Tag: ricerche

Pietra d’Inciampo al Liceo Vico: tra i più attivi nello studio della Shoah

Lunedì prossimo il Liceo Giambattista Vico sarà celebra la Giornata della Memoria con una iniziativa significativa e forte, accolta con favore dagli studenti e dalle loro famiglie.

Aggiornamento Continue reading “Pietra d’Inciampo al Liceo Vico: tra i più attivi nello studio della Shoah”

3 milioni di spari nel mare di S.Maria di Leuca. D’Orsogna lancia l’allarme

L’esplorazione sismica […] può comunque determinare un impatto negativo sulla comunità ittica e le altre specie alieutiche, è scritto nella Valutazione d’impatto ambientale per la Edison 3D e la Petroceltic, sul progetto di ricerca, per mezzo di airgun, che interesserà 300 km² di mare a Santa Maria di Leuca, in Puglia. Dunque è chiaro che l’air gun può nuocere alla fauna ittica e nel suo blog la ricercatrice Maria Rita D’Orsogna, fisico e docente universitario della California State university at Northridge, affronta la questione, calcoli alla mano, del progetto che tradotto significa: 3 milioni di spari nel mare, 24 ore su 24 (H24), con 33 airgun e altri di riserva. Un trambusto di queste dimensioni lascerà sicuramente un segno indelebile fuori e dentro i fondali marini.

Aggiornamento

Continue reading “3 milioni di spari nel mare di S.Maria di Leuca. D’Orsogna lancia l’allarme”

Fermo in autostrada, fugge alla vista della Polizia, arrestato per ricettazione

Avezzano (Aq). Fermo di polizia giudiziaria per D.S. campano 23enne accusato di ricettazione.  Gli agenti di pattuglia sull’autostrada L’Aquila-Roma, all’altezza di Vicovaro Mandela (Rm), hanno notato la vettura del ragazzo ferma in corsia di emergenza. 

Continue reading “Fermo in autostrada, fugge alla vista della Polizia, arrestato per ricettazione”

Fonti fossili: saldi di fine stagione. Adriatico in liquidazione con la Spectrum

Quella della Spectrum è attività di registrazione sismica sottomarina, ne sono convinti i ministeri italiani, quelli croati e persino il Tribunale amministrativo regionale (Tar Lazio) che risponde al ricorso della Provincia di Teramo, di 7 Comuni della costa teramana e di 2 marchigiani ribadendo che ‘Non è attività di ricerca’ quella della società norvegese che può così dare il via ai sondaggi marini con il decreto di compatibilità ambientale rilasciato da Gian Luca Galletti e Dario Franceschini, rispettivamente ministri dell’Ambiente e dei Beni e attività culturali (Mibact). Si spalancano le porte dell’Adriatico selvaggio alla Seabird Northern explorer, la nave norvegese equipaggiata per sondare i fondali marini alla scoperta di chissà cosa da condividere, poi, con chissà quali soggetti dai nomi altisonanti della lista che la società custodisce nel cassetto “grandi compagnie petrolifere del mondo”. 

Continue reading “Fonti fossili: saldi di fine stagione. Adriatico in liquidazione con la Spectrum”

Biodiversità in azione sull’Appennino, educazione ambientale con i Carabinieri Forestali

L’Aquila. A segnare il passo sui giganti d’Abruzzo, il Gran Sasso e la Maiella, saranno i Carabinieri Forestali per la nuova iniziativa di educazione ambientale Biodiversità in azione sull’Appennino promossa con l’università del Molise e  il patrocinio del Consiglio nazionale delle ricerche. Si partirà il 20 luglio proprio dal Gran Sasso.

Aggiornamento

Continue reading “Biodiversità in azione sull’Appennino, educazione ambientale con i Carabinieri Forestali”

Nuova specie: lo scoiattolo meridionale in Calabria e Basilicata e qualcuno lo trova anche in Abruzzo

É lo scoiattolo meridionale (Sciurus meridionalis), il bianco nero del Sud, appena elevato al rango di specie, tra i mammiferi più eleganti del suo genere, ha il suo habitat in Calabria e Basilicata e aggiungiamo che non mancano comparse del grazioso mammifero anche in Abruzzo, ne abbiamo una prova.

Immagine di copertina Il giornale di Sicilia

Continue reading “Nuova specie: lo scoiattolo meridionale in Calabria e Basilicata e qualcuno lo trova anche in Abruzzo”

In Abruzzo l’80% dei comuni in area ad alto rischio sismico: dai cataloghi alla Mappa della pericolosità

Sta monitorando l’area dell’Aquila e Sulmona la geologa Tania Campea in queste ore all’opera in valle Peligna perché le scosse, di Magnitudo superiore a 5, ieri hanno ribaltato i risultati dei monitoraggi sugli edifici. Il lavoro fatto andrà rivisto completamente alla luce delle nuove e forti scosse, spiega il tecnico che è anche una esperta guida ambientale: “In Abruzzo ben l’80% dei comuni è in aree a sismicità alta. Le scosse registrate ieri nella provincia dell’Aquila tra Montereale, Pizzoli, Capitignano, Campotosto e Cagnano Amiterno sono localizzate a Sud del sistema attivato dall’agosto 2016 (sistemi di faglie capaci Campotosto-Amatrice – M. Gorzano) e dall’ottobre 2016 (sistemi di faglie capaci Norcia-Preci e M. Vettore – M. Bove)” .

Continue reading “In Abruzzo l’80% dei comuni in area ad alto rischio sismico: dai cataloghi alla Mappa della pericolosità”

Mappa della pericolosità sismica, la nuova sarà pronta entro giugno per l’Italia

In arrivo entro giugno la nuova mappa della pericolosità sismica in Italia, con nuovi dati e aggiornamenti rispetto all’attuale cartina sul rischio sismico datata 2004. 

Aggiornamento

Continue reading “Mappa della pericolosità sismica, la nuova sarà pronta entro giugno per l’Italia”

Ingv l’Aquila da chiudere: notizia infondata. Personale e attività sono però ridotti al lumicino

L'articolo del Sole

L’Aquila. È un trasferimento di sede da via dell’arcivescovato a Porta Napoli conferma l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, non si tratta di chiusura al 30 dicembre per la sede Ingv del capoluogo di Regione. In una nota, il consigliere regionale Riccardo Mercante, del Movimento 5 Stelle, ha avvertito della probabile chiusura dell’ufficio dell’Aquila. Non è fondata la notizia, ma per fare ulteriore chiarezza sulla questione il pentastellato ha anche presentato un’Interrogazione al governatore d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso. Notizia infondata, conferma il comunicato dell’Ingv, quella pubblicata nella rubrica Scuola, del Sole24ore, il 12 ottobre. L’equivoco è nato dal fatto che gli uffici Ingv verranno trasferiti in area Duomo a Porta Napoli, sempre all’Aquila. L’allarme arriva invece dalla preoccupante attesa di una nuova formalizzazione del rapporto di collaborazione con la Regione. Se l’ente territoriale continuerà a temporeggiare, nell’Istituto di geofisica e vulcanologia dell’Aquila proseguirà la contrazione del personale così come la riduzione delle attività.

Continue reading “Ingv l’Aquila da chiudere: notizia infondata. Personale e attività sono però ridotti al lumicino”

Si cerca Walter De Santis: chi l’ha visto?

Avezzano (Aq). Walter de Santis, 64 anni nato ad Avezzano il 17.07.1952 è scomparso il 19 maggio. Si è allontanato dalla struttura riabilitativa La crisalide in via Di Gianfilippo (ex via Salto) numero 41. É alto 1 metro e 83 cm, indossa jeans e giacca, una tuta di colore azzurro. É affetto da psicosi schizo-affettiva ed impoverimento cognitivo. Chiunque abbia informazioni sul signore scomparso e lo ha visto in queste ore può aiutare le forze dell’ordine nelle ricerche segnalando dove e quando, nello specifico si occupano delle ricerche dell’uomo i Carabinieri di Avezzano, in Marsica.

Scomparso il 19 maggio da una clinica di Avezzano

mariatrozzi77@gmail.com

3° giorno di ricerche, scese in campo le unità cinofile per l’anziana scomparsa

Sulmona (Aq). L’elicottero dei Vigili del fuoco di Pescara si è levato da terra anche questa mattina, attorno alle ore 10, per cercare Giuseppa Mancuso, 86 anni di Sulmona, scomparsa ormai da 3 giorni. Si assottigliano le speranze di ritrovarla ancora in vita la signora, di lei ancora nessuna notizia. Da questo pomeriggio sulle tracce dell’anziana anche le unità cinofile.

Continue reading “3° giorno di ricerche, scese in campo le unità cinofile per l’anziana scomparsa”

WWF:”Ortona presenti osservazioni contro Elsa”e le trivelle di Lazzaro

Foto Renzo di Biase
Foto Renzo di Biase

Ortona (Ch). La conferma sulle cause dello spiaggiamento dei capodogli arriva dalle tracce di gas nel sangue rilevate almeno su una delle 3 balene morte probabilmente per il disorientamento dovuto ad una emersione repentina forse necessaria a superare i forti disturbi sonori. Ciò fa riflettere sulle trivelle del progetto Elsa che avanzano a circa 7 chilometri dalla riva, con una perforazione profonda, quasi 5 mila metri, nei fondali costieri di appena 30 metri di profondità sulla riva dell’Adriatico, di fronte ai Ripari di Giobbe, frazione di Ortona (Ch) e questo dovrebbe salvarci dal disastro quando nel golfo del Messico l’acqua profonda appena 50 metri accoglieva il 20 aprile 2010 la piattaforma Deepwater Horizon della British Petroleum, quella che esplose provocato il disastro.

Le trivelle di Lazzaro, questo perché il progetto Elsa venne bocciato sonoramente nel 2011 dal Comitato valutazione d’impatto ambientale nazionale, cui seguì il Decreto di diniego della compatibilità ambientale firmato dai ministri dell’ambiente e dei beni culturali (decreto 16.05.11 n.257 Stefania Prestigiacomo – Giancarlo Galan).

Verso la scadenza dei termini per presentare le osservazioni alla Via (Valutazione impatto ambientale) c’è comunque tempo, altri 12 giorni, sino al 28 settembre. Gli amministratori locali di Ortona (Ch) sembrano aver già gettato la spugna, ancor prima di cominciare a combattere. Su una questione così delicata occorre avere coraggio, lo dimostrano tutti i giorni quelli del WWF Abruzzo e una donna, il loro referente energia, Fabrizia Arduini: “Non c’è nessun Decreto sviluppo italia approvato in via definitiva che vieti agli amministratori le osservazioni in critica”.

Continue reading “WWF:”Ortona presenti osservazioni contro Elsa”e le trivelle di Lazzaro”

Lo spettro dell’Airgun sulle balene arenate a Punta Penna

Pescara. Un sospetto dal giorno in cui sono spiaggiate a Punta Penna 7 capodogli e i primi risultati della necroscopia, sulle femmine morte quasi in riva nella riserva naturale di Vasto, provano che l’ipotesi dell’air-gun resta più che valida.

Aggiornamento Continue reading “Lo spettro dell’Airgun sulle balene arenate a Punta Penna”

Proposta la sospensione attività di ricerca idrocarburi in tutte le aree sismiche

Il Rapporto della Commissione Ichese e la decisione delle giunta Errani di prorogare la sospensione, in Emilia Romagna, delle attività di ricerca, coltivazione ed estrazione di idrocarburi, spinge ad una importante riflessione. Continue reading “Proposta la sospensione attività di ricerca idrocarburi in tutte le aree sismiche”