Tag: punti nascita

La legge Lorenzin va cambiata, parola di Meloni

Sulmona (Aq). Lo spopolamento é una conseguenza dei tagli alla spesa e dunque ai servizi indispensabili, ribalta la visione dell’insieme Giorgia Meloni, oggi in visita all’ospedale di viale Mazzini.

Diciamo che la norma che prevede la chiusura dei punti nascita con meno di 500 parti all’anno é sbagliata” ha detto questo la presidente di Fratelli d’Italia ai giornalisti quando si é trattenuta nel reparto di neonatologia visitando poi le sale operatorie. La Meloni é in Abruzzo a sostegno del candidato del centrodestra, alla presidenza della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

“Fratelli d’Italia é qui per dire che l’ implementazione della sanità abruzzese é una delle questioni da garantire se si vuole combattere lo spopolamento. Pensiamo che a monte sia sbagliata anche la norma perche’ prima é stata fatta la legge poi una serie di deroghe. Quindi la norma va cambiata e noi lavoreremo in questo senso”.

M5s sulla sanità: ‘Fronte congiunto Pd-FI. Non accettiamo lezioni dai complici del disastro’

Sarà la collera e la furia, ma i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle dimenticano, dall’elenco dei declassati,  l’ospedale Santissima Annunziata di Sulmona, in provincia dell’Aquila, tra quelli penalizzati prima dal governo regionale di centrodestra e poi ancora dall’esecutivo  di centrosinistra. Forse è solo una distrazione. Continue reading “M5s sulla sanità: ‘Fronte congiunto Pd-FI. Non accettiamo lezioni dai complici del disastro’”

Sanità Abruzzo. No ai campanilismi, Pietrucci sostiene il lavoro dell’assessore Paolucci

L’Aquila. Il consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci dice no ai campanilismi e sostiene il lavoro dell’assessore regionale alla sanità Silvio  Paolucci. La discussione continua, ma di fatti concreti per salvare i Punti nascita abruzzesi a rischio chiusura (Ortona, Atri, Penne e Sulmona) purtroppo nemmeno l’ombra.

Continue reading “Sanità Abruzzo. No ai campanilismi, Pietrucci sostiene il lavoro dell’assessore Paolucci”

Chiusura Punti nascita. Lorenzin firma il Decreto che salverà anche Sulmona

Sulmona (Aq). Traballano i numeri che garantirebbero lo standard di sicurezza e si decreta che può essere rispettato anche sotto i 500 parti. È questa la strada che farà presto salvi dalla chiusura alcuni dei punti nascita montani. Perché? Semplice, qualcuno si è finalmente accorto che il numero dei parti per ospedale non è l’unico elemento che decreta la sicurezza, lo standard è legato piuttosto alla formazione e alla elevata casistica delle equipe mediche ed infermieristiche del servizio. Da tempo lo hanno capito all’estero e gli ospedali montani di Svizzera, Austria e Germania fanno finalmente scuola in Italia.

Continue reading “Chiusura Punti nascita. Lorenzin firma il Decreto che salverà anche Sulmona”

Qualche ambulanza in più: chiudono i Punti nascita e si vola basso

Con Paolucci si vola, raso terra, se l’assessore regionale alla sanità con enfasi annuncia e dimentica le indicazioni dell’Agenas, vale sempre la premessa che i bambini li porta la cicogna e non l’elicottero. Per chiudere i Punti nascita l’assessore deve mettere le ali, ossia una elisuperficie e magari qualche elicottero funzionante, che colleghi l’Alto Sangro e la valle Peligna al resto del mondo. Dal 2012 a Castel di Sagro non si vede nemmeno l’ombra poi del trasporto Sten e Stam, il reparto per neo mamme e neonati è chiuso da 3 anni. Dunque prima di sottrarre il servizio alle mamme e alle famiglie di un territorio che conta 60 mila abitanti, occorre qualcosa in più rispetto alle 7 nuove ambulanze promesse oggi per i presidi ospedalieri dell’intera regione e per il trasporto di neonati e mamme con doglie in tutto l’Abruzzo. La copertura del territorio regionale sul fronte dell’emergenza-urgenza ottenuta con l’incremento da 52 a 59 del numero delle postazioni di ambulanze? Da 18 a 37 il numero delle unità di emergenza che avranno il medico a bordo? Una goccia nel mare.

Continue reading “Qualche ambulanza in più: chiudono i Punti nascita e si vola basso”

Vendetta, tremenda vendetta! Sottotitolo: preparate bende e cerotti

di Rosanna Sebastiani

Sulmona (Aq). E adesso si fa sul serio, perché il Signore delle giunte, dei voti record, incontrastato docente del politichese più incomprensibile della nazione, ha raccolto il guanto di sfida, direi anzi che se lo è portato da casa per sbattercelo in faccia, perché va riconosciuto a Luciano d’Alfonso,  che ha la capacità di prevedere le mosse (solo quella di giovedì gli è sfuggita ma più per eccessiva autostima e sicurezza che per altro), sapeva che venire a Sulmona per un convegno avrebbe comportato incontri “caldi” (non calorosi), ed ha pianificato tutto fin nei minimi particolari, sono convintissima che abbia anche “gentilmente invitato il sindaco Ranalli” a dedicarsi al giardinaggio oppure ad approfittare dei nuovi arrivi di stagione per portare la consorte al Megalò oppure all’Iper…

Continue reading “Vendetta, tremenda vendetta! Sottotitolo: preparate bende e cerotti”

Un documento della maggioranza svilisce l’impegno a sospendere il decreto di chiusura dei Punti nascita

L’Aquila. Si va avanti con le riforme per la sanità abruzzese. Se n’è ribadita la necessità ieri sera, è scritto nell’atto della maggioranza all’Emiciclo, di cui primo firmatario è Andrea Gerosolimo il consigliere regionale di Sulmona che in aula aveva votato,nel tardo pomeriggio, la Risoluzione per la sospensione del decreto 10/2015 che ha chiuso i Punti nascita abruzzesi, così l’impegno sfuma.  Continue reading “Un documento della maggioranza svilisce l’impegno a sospendere il decreto di chiusura dei Punti nascita”

Il sindaco di Atri: ‘Punto nascita salvo? Non me ne voglia Sulmona: o tutti o ..’

L’Aquila. Ci sarebbe una voce singolare nell’aria che così anticipa: “Ci prendono in giro da mesi e continuano a farlo” è il sindaco di Atri, Gabriele Astolfi, a dirlo tra i manifestanti che ieri all’Aquila hanno protestato tutto il giorno dinanzi l’Emiciclo a difesa dei 4 Punti nascita abruzzesi chiusi con Decreto 10 firmato dal commissario ad acta Luciano D’Alfonso che ha così decretato la fine dei presidio neonatale di Atri (Te), e delle strutture per le neo mamme di Penne (Pe), Ortona (Ch) e Sulmona (Aq).  Continue reading “Il sindaco di Atri: ‘Punto nascita salvo? Non me ne voglia Sulmona: o tutti o ..’”

I manifestanti forzano il blocco e arrivano alla vetrata dell’aula del Consiglio regionale

Manifestanti Emiciclo forzano il blocco Foto Maria Trozzi Report-age.com 2015
Manifestanti forzano il blocco Foto Maria Trozzi

L’Aquila. Sorprendono gli agenti del cordone di sicurezza e superano la recinzione arrivando a pochi passi dall’ingresso dell’aula del Consiglio regionale, sospeso per 15 minuti – il tempo di trovare una quadra – per tentare una sintesi delle 3 proposte di risoluzione sui Punti nascita appena chiusi, i documenti sono stati presentati, a tempo debito, alla conferenza dei capigruppo. Altre 3 risoluzioni non sono state accolte per la discussione in aula perché arrivate fuori tempo massimo, erano a firma della consigliera regionale Sara Marcozzi (M5S). Continue reading “I manifestanti forzano il blocco e arrivano alla vetrata dell’aula del Consiglio regionale”

Occupato il Municipio, Ranalli e La Civita uniti per il Punto nascita Sulmona

Punto nascite occupazione municipio Fi Report-age.com 27.3.2015Sulmona (Aq). Da conferenza pubblica a conferenza stampa così si è trasformato l’incontro per annunciare le iniziative di Forza Italia, all’opposizione in consiglio comunale a Sulmona, per rispondere al diniego del presidente del consiglio comunale, Franco Casciani, a concedere la sala consiliare necessaria all’incontro pubblico organizzato per annunciare alla comunità le iniziative di protesta per la chiusura dei Punti nascita. “Occupiamo il Municipio” annuncia Luigi La Civita mettendo in campo una delle iniziative contro il decreto n. 10 dell’11 febbraio 2015, firmato dal commissario ad acta Luciano D’Alfonso, che mette una pietra tombale sul Punto nascita di Sulmona, da chiudere entro 2 anni, sempre che i manager della Asl rispettino i tempi, chiamati dal governatore a definire il Piano di adeguamento delle strutture che resteranno aperte e che dovranno accogliere gli utenti di quelle chiuse. Mentre i dirigenti predispongono il cronoprogramma delle attività propedeutiche alla chiusura dei presidi, Sulmona si mobilita così fanno le comunità degli altri comuni colpite dal provvedimento: Ortona (Ch), Penne (Pe)e Atri, in provincia di Teramo. Continue reading “Occupato il Municipio, Ranalli e La Civita uniti per il Punto nascita Sulmona”

Ricorso al Tar di Comune e Fials, insieme, contro la chiusura del Punto Nascita di Sulmona

Sulmona (Aq). La Cisl dice che sta mettendo in atto tutti gli strumenti a disposizione per la tutela dei lavoratori e auspica che il sindaco di Sulmona, Giuseppe Ranalli, cominci a mettere in atto gli strumenti istituzionali per difendere i cittadini di questo territorio. Continue reading “Ricorso al Tar di Comune e Fials, insieme, contro la chiusura del Punto Nascita di Sulmona”

Chiusura dei 4 Punti nascita: entro 2 anni la posa della pietra tombale. Altra risoluzione in Regione della minoranza

Manifestazione contro chiusura Punto nascite Sulmona Foto Trozzi Report-age.com 2015
Foto Maria Trozzi

Pescara. Solo un intervento in extremis del governo, del ministero e del parlamento, può salvare i Punti nascita di Ortona (Ch), Atri (Te), Sulmona (Aq) e Penne (Pe) attualmente esistenti, ma agonizzanti e condannati a morte da tempo. Una proroga della politica entro l’11 aprile, improbabile, la politica che per il momento non ha nomi. Dall’altra parte il Presidente emerito della Regione abruzzo, Gianni Chiodi, che domani presenterà un’altra risoluzione in merito. Quando era commissario ad acta Chiodi non ha mai detto sì al Piano di chiusura dei Punti nascita abruzzesi, nonostante le innumerevoli sollecitazioni sul piano nazionali. Continue reading “Chiusura dei 4 Punti nascita: entro 2 anni la posa della pietra tombale. Altra risoluzione in Regione della minoranza”