Tag: recupero

Piscine a Caramanico e nuovo look per piazza e fontana a Mozzagrogna

Un complesso di piscine termali a Caramanico Terme (Pe) e nuovo look per Mozzagrogna (Ch) grazie alle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (Fsc) 2007-2013, del Programma attuativo regionale (Par).

Immagine di copertina Google map Continua a leggere “Piscine a Caramanico e nuovo look per piazza e fontana a Mozzagrogna”

Sulmona. La Ferrovia che Verrà: Rilancio del Territorio Partendo dalle Priorità

Sulmona (Aq). Priorità agli spostamenti per studio, lavoro e turismo, per scongiurare l’isolamento della valle Peligna, sono 3 le proposte per il tracciato ferroviario e le stazioni locali, dal recupero della stazioncina di Introdacqua,  migliorare concretamente il servizio Sulmona-L’Aquila con le fermate Campo di Pile-Sassa da inserire nel contratto di servizi della Regione, non ultima la previsione di una nuova stazione nei pressi della caserma dei Vigili del fuoco di Sulmona che ridurrebbe le distanze determinate dalla Bretella ferroviaria.

Aggiornamento

Continua a leggere “Sulmona. La Ferrovia che Verrà: Rilancio del Territorio Partendo dalle Priorità”

Animali da Salvaguardare in caso di Calamità: nasce il progetto Protezione Civile Animali

Incendi, alluvioni, frane, terremoti e abbondanti nevicate in Abruzzo, come in altre regioni, hanno messo in  luce un’altra realtà, quella del soccorso agli animali. Interventi che vanno organizzati al meglio ed è per questo che il Wwf e altre associazioni di volontariato presenteranno, alla Camera dei Deputati, un progetto per chiedere alla Protezione civile l’istituzione di una sezione Animali che potrebbe essere chiamata proprio Protezione civile animali.

Aggiornamento

Continua a leggere “Animali da Salvaguardare in caso di Calamità: nasce il progetto Protezione Civile Animali”

Salve 28 tartarughine minacciate d’estinzione e destinate alla vendita

Roseto degli Abruzzi (Te). Oggi la procura della Repubblica del tribunale di Teramo ha convalidato il sequestro di 24 esemplari di tartaruga Testudo hermanni operato nei giorni scorsi dai militari del gruppo Carabinieri Forestale – Nucleo CITES di Pescara, coadiuvati dalla stazione Carabinieri Forestale di Atri (Te). Le testuggini dono state recuperate in un’abitazione di Roseto degli Abruzzi e un cittadino del posto è stato denunciato per detenzione e offerta in vendita di animali protetti dalla Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie selvatiche minacciate di estinzione – Cites, senza la prescritta documentazione. I militari sono risaliti al responsabile tramite un annuncio pubblicato su un sito di vendite on-line. Il successivo controllo amministrativo ha consentito ai Carabinieri Forestali di trovare nell’orto di casa del venditore, sistemate in recinti per lo svernamento, ben 28 testuggini, del presumibile valore commerciale di 4 mila euro delle quali solo 4 con la certificazione di legale provenienza. È scattato quindi il sequestro di 24 tartarughe ed il proprietario è stato denunciato per detenzione illegale di animali protetti dalla Cites.

Recuperato il primo e trovati altri 2 cuccioli di lupo, potrebbe esserci un quarto fratellino

Lucoli (Aq). Dov’è finita mamma lupa? A chiederselo sono in molti visto che nella tana ad aspettarla ci sono almeno 3 cuccioli di circa 2 mesi. Là dove ieri Rossano Soldati ha soccorso un lupacchiotto, affamatissimo e in pessime condizioni,  si sta monitorando l’area. Turisti e gente del posto hanno segnalato la presenza di almeno 3 cuccioli in prossimità del paese. Dal sopralluogo, nel tardo pomeriggio sembra che il lupetto trovato abbia anche un IV fratellino. Gli altri due cuccioli non se la passano bene, ma stanno meglio rispetto al primo che ieri a mezzogiorno girovagava tra le rocce e sotto il solleone, alla ricerca di acqua e cibo. 

Continua a leggere “Recuperato il primo e trovati altri 2 cuccioli di lupo, potrebbe esserci un quarto fratellino”

Banca della Terra, in campo gli strumenti per dare lavoro e terra a tutela dell’Ambiente abruzzese

Abruzzo. É stato appena approvato il regolamento attuativo della legge regionale 26/2015 del M5S che mette in campo gli strumenti per la Banca della Terra d’Abruzzo che si traduce non solo in opportunità lavorative, mettendo a disposizione terre agricole pubbliche e incolte, ma consentirà di contenere il dissesto idrogeologico e il degrado ambientale, con il recupero delle aree abbandonate. 

Continua a leggere “Banca della Terra, in campo gli strumenti per dare lavoro e terra a tutela dell’Ambiente abruzzese”

Torna a Sulmona il dipinto di Sant’Omobono, tutto sull’opera trafugata nel ’93

Sulmona (Aq). Il furto risale al 1993, nella notte tra il 3 e 4 agosto vengono trafugate 2 preziose tele, restaurate, esposte nella chiesa di Santa Maria della Tomba, più altri oggetti presenti nell’edificio di culto. L’autore del furto è qualcuno di fuori città, chiariscono oggi i Carabinieri del Comando Tutela patrimonio culturale di Ancona che hanno riportato in città uno dei 2 dipinti messo all’asta, un anno fa, completamente integro e in ottime condizione. Una fortuna, chiarisce il maggiore Carmelo Grasso dei Carabinieri del Comando Tpc di Ancona: “Spesso i dipinti di valore rubati vengono sezionati anche in 4 parti e questo prezioso dipinto si prestava”.

Continua a leggere “Torna a Sulmona il dipinto di Sant’Omobono, tutto sull’opera trafugata nel ’93”

Parte la fase operativa per il recupero degli edifici di culto in Abruzzo

La Regione apre la fase operativa per il recupero e la valorizzazione degli edifici di culto abruzzesi con una riunione, svolta stamane, dei tecnici regionali e della direzione per i beni culturali e paesaggistici dell’Abruzzo per individuare i soggetti attuatori, con l’obiettivo di procedere in tempi brevi agli appalti.

Copertina Comune di Roccampontepiano

Continua a leggere “Parte la fase operativa per il recupero degli edifici di culto in Abruzzo”

Rapporto Cave 2017. Legambiente propone Legge quadro, recupero contestuale delle aree e Canone minimo per le concessioni

É possibile ridurre il prelievo di materiale e l’impatto delle cave sull’ambiente e sul paesaggio. Dare una nuova vita ad una cava dismessa si può. Percorrere la strada del riciclo degli aggregati per l’Italia è un dovere, ma la strada è ancora tutta in salita. Legambiente ha presentato oggi a Roma il Rapporto Cave 2017 invitando a puntare sul riciclo degli inerti, così come si fa in molti Paesi europei, ma anche in alcune eccezionali località italiane.

Archivio

Continua a leggere “Rapporto Cave 2017. Legambiente propone Legge quadro, recupero contestuale delle aree e Canone minimo per le concessioni”

Esposto per i cavalli abbandonati, molti sono ancora da salvare e restano in alta quota

Lucoli (Aq). Situazione di stallo per i cavalli abbandonati sulle montagne dell’aquilano, tanto che dalle più recenti notizie sembra sia stato escluso il recupero di una sessantina di animali d’allevamento che restano ancora in alta quota, nonostante gli interventi di soccorso eseguiti 2 settimane fa per sfamarli e riportarne in stalla almeno 18, di uno dei 3 gruppi di cavalli vacanti, segnalati sulle alture. Sarebbero animali difficili e, dicono, è troppo pericoloso avvicinarli. Si complica anche la questione dei verbali e delle contestazioni nei confronti dell’allevatore marsicano che ha lasciato i quadrupedi a Campo Felice, a fine novembre, in barba alla normativa che impone la demonticazione, ossia il rientro del bestiame nell’ovile custodito per il periodo invernale. Tutto si complica e la ragione è intuibile se, scoppiato il caso dei cavalli abbandonati, invece di preoccuparsi degli animali che restano ancora da salvare qualcuno indaga sul perché e sul percome la notizia degli animali lasciati in montagna sulla neve, al freddo e senza cibo, sia finita nelle pagine di molti giornali.

Archivio

Continua a leggere “Esposto per i cavalli abbandonati, molti sono ancora da salvare e restano in alta quota”

Recuperata l’Eliambulanza caduta, polemiche sulla chiusura della strada. Immagini e video dell’intervento

Lucoli (Aq). I volontari della protezione civile di Pettorano sul Gizio alle ore 8 erano già  sulla piana di Campo Felice con i colleghi di Sulmona e Pratola Peligna per le operazioni di rimozione dei rottami dell’elicottero del 118 caduto sulla piana durante il soccorso ad un uomo con una frattura a tibia e perone, deceduto insieme all’equipaggio dell’eliambulanza precipitata.

Foto di copertina E. C.

Continua a leggere “Recuperata l’Eliambulanza caduta, polemiche sulla chiusura della strada. Immagini e video dell’intervento”