Alla Centrale idroelettrica preferiscono un Parco fluviale. La valle del Giovenco punta al rialzo

Avezzano (Aq). Il Parco fluviale o la centrale idroelettrica? Il problema dell’impianto tra Ortona dei Marsi e Pescina travolge il Wwf Abruzzo montano e le popolazioni dell’area che non sono d’accordo sulla riattivazione della centrale. La ripresa dell’impianto è stata già autorizzata dal Comitato regionale di Valutazione d’impatto ambientale e il progetto, dicono gli ambientalisti, è controverso. Sarebbe a forte impatto ambientale e non porterebbe sbocchi lavorativi. Così le popolazioni dell’area chiedono agli amministratori locali di fare ricorso al Tribunale amministrativo regionale e di garantire un intervento di riqualificazione del fiume Giovenco anche attraverso l’istituzione di un Parco fluviale.

Read more

Consumi di gas naturale ridotti a metà, ma il metanodotto sarebbe indispensabile

Pescara. I dati sui consumi di gas naturale in Abruzzo e Molise sono quelli ufficiali del ministero dello sviluppo economico. Nell’ultimo decennio la riduzione dei consumi è evidente, dunque non c’è alcuna necessità per il metanodotto Larino Chieti eppure dicono che migliori il servizio. Un servizio che con tutte queste opere in cantiere gli italiani pagheranno caro, in bolletta, nei costi fissi che schizzeranno alle stelle. Opere inutili, ribadiscono gli attivisti che oggi hanno partecipato all’inchiesta pubblica celebrata per la prima volta in Abruzzo a Pescara. In particolare il metanodotto è un progetto del tutto inutile e devastante per le produzioni agricole, per gli ambientalisti abruzzesi bisogna bloccarla.

Legge su centrali e gasdotti. Di Plinio: ‘Vero e proprio sbarramento alla realizzazione’

Chieti.A dare un’accelerata alle novità legislative regionali per la costruzione delle centrali di spinta del metano in Abruzzo è stata, di certo, l’esplosione del gasdotto a Mutignano, frazione di Pineto, in provincia di Teramo. Si è dato seguito così alla promessa dell’assessore regionale all’ambiente, Mario Mazzocca, che si è impegnato a bloccare la realizzazione di nuovi gasdotti e centrali in Abruzzo.

Aggiornamento

Read more

Banda ultralarga: 94 comuni presto fruiranno della connessione ultra veloce

Banda ultra larga Report-age.com 2015L’Aquila. Oltre 90 comuni rurali presto potranno disporre di banda ultralarga e quindi di connessioni più veloci riducendo il digital divide, il divario digitale che li distanzia dalle altre comunità dell’Unione europea in line da tempo e spediti in viaggio. La percentuale di chi naviga a velocità sostenuta è piuttosto bassa nel Centro Sud Italia, Molise 75,9%, ad esempio, contro l’83% del Friuli Venezia Giulia. In queste aree il digital divide dello stivale varia dall’ 8,4 al 13,4%, contro una media europea del 3%. Il divario digitale è quello calcolato tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell’informazione (in particolare personal computer e Internet) e chi ne è escluso in modo parziale o totale. Tta gli elementi che lo definiscono anche la connessione ultraveloce così, solo 2 italiani su 10 navigano a 30 megabyte al secondo, a chiarirlo sono i dati di Infratel Italia aggiornati a giugno 2014. E’ vero che il 96,9% della popolazione italiana è raggiunto dai servizi di accesso a Internet, ma ad una velocità compresa tra 2 e 20 megabyte al secondo che non corrisponde alla velocità garantita in altre località Eueopee. In Italia la copertura della banda ultralarga infatti rivela i tempi lumaca della Rete con una media del 22,3% di cittadini con connessione a 30 megabyte al secondo, veloce e più conveniente. Read more

Guardia medica: a Campo di Giove si riunisce la Giunta regionale

d'alfonso a Campo di giove (Aq) 3.8.2014 report-age.comCampo di Giove (Aq). Passa il treno storico del Parco della Majella con a bordo la Giunta regionale. Ad attenderla è un’intera comunità, quella di Campo di Giove che in stazione protesta pacificamente e con tanto di striscioni e tessere elettorali, alla mano, rivolge un accorato appello al Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso. Read more