire lo sviluppo di nuove imprese e il consolidamento dell’esistente. Nell’ambito del distretto potranno essere realizzati progetti pilota, concordati con i ministeri competenti in materia di semplificazione amministrativa e fiscalità anche al fine di aumentarne l’attrattività e favorire investimenti privati mediante azioni di riqualificazione dell’area, aggiornamento professionale del personale e la promozione di muove tecnologie – conclude il primo cittadino – Una grande opportunità dunque, per le nostre imprese e consorzi turistici, ma anche uno sprone a  proseguire un percorso di processi di aggregazione e partenariato con altre comunità, in particolare con l’Alto Sangro e i Comuni dei Parchi nazionali della Maiella e d’Abruzzo, forieri di progettualità comuni nei vari comparti della vita sociale ed economica delle comunità”.

mariatrozzi77@gmail.com

Popò di Piccione sulla Statua di Ovidio e Casini di nuovo in Romania per rilanciare il Poeta latino di Sulmona

Sulmona (Aq). Prima a San Marino poi a Costanza, dal 4 al 6 marzo, di nuovo in Romania dal 29 giugno sino a ieri, convinta del fatto che le celebrazioni del Bimillenario ovidiano debbano incrociarsi tra i territori internazionali, comunica in una nota il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, che vorrebbe far “leva sulla cultura che unisce, sulla figura di Ovidio che diventa ambasciatore di cultura e amicizia per stimolare l’incremento di un turismo di qualità a beneficio dello sviluppo dei nostri Paesi”. La figura e l’opera di questo figlio immortale di Sulmona stimola. Ne è prova il fatto che la statua è fotografata da decine di turisti che affolano la centralissima piazza XX Settembre, ogni giorno, richiamati anche dalle celebrazioni del Bimillenario della sua morte (20 Marzo 43 a. C. – Tomi, 17 d.C.). La statua del poeta stimola molto altro da qualche mese e qualcuno fa finta di non vedere. Per l’esattezza qualche piccione ha lasciato un bel ricordino sul bronzo che è ancora impresso, in chiaro, al centro della testa ed è persino colato sul braccio della statua che raffigura l’illustre cittadino sulmonese. Non sono mancate sollecitazioni affinchè si provveda a restituire un po’ di decoro alla statua, realizzata da Ettore Ferrari 93 anni fa. Nulla di fatto! Impossibile farsi avanti per pulirla proponendo di raccogliere i fondi necessari attraverso una colletta. La pulizia attenta e delicata richiederebbe anche l’ok della Sovrintendenza e tecnici di settore dunque non può essere affidata a uomini di buona volontà, ma inesperti. Intanto la Città colleziona tante figuracce: “Le nostre municipalità hanno, quindi, la responsabilità di onorare al meglio questo ruolo che la storia ci ha affidato” conclude nel suo intervento di oggi il sindaco di rientro dalla Romania.

mariatrozzi77@gmail.com

Statua Ovidio foto Maria Trozzi Report-age.com 2017

 

Archivio

La statua di Ovidio nell’era massonica