No Snam. I 10 comandamenti degli ambientalisti Peligni

Sulmona (Aq).Siamo alla fase decisiva della ultra decennale vicenda Snam e i Comitati citradini per l’ambiente riassumono le loro motivazioni che, da 8 anni, li contrappongono al comportamento prevaricatore ed arrogante dei vari governi. Hanno condensato ke ragioni del loro no in 10 buone ragioni per battersi contro l’inutile e dannosa opera della Snam.

Read more

Far West di trivelle oltre le 12 miglia dalla costa adriatica, ecco la mappa

Sono milioni gli ettari richiesti dai petrolieri per farsi spazio dal delta del Po sino al Salento, in alcune aree poi sono previsti 3 passaggi per scandagliare i fondali marini con esplosioni tramite il sistema airgun. Per i grandi progetti di trivellazione e ricerca nel mare Adriatico manca una Valutazione ambientale strategica e le Valutazioni di impatto cumulative e transfrontaliere, serve una moratoria immediata e occorre agire a livello comunitario. I movimenti ambientalisti si organizzano  e il 17 gennaio si danno appuntamento a Termoli.

Read more

L’Italia autorizza ricerche di petrolio in alto mare, ma decide senza i vicini di casa dell’Adriatico

Le prospezioni petrolifere autorizzate a giugno dal ministero dell’ambiente su oltre 3 milioni di ettari del mare Adriatico, da Rimini al Salento, non sembrano aver seguito un iter corretto per gli ambientalisti del Forum italiano dei movimenti per l’acqua. Il gruppo ne spiega le ragioni “Perché per i 9 decreti di Valutazione di impatto ambientale (Via positiva), emanati dal ministero dell’ambiente per 10 permessi di prospezione e ricerca (dei decreti vale per 2 permessi) richiesti da 4 operatori, non vi è traccia del coinvolgimento degli altri Paesi che si affacciano sul mare Adriatico: Croazia, Montenegro ed Albania.

Read more

Trivelle a Polignano a Mare, in Versilia trivelleranno mai?

Polignano a Mare (Città metropolitana di Bari – Puglia). Da Bari a Brindisi purtroppo anche la Costa dei trulli, come tanti incantevoli promontori dell’Adriatico selvaggio, finisce nel mirino della ricerca di idrocarburi. L’8 giugno il ministero dell’ambiente, di concerto con il ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con decreto, ha autorizzato le prospezioni geosismiche per la ricerca di petrolio proprio di fronte le spettacolari falesie. Read more

Incontro D’Alfonso – ambientalisti abruzzesi: fin troppe timidezze con Renzi

Foto per gentile concessione di Ilaria Giangrande
Foto per gentile concessione di Ilaria Giangrande

Pescara.Alcuni passi in avanti, ma rispetto ai 60 mila manifestanti di Lanciano e i 40 mila di Pescara registriamo ancora troppa timidezza politica di fronte al Governo Renzi” è il commento del Coordinamento no Ombrina dopo l’incontro di oggi con il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, il vice presidente Giovanni Lolli e l’assessore regionale Mario Mazzocca per affrontare il problema della deriva petrolifera che le politiche governative vogliono imporre all’Abruzzo e al mare Adriatico. Read more

Metanodotto. Fronte comune delle Regioni attraversate dal megatubo unite sul da farsi

Metanodotto in costruzione Report-age.com 2015Pescara. Sono decise e unite sul da farsi, non era stato possibile sino ad ora, e la tesi comune delle Regioni è incentrata su 3 sunti fondamentali. L’accordo raggiunto sarà presentato alla Conferenza di servizi del 24 febbraio a Roma, giorno in cui il governo vorrebbe decidere sull’autorizzazione del gasdotto Sulmona – Folgino. A condividere i 3 punti e a sottoscriverli, oggi in Abruzzo, sono state le Regioni coinvolte, in negativo, dal progetto della Snam. A rappresentare la tesi al ministero dello sviluppo economico l’accordo sarà proprio l’assessore regionale abruzzese Mario Mazzocca, delegato dai vertici delle altre Regioni. Esito positivo dunque per l’incontro, tenuto questa mattina in Regione a Pescara con i rappresentanti delle altre realtà territoriali compromesse dal progetto metanodotto Rete adriatica. L’assessore regionale all’ambiente Mazzocca conferma: “Le Regioni si presenteranno con una posizione univoca e condivisa”. Read more

Tap. Indagine della Procura sull’iter del ministero dell’ambiente favorevole al Via

No Tap Report-age.com 2015Puglia. Altri problemi e non sono di poco conto  per il gasdotto Tap, Trans adriatic pipeline. E’ stato appena aperto un fascicolo d’inchiesta dalla Procura della repubblica di Roma. L’esposto del Comitato No Tap ha sortito il primo effetto.  In particolare gli ambientalisti di Meledugno (Le) sollevano seri dubbi sull’iter procedurale che ha portato il ministero dell’ambiente a concedere, 11 settembre 2014, parere favorevole al rilascio della Valutazione d’impatto ambientale (Via) nonostante il parere contrario, ma non vincolante, della Regione Puglia che all’aggancio del tubo nella costa salentina, in località San Foca, aveva proposto l’alternativa dell’approdo del Tap al Petrolchimico di Brindisi. Read more

A caccia di petrolio con onde sismiche nel mar Ionio: tutto da trivellare

Con queste recenti richieste di permesso di ricerca idrocarburi offshore presentate nel mar Ionio, si arriva a 16, senza considerare le 4 concessioni attribuite lungo la costa calabrese, è il sovraffollamento di trivelle sul mar Ionio. Read more