Tag: resort

Tragedia Rigopiano, altri 25 indagati

Sono 25 indagati, 24 persone e una società per la chiusura delle indagini sulla tragedia dell’albergo a Rigopiano di Farindola (Pe) sommerso da una slavina nell’Inverno 2017, morirono 29 persone tra ospiti e impiegati del resort. Sono 7 i reati ipotizzati disastro colposo, lesioni plurime colpose, omicidio plurimo colposo, falso ideologico, abuso edilizio, omissione e abuso d’atti d’ufficio. A questi si aggiungono alcuni reati ambientali. Ad eseguure le notifiche sono i carabinieri forestali del comando provinciale di Pescara, guidati dal tenente colonnello Anna Maria Angelozzi. Continue reading “Tragedia Rigopiano, altri 25 indagati”

Quasi 64 mila m² di terreni civici in svendita a Barisciano: la denuncia di Terrepubbliche Cittadinanzattiva

Barisciano (Aq). Alle Procure e ai Carabinieri forestali chiede di indagare sulla svendita del territorio comune che altrimenti sarebbe stato destinato a realizzare una mega tartufaia civica che, a lungo andare, avrebbe garantito la collettività. Così il circolo valorizzazione Terrepubbliche, Cittadinanzattiva L’Aquila ha segnalato il caso e scritto ad una caterva di enti nel tentativo che qualcuno ascolti, magari anche la Regione, la richiesta di fare chiarezza sulla svendita di quasi 64 mila metri quadri di terre civiche con il mutamento di destinazione d’uso delle sesse per una lottizzazione nel Comune aquilano (Delibera di consiglio comunale n. 8 del 14.7.2009 “Istanza mutamento destinazione d’uso e alienazione terre civiche della compagnia  generale servizi srl”).  

Continue reading “Quasi 64 mila m² di terreni civici in svendita a Barisciano: la denuncia di Terrepubbliche Cittadinanzattiva”

Le mani dei russi sui Piani di Pezza: 10 hotels, 168 appartamenti,150 km di piste da sci e 70 tra bar e ristoranti

Le mani dei russi sui Piani di Pezza? A qualcuno non dispiacerebbe cominciare a far cassa. Da quelle parti è da tempo che ci provano, ma a quei livelli si rischia davvero di costruire non solo l’immaginario collettivo, ma un mostro che incarnerebbe davvero tutte le brutture del mondo. Quando la realtà supera la fantasia, insegna il romanzo Shining di Stephen King del 1977, allora basta cominciare a discutere del metodo per capire. Si tenta di far passare un restringimento del Parco regionale Sirente Velino per qualcosa che fa bene all’ambiente e forse anche a certi animali. Pensare di costruire un resort su un’area protetta è come costruire una scuola su un cimitero indiano, è un po’ come realizzare una pista di pattinaggio su ghiaccio tra le piramidi di Giza. E per certi progetti, pur di raggiungere l’intento, c’è chi è disposto a ingurgitare un intero dizionario di lingua italiana per costringere le parole ad un personalissimo significato. 

Continue reading “Le mani dei russi sui Piani di Pezza: 10 hotels, 168 appartamenti,150 km di piste da sci e 70 tra bar e ristoranti”

Scovata la bozza di Decreto di istituzione del Parco Teatino: 9 le criticità

Chieti. In questi mesi si sono consumate le aspre polemiche sulle mappe, piuttosto datate, utilizzate per la perimetrazione del costituendo Parco nazionale della Costa teatina, ma è proprio il decreto d’istituzione del Parco, con le norme di salvaguardia, a rappresentare il cuore del provvedimento istitutivo dell’area protetta che racchiuderà la disciplina per gestire, nei prossimi anni, il Parco riconosciuto nel 2011.

Continue reading “Scovata la bozza di Decreto di istituzione del Parco Teatino: 9 le criticità”

Parco Costa Teatina: Io sto col Commissario De Dominicis #iostoconPino

Chieti. “Io sto con il Commissario Pino De Dominicis con la sua cartografia capziosamente non aggiornata, con le sue proposte di eccessiva estensione territoriale” scrive in una nota Giovanni Diamante, ambientalista e assessore all’ambiente del Comune di Popoli, in provincia di Pescara. E’ un’altra voce fuori dal coro mentre si allunga la minestra per il riconoscimento del Parco nazionale. Perimetrazione tutta da rifare, grazie alla indecisione del ministero dell’ambiente che, un anno fa, incaricava un Commissario per definire i confini dell’area protetta e oggi dà ragione alle più disparate osservazioni contro l’attuale perimetrazione del Parco della Costa teatina. A cosa è servito allora nominare il Commissario Pino De Dominicis!

Continue reading “Parco Costa Teatina: Io sto col Commissario De Dominicis #iostoconPino”

Resort a San Vito. Il Comune tira giù la maschera sullo scempio nel futuro Parco Teatino

Foto Wwf

San Vito Chietino (Ch). Ecco spiegato il perché della ferma opposizione dell’amministrazione di San Vito alla perimetrazione del Parco della costa teatina. Altro che paura del carrozzone politico, del presunto non coinvolgimento nel lavoro del commissario, Pino de Dominicis, altro che paladina dell’ambientalismo. Oggi finalmente scopriamo la ragione di quei netti e schietti no al Parco nazionale dando un’occhiatina all’Ordine del giorno che, all’avvio dell’assise civica, in aula consiliare mette a nudo un mastodontico villaggio turistico nell’area che si dovrebbe delimitare e proteggere. Sarà sbancata un’intera collina per cementificare 140 mila m² di terreno, realizzando strutture con piscine, sale e appartamenti per ricavare in tutto oltre 600 camere. A svelare l’arcano dunque sono Wwf, Legambiente, Italia Nostra, Lipu e Pro natura Abruzzo.
Continue reading “Resort a San Vito. Il Comune tira giù la maschera sullo scempio nel futuro Parco Teatino”