Tag: proprieta

Terna: Dubbi sul Verbale d’immissione. La Colanero c’era e s’oppose e quelli dell’elettrodotto scrissero che era assente

Lanciano (Ch). C’era Franca Colanero quando gli operai invadevano il suo terreno per giustificare poi la costruzione di un sostegno dell’elettrodotto Villanova -Gissi. C’era eccome e quel giorno si difese e ebbe persino un malore. Era presente e combattiva, lo dicono i documenti, lo raccontano testimoni, giornali e le tremende immagini di quel giorno, lo ammettono tanti verbali, eccetto uno che nega la presenza della signora per giustificare la conclusione di una immissione che invece era stata sospesa.

Continua a leggere “Terna: Dubbi sul Verbale d’immissione. La Colanero c’era e s’oppose e quelli dell’elettrodotto scrissero che era assente”

Sin Bussi. M5S: le aree inquinate non devono passare in proprietà del Comune

Bussi sul Tirino (Pe).Un anno fa si trattava di una nuda proprietà d’attribuire al Comune per i terreni inquinati. All’Accordo di programma voluto dal ministero dell’ambiente si tentava di sovrapporne un altro in cui ad acquisire la proprietà sarebbe stata l’amministrazione comunale di Bussi sul Tirino che così sarebbe diventata responsabile per la bonifica. Oggi quel passaggio di proprietà si ripropone, purtroppo. 

Continua a leggere “Sin Bussi. M5S: le aree inquinate non devono passare in proprietà del Comune”

Banca della Terra al via: terreni da coltivare per creare lavoro e contrastare incendi, calamità e dissesto idrogeologico

Terreni abbandonati, pubblici e privati, da assegnare ai cittadini che ne faranno richiesta per mettere in campo coltivazioni che diano all’Abruzzo uno slancio verso il lavoro, per contrastare incendi, calamità e dissesto idrogeologico, in breve, per la tutela del territorio. Il Regolamento di attuazione della legge del Movimento 5 stelle è “Una grande vittoria – questo il commento di Pietro Smargiassi (M5S) primo firmatario della legge su La banca della Terra – É una legge che concretamente offre un’opportunità di lavoro e allo stesso tempo risana il territorio sia dal punto di vista idrogeologico che paesaggistico. Siamo orgogliosi di questo successo ed è la prova che il Movimento 5 Stelle è propositivo ed è assolutamente pronto a governare questa Regione”.

Continua a leggere “Banca della Terra al via: terreni da coltivare per creare lavoro e contrastare incendi, calamità e dissesto idrogeologico”

La Gatta tenta altro accordo per proprietà sito Bussi. Sel-Si: ‘Con le aree inquinate al comune, la comunità rischia’

Bussi sul Tirino (Pe). Si pensava fosse tutto risolto e invece l’acquisizione delle aree del polo chimico, della mega discarica dei veleni, non è ancora definita. Il passaggio di proprietà dalla Solvay, attuale società che gestisce il sito, alla farmaceutica Filippi, impresa che dovrebbe acquisire le aree, è ancora tutto da decidere. L’Accordo di programma voluto dal ministero dell’ambiente sarebbe superato da un altro che si vorrebbe sottoscrivere lunedì, 23 maggio, in cui è prevista l’acquisizione della proprietà da parte del comune che così diverrebbe responsabile per la bonifica. Si parla di nuda proprietà e altri diritti reali che complicherebbero di molto la questione. Se la legge dispone che la bonifica spetta al proprietario, va chiarito, sarà difficile che una clausola nell’accordo di programma che ora si intende firmare possa realmente escludere ogni responsabilità del futuro proprietario, il comune di Bussi, per le future ed eventuali nuove bonifiche. Un rischio troppo grande per un ente tanto piccolo soprattutto se un 20% di caratterizzazione è rimasta in ombra e restano incerti alcuni inquinanti che nei prossimi anni si dovranno mettere in sicurezza e poi bonificare.

Aggiornamento 2017

Continua a leggere “La Gatta tenta altro accordo per proprietà sito Bussi. Sel-Si: ‘Con le aree inquinate al comune, la comunità rischia’”

E’ possibile sospendere Imu e Tasi per immobili svalutati dall’elettrodotto Villanova Gissi

No elettrodotto Twerna Tasi Imu report-age.com 2015Si può chiedere la sospensione del pagamento dell’Imu, imposta municipale unica, e della Tasi, Tassa sui servizi indivisibili, a fronte della presenza di detrattori ambientali, come l’elettrodotto Villanova – Gissi, nelle vicinanze dei terreni e di altri immobili di proprietà. In linea di principio, per detrattori ambientali s’intendono: discariche di rifiuti solidi urbani non controllate, cave a cielo aperto non più in esercizio, impianti tecnologici in contrasto con i valori percettivi del paesaggio (linee elettriche aeree in quota, antenne ripetitrici di segnali audio e televisivi), scarpate stradale non modellate e reinverdite.

In attesa di una riqualificazione ambientale che è sempre più foriera nelle intenzioni dei vertici istituzionali, per tutte le proprietà svalorizzate dalla presenza di questi detrattori mettiamo a disposizione il fac simile del documento da compilare per la richiesta di sospensione del pagamento, autorizzata con Decreto interministeriale n. 239/EL-195/180/2013 del 13 gennaio 2015, da presentare entro il 16 giugno  

Continua a leggere “E’ possibile sospendere Imu e Tasi per immobili svalutati dall’elettrodotto Villanova Gissi”