Tag: qualità

Maiali tra i rifiuti della discarica incendiata a Carsoli. L’esito delle analisi sui campioni d’aria

Carsoli (Aq). Niente inquinanti organici aerodispersi in concentrazioni superiori a quelle del traffico veicolare, la ricaduta dei fumi del rogo ha solo lambito l’abitato, impossibile caratterizzare le acque servite a spegnere le fiamme, assorbite dal terreno, dal report dell’Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) arriva la conferma di quanto annunciato dai tecnici giunti, alle ore 9 del 19 marzo, in località Recocce. L’emergenza per la qualità dell’aria la stessa mattina è conclusa per l’incendio, della discarica abusiva, divampato nella notte. Singolarità non solo marsicana, dei maiali allevati fra i rifiuti e in condizioni incompatibili col benessere animale, così i tecnici Arta hanno proceduto a segnalare l’allevamento.

Continue reading “Maiali tra i rifiuti della discarica incendiata a Carsoli. L’esito delle analisi sui campioni d’aria”

Centrale di spinta Snam: Seri dubbi sul Metodo di Monitoraggio dell’Aria e sui Dati

Due  centraline sono più che sufficienti. Sarebbe questa la risposta data alla richiesta di chiarimenti sull’esiguo numero di cabine per il monitoraggio dell’aria, da installare in luoghi diversi dal punto in cui sorgerà la centrale di spinta della Snam, una da piazzare nei pressi del cimitero di Sulmona e l’altra nel campo di calcio Mezzeti, siti messi a disposizione del Comune di Sulmona. Continue reading “Centrale di spinta Snam: Seri dubbi sul Metodo di Monitoraggio dell’Aria e sui Dati”

Rapporto 2018 sull’Ambiente, 256 pagine di Conoscenza

Ben 64 saggi di una settantina di autori, raccolti in 256 pagine a colori ricche di tabelle, grafici e  immagini del territorio, sono i numeri del Rapporto 2018 sullo stato dell’ambiente della regione Abruzzo, realizzato dall’Arta (Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente) su incarico della Regione e pubblicato dalla casa editrice Carsa, presentato oggi a Pescara, all’Auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d’Abruzzo.

Continue reading “Rapporto 2018 sull’Ambiente, 256 pagine di Conoscenza”

Avezzano più ordinata e bici più al sicuro con i CicloParcheggi

Avezzano (Aq). Niente rastrelliere, ma cicloparcheggi questa è la rivoluzione per le dueruote in città e lo studio di fattibilità è stato appena approvato dall’esecutivo del capoluogo marsicano dove si opta per il fissaggio del telaio della bici e non più della sola ruota. Continue reading “Avezzano più ordinata e bici più al sicuro con i CicloParcheggi”

App ed Eccellenze, Caruso: La Regione basi la Strategia di Sviluppo sulle Aree interne

All’Aquila, sul tema Appennino eccellente, le nuove tecnologia a servizio del turismo e dell’economia locale abruzzese sono tutti d’accordo. Luoghi dello spirito, dello sport e del divertimento vanno messi in rete, in un circuito virtuoso ed organizzato però con un progetto attento alle località interne e montane che curi i particolari di un territorio per valorizzarli anche con aggiornamenti, di eventi e notizie, che per le aree interne attraggano turismo.

Continue reading “App ed Eccellenze, Caruso: La Regione basi la Strategia di Sviluppo sulle Aree interne”

Sono 9 bandiere blu per l’Abruzzo, un record. Mazzocca: ‘Risultato altamente positivo’

Il lago di Scanno nel cuore d’Abruzzo, esattamente nell’aquilano, tra le 16 new entry (entries) delle bandiere blu in Italia di quest’anno con la regione verde dei Parchi che fa incetta di colori e di bandiere blu, in tutto 9 per la qualità eccezionale di aree lacustri, marine e spiagge. Una in più rispetto allo scorso anno per l’Abruzzo, tutte sulla costa adriatica con l’eccezione del gioiellino d’Abruzzo citeriore, in alta quota (1.050 metri sul livello del mare).  Continue reading “Sono 9 bandiere blu per l’Abruzzo, un record. Mazzocca: ‘Risultato altamente positivo’”

Nuovo depuratore da epurare: impatto ambientale e insostenibilità per il lago di Barrea

Wwf e ProNatura hanno inviato una nuova lettera ai Comuni di Pescasseroli, Opi e Barrea, nell’eaquilano e ai vertici del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, alla Comunità del Parco per la realizzazione del depuratore a servizio del territorio da installare nell’area del lago di Barrea.  Continue reading “Nuovo depuratore da epurare: impatto ambientale e insostenibilità per il lago di Barrea”

Ricorso al Tar delle associazioni ambientaliste contro la centrale

Pescara. Un altro importante No alla centrale di compressione, autorizzata il 7 marzo e da costruire a Case pente di Sulmona, e al metanodotto Rete adriatica che Snam vorrebbe realizzare in area sismica. Un No che sicuramente irrobustisce la linea ambientalista. Si rafforza il fronte dell’opposizione di cittadini e istituzioni al progetto Rete adriatica della Snam. L’appello del sindaco di Sulmona (Aq), Annamaria Casini è quello di partecipare alla manifestazione Stop hub del gas del 21 aprile dalle ore 15  nella città  peligna. Stamane il primo cittadino ha raggiunto nel capoluogo adriatico i rappresentanti regionali di Wwf, Legambiente e Italia nostra per definire altri importanti aspetti della questione Snam. Continue reading “Ricorso al Tar delle associazioni ambientaliste contro la centrale”

Incendio alla Serplast, il terzo inquietante rogo dall’inizio dell’anno nel Teramano

Cellino Attanasio (Te). L’agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) ha effettuato un sopralluogo con il dipartimento di prevenzione dell’ Azienda sanitaria di Teramo nell’area dell’incendio divampato questa notte nel capannone industriale della ditta SerPlast in località Stampalone. 

Aggiornamento

Continue reading “Incendio alla Serplast, il terzo inquietante rogo dall’inizio dell’anno nel Teramano”

Centrale Snam alimentata a metano: inquina

Sulmona (Aq). La centrale alimentata a gas inquina, spiegano in una relazione i medici per l’ambiente. Tre turbine da 11 Megawatt ciascuna, 2 in esercizio a Case Pente funzioneranno contemporaneamente per sparare il gas naturale a Nord, da vendere all’Europa. Ed il primo cliente sarebbe proprio la Germania. L’impianto inquina di brutto, dicono, ma la risposta della multinazionale non si fa attende (leggila qui). Dai ministeri il problema è un altro, in sintesi, la legge richiede un’analisi della qualità dell’aria limitata però alla concentrazione di particolato totale sospeso che non è rilevante a livello sanitario. Non si considerano purtroppo quelle polveri ultra fini che fanno male alla salute. (L’articolo risale al 18 gennaio 2016 ed è stato aggiornato il 26 dicembre 2017).

Aggiornamento 12 e 3

Continue reading “Centrale Snam alimentata a metano: inquina”

Zafferano a Navelli: è tempo di Raccolta. La Tisana e la Gazzosa di Civitaretenga della Signora dello Zafferano. Esclusiva

Navelli (Aq). Nell’antico borgo, nel 2009, si raccoglievano 50 kg di Zafferano Dop (Denominazione di origine protetta), l’anno scorso appena 12 kg. A Civitaretenga, unica frazione di Navelli, si coltiva il fiore dalla pregiata spezia (Aggiornamento)

A cura di Maria Trozzi

Continue reading “Zafferano a Navelli: è tempo di Raccolta. La Tisana e la Gazzosa di Civitaretenga della Signora dello Zafferano. Esclusiva”

Incendi Morrone: Qualità aria dati dal 22 al 29 agosto

Incendio Morrone, il monte brucia da 10 giorni e Arta diffonde i dati aggiornati sulla qualità dell’’aria grazie al laboratorio mobile situato nella frazione Marane di Sulmona. Il monitoraggio sarà ampliato con altre 2 centraline. I dati sono riferiti al periodo compreso tra il 22 agosto, a partire dalla tarda mattina, e le prime ore del 29 agosto. Gli inquinanti monitorati sono: Monossido di carbonio (CO), Benzene, Toluene, polveri sottili (PM10) e Idrocarburi policiclici aromatici (Ipa) totali. Vengono forniti inoltre i dati relativi alla velocità e alla direzione del vento registrati nello stesso arco temporale. 

In generale, si riscontra per gli inquinanti monitorati un andamento delle concentrazioni progressivamente in diminuzione rispetto ai primi giorni. Non si registra ancora un ritorno alle condizioni caratteristiche della zona in esame in quanto persiste una differenza tra giorno e notte, con valori che si innalzano nelle ore notturne al mutare della direzione del vento. Come già annunciato, il monitoraggio della qualità dell’aria in località Marane proseguirà per il tempo necessario a verificare tale tendenza. Oltre che nella frazione Marane di Sulmona, un’altra centralina mobile per il rilevamento degli inquinanti atmosferici è stata posizionata questa mattina a Pacentro, in piazza Madonna delle Grazie. Si tratta del laboratorio mobile concesso dall’Arpa (agenzia regionale ambiente) Molise su richiesta del Direttore generale dell’Arta, Francesco Chiavaroli. Non avendo riscontrato altre disponibilità di analoghi mezzi attrezzati presso le altre Agenzie regionali del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, Chiavaroli ha individuato con procedura di “somma urgenza” un laboratorio privato abruzzese che nel primo pomeriggio di oggi posizionerà a Prezza il proprio mezzo per il monitoraggio della qualità dell’aria, nel sito individuato d’intesa con il Comune. Da oggi saranno dunque 3 le postazioni che verificheranno le concentrazioni degli inquinanti nell’aria delle zone interessate dagli incendi della Valle Peligna. «Ringrazio il personale dell’Agenzia che – spiega Chiavaroli – nella giornata di ieri si è attivato prontamente per consentire la ricerca e l’attivazione delle nuove unità mobili per le misurazioni e i tecnici dei Distretti provinciali di Chieti e L’Aquila che da giorni sono impegnati nelle attività a supporto di Regione e Comuni per far fronte all’emergenza incendi». 

Incendio Morrone: Asl potenzia monitoraggio qualità aria

Situazione sotto controllo, finora nessuna richiesta intervento. (Fonte Ansa) – Saranno 3 le postazioni Arta (Agenzia regionale di tutela dell’ambiente) che da domani monitoreranno la qualità dell’aria nella valle Peligna ancora invasa dal fumo che viene dal Morrone. Lo ha annunciato Palmiero Susi, delegato del dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Sulmona. In questo modo si renderà ancor più efficace e completo l’esame delle sostanze presenti nell’aria per  effetto dell’incendio.     Intanto il responsabile del dipartimento Asl, Domenico Pompei, presente al vertice di oggi pomeriggio nella sede del Centro operativo misto (Com) a Sulmona, ha sottolineato che la situazione è sotto controllo e per il momento non è il caso di fare allarmismo, limitandosi a semplici precauzioni. “Abbiamo rilevato l’innalzamento dei livelli di sostanze inquinanti particolari solo in alcune ore della notte – ha detto Pompei – ma un pericolo reale per la salute dei cittadini non c’è. Chiaro, le precauzioni vadano osservate soprattutto da persone soggette già a patologie delle vie respiratorie, come anziani o ragazzi sofferenti d’asma. Peraltro finora dai servizi di pronto soccorso degli ospedali di Sulmona, Castel di Sangro e Popoli non vengono segnalate richieste di intervento per disturbi provocati dal fumo”. Pompei ha poi dato alcuni suggerimenti come quello di evitare attività fisica nelle zone invase dal fumo dell’incendio e di lavare frutta e verdura raccolti negli orti e nei campi della Valle Peligna.

Incendi: Bonelli, gravi ritardi su spegnimento al parco Maiella (Fonte Agi) “Da molti giorni sta bruciando il Parco della Maiella, ci sono paesi come quello di Pacentro che a causa della grande quantità di fumo prodotta dall’incendio, ci arrivano segnalazioni che la popolazione si trovi in seri problemi di salute, soprattutto a livello respiratorio – Lo scrive, in una nota, il coordinatore nazionale dei verdi Angelo Bonelli, che aggiunge – Troviamo sconcertante il ritardo con cui si e’ cominciato ad intervenire per spegnere l’incendio. Ci è arrivata anche una segnalazione di un elicottero non più in grado di intervenire nelle operazioni di spegnimento per problemi legati alla manutenzione. Ci chiediamo per quale motivo Regione Abruzzo, Protezione civile e ministero dell’Ambiente non abbiano attivato le procedure del Sistema di protezione Civile Europeo e non abbiano convogliato più mezzi antincendio possibili – conclude Bonelli – É incredibile che per 10 giorni il fuoco, partito da monte Morrone abbia continuato a bruciare il Parco della Maiella. Il ministero dell’Ambiente è chiamato a rispondere di questa grave inadempienza e degli enormi ritardi con i quali sono partiti i soccorsi e le operazioni di spegnimento”.

WWF e allevatori di DifesAttiva insieme e con i Pastori Abruzzesi per prevenire danni dai lupi

Roma. A sottoscrivere l’accordo con il WWF Italia è DifesAttiva un’associazione di allevatori della Maremma toscana. Si punta alla prevenzione per garantire un equilibrio tra lupi e zootecnia. Queste  associazioni trovano soluzioni in grado di stemperare i problemi legati alla fauna selvatica soprattutto alla predazione del lupo. Con i fondi raccolti grazie alla campagna #SOSlupo si sosterrà parte della spesa per il mantenimento dei Pastori abruzzesi, storici cani di razza in grado di difendere le greggi che DifesAttiva mette a disposizione degli allevatori per custodire il bestiame.

Continue reading “WWF e allevatori di DifesAttiva insieme e con i Pastori Abruzzesi per prevenire danni dai lupi”

Inquinamento sotto il tappeto: meno centraline per monitorare l’aria a Pescara

Pescara. Il ridimensionamento annunciato delle centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria nel capoluogo adriatico preoccupa non poco cittadini e associazioni ambientaliste. Quelle da smantellare, sarà un caso, sono installate proprio nei punti nevralgici della città, i più trafficati e inquinati. 

Aggiornamento

Continue reading “Inquinamento sotto il tappeto: meno centraline per monitorare l’aria a Pescara”