Tag: pesticidi

Amiche Api. Lacrime di Sole: i 4 nemici forgiati dall’uomo

Sono 10 mila anni che le api combattono contro l’estinzione e mai come in questi ultimi decenni il divino ha trattenuto le sue lacrime. Nessuna compassione per un uomo ingordo, autodistruttivo che porta addosso piaghe sempre più vistose e purulente. Così la lacrima del dio Rah deve costantemente lottare per la sopravvivenza, schierata in prima linea per il bene dell’Umanità e contro 4 implacabili nemici: parassiti, pesticidi, cambiamenti climatici ed economia di mercato. Continua a leggere “Amiche Api. Lacrime di Sole: i 4 nemici forgiati dall’uomo”

Stop Pesticidi. Entro Aprile consultazione pubblica per il nuovo Pan Pesticidi

Hanno chiesto a governo e regioni un Piano d’azione nazionale (Pan) per l’uso sostenibile dei fitofarmaci, in attuazione della direttiva europea sui pesticidi 2009/128/CE, questa mattina con un flash mob fotografico anche a Teramo, come in altre 29 città italiane, il Wwf è sceso in piazza per promuovere l’agricoltura biologica, la salute, per  salvaguardare la biodiversità nei siti Natura 2000 e nelle altre aree protette.

Continua a leggere “Stop Pesticidi. Entro Aprile consultazione pubblica per il nuovo Pan Pesticidi”

É sicula l’ape tra le più resistenti ai cambiamenti climatici e ai pesticidi

Così come la penisola Iberica anche la Sicilia ha avuto un ruolo fondamentale per garantire un sicuro rifugio alle api del Mediterraneo nell’ultima glaciazione del quaternario e da questo gruppo una sottospecie sarebbe oggi tra le più resistenti ai cambiamenti e ai pesticidi. Continua a leggere “É sicula l’ape tra le più resistenti ai cambiamenti climatici e ai pesticidi”

Dossier #StopPesticidi, cocktail chimico da vietare

Roma. Il nemico numero uno per la salute e l’ambiente raddoppia, decuplica in alcuni casi, perché non è più il pesticida, ma un mix chimico concentrato su un singolo alimento, il multiresiduo, in gergo giornalistico, cocktail chimico. Così il prodotto da consumare risulta regolare perché ogni singolo residuo chimico che contiene è nei limiti di legge, arrivando però ad ospitare sino a 21 molecole chimiche differenti, come è stato rilevato nei campioni di te verde. Un cocktail micidiale che va  evitato e da 20 anni le associazioni ambientaliste chiedono all’Unione europea di  occuparsene, disciplinare nello specifico per superare l’escamotage trovato dalle multinazionali per superare i limiti di pesticidi da impiegare.

Aggiornamento 1 e 2

Continua a leggere “Dossier #StopPesticidi, cocktail chimico da vietare”

Grande fratello dei pistrelli a Barrea con il centro dedicato ai chirotteri

Barrea (Aq). Un grande fratello zoologico per una colonia di 170 pipistrelli che sarà ospitata nel centro dedicato allo studio dei chirotteri,  munito d’impianto di videosorveglianza per osservare una specie  minacciata d’estinzione: il rinolofo maggiore.

Continua a leggere “Grande fratello dei pistrelli a Barrea con il centro dedicato ai chirotteri”

L’Europa non decide: ennesimo rinvio per il Glifosato. Le associazioni puntano alla messa al bando

Roma. Situazione davvero complicata per l’Europa che non sa davvero come uscirne. Trentotto associazioni si oppongono all’ulteriore utilizzo di Glifosato, 530 mila italiani sono d’accordo e sottoscrivono la petizione, in linea sono anche altri Stati del continente europeo e con 2 milioni di firme su Avaaz.org gli ambientalisti internauti manifestano il loro responsabile dissenso al rinnovo, per 12 mesi, dell’autorizzazione per l’uso del prodotto della Monsanto che a giugno scade. Con un piano l’Italia annuncia, inoltre, di abbandonare il Glifosato entro il 2020. Manca la maggioranza qualificata oggi e il non voto dei governi europei rimanda per poco le sorti dell’erbicida. La mobilitazione di milioni di cittadini europei spinge ad essere cauti, ad affermare una volta per tutte il principio di precauzione nei confronti di un prodotto sospetto per cui si consuma l’iter di una nuova autorizzazione, sino al 2017. Il principio attivo contenuto nell’erbicida Roundup della Monsanto potrebbe non essere cancerogeno. O peggio, la questione è squisitamente scientifica: il glifosato è stato classificato prima come probabilmente cancerogeno dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità, poi probabilmente non cangerogeno dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa).

Il rinnovo dell’uso di Glifosato è stato chiesto dalla Commissione europea, in un primo momento, per altri 15 anni, richiesta ridotta poi a 9 anni e, ancora fallita, è stata limitata a più di un anno di autorizzazione all’uso, questo ha mobilitato tanti e si può ancora sottoscrivere la petizione.

#StopGlifosato

Continua a leggere “L’Europa non decide: ennesimo rinvio per il Glifosato. Le associazioni puntano alla messa al bando”

Coalizione #StopGlifosato: bene, l’Italia tutela la salute dei cittadini

Roma. Decide di non votare il Comitato tecnico che doveva approvare l’autorizzazione all’uso del glifosato, nei Paesi dell’Unione Europea, per altri 9 anni. Alcuni paesi tra cui l’Italia, la Francia, la Germania e la Svezia hanno ritenuto non soddisfacente la nuova proposta della Commissione europea che portava una riduzione del tempo di autorizzazione dell’erbicida a 9 anni invece dei 15 anni previsti nella proposta originaria.

Aggiornamento

Continua a leggere “Coalizione #StopGlifosato: bene, l’Italia tutela la salute dei cittadini”

Pesticidi. Abruzzo, seconda regione per contaminazione delle falde

Pesticidi nelle acque, l’Abruzzo è tra le regioni più esposte alla contaminazione delle falde e la situazione potrebbe essere ancora più grave di quella che sembra se è vero che l’Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) non analizza centinaia di altre sostanze chimiche presenti nel suolo. “È solo la punta dell’Iceberg” denuncia in una nota il Forum abruzzese per l’acqua.

Continua a leggere “Pesticidi. Abruzzo, seconda regione per contaminazione delle falde”

Glifosato. Parere negativo dei ministri Martina e Lorenzin al rinnovo dell’autorizzazione per l’uso del pesticida

Roma.  I ministri Maurizio Martina (Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali – Mipaaf) e Beatrice Lorenzin (Ministro della salute) annunciano un parere negativo dell’Italia al rinnovo dell’autorizzazione all’uso del Glifosato della Commissione europea. Le 32 associazioni della coalizione #StopGlifosato esprimono la loro soddisfazione per la presa di posizione dei ministri. Il Glifosato è un pesticida molto diffuso in Italia potenzialmente cancerogeno secondo l’Istituto per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità. L’Italia sembra intenzionata ad uscire dal glifosato entro il 2020. Ai ministri impegnati nell’attuazione del Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei fitofarmaci (Pan pesticidi) le associazioni chiedono una verifica della pericolosità del glifosato e un Piano nazionale glifosato zero con uno #StopGlifosato subito efficace.

Continua a leggere “Glifosato. Parere negativo dei ministri Martina e Lorenzin al rinnovo dell’autorizzazione per l’uso del pesticida”

Dossier Stop pesticidi. Abruzzo: aumentano i prodotti agricoli con più residui

In Italia un campione su 2 di frutta e verdura è contaminato da uno o più residui di sostanze chimiche, i risultati dell’indagine di Legambiente evidenziano in Abruzzo un aumentano di campioni con più residui.

Aggiornamenti

Continua a leggere “Dossier Stop pesticidi. Abruzzo: aumentano i prodotti agricoli con più residui”

Shoah degli ulivi: la Xylella macchinazione delle lobb

Aggiornamento 7.7.2015  Ad Oria, località della provincia di Brindisi di circa 15 mila abitanti, gli affiliati stanno tagliando 47 alberi di ulivo.  A vigilare sulle motoseghe in azione prima un centinaio tra poliziotti e carabinieri, poi 300 alcuni in tenuta antisommossa, agenti della Forestale e della Finanza tra le campagne di contrada Frascata dove, dalle ore 4, si tagliano le piante della pace che sarebbero colpite e contagiate dalla Xilella, un batterio innocuo promosso a batterio killer in nome del dio dei pesticidi e delle seghe mentaliSi presidiano persino le strade di collegamento all’area di campagna per impedire che ambientalisti e giornalisti si avvicinino al luogo del delitto, come accadde lo scorso 15 aprile quando gli attivisti fermarono la prima fase della bonifica, tristemente nota come eradicazione degli ulivi, allira ne furino tagluati . Oggi in media sono 4 operatori delle forze dell’ordine a guardia di ogni albero da terminare, manco fosse la sacra corona unita! Al ricorso dei 25 Comuni del Leccese, si aggiungerà quello delle amministrazioni del Brindisino, tra Francavilla Fontana e Oria, s ‘impugnarà il provvedimento di eradicazione al Tribunale amministrativo regionale del Lazio, suggerito dalla nuova misura europea che prevede l’abbattimento di tutte le piante, anche sane, nel raggio di 100 metri dalle infette, vuoto cosmico per ogni albero ‘singolarmente’ infetto. (Fonte)

Gli ulivi salentini stanno bene lo dicono fonti autorevoli: “Si dà il caso che le indicazioni molecolari acquisite a Bari forniscano buoni motivi per ritenere che il ceppo salentino di Xylella fastidiosa appartenga ad una sottospecie (o genotipo) che non infetta né la vite né gli agrumi, e che esperienze statunitensi (California) indicano come dotato di scarsa patogenicità per l’olivo” così è scritto in un articolo pubblicato il 30 ottobre 2013 sul sito della Accademia dei Georgofili.

Foto di copertinaBiagio Magliani Cultura salentina

Continua a leggere “Shoah degli ulivi: la Xylella macchinazione delle lobb”

L’Italia è il maggior consumatore europeo di pesticidi

Pesticidi Report-age.com 2015Roma. C’era d’aspettarselo, dal coordinamento delle associazioni ambientaliste e dell’agricoltura biologica arriva un’altra conferma. Purtroppo il Pan Pesticidi (Piano di azione nazionale sull’utilizzo sostenibile dei pesticidi) continua a favorire le multinazionali della chimica, il Pan è stato da poco approvato. Continua a leggere “L’Italia è il maggior consumatore europeo di pesticidi”

Pesticidi nelle acque in Abruzzo, tutto sul rapporto Ispra

Abruzzo. Acque contaminate, ma non solo, la contaminazione è diffusa in Abruzzo, il rapporto Ispra mette in luce le evidenti criticità della regione. Migliorare il monitoraggio e diminuire l’uso dei fitofarmaci in agricoltura è l’unica soluzione possibile in questa situazione paradossale.

Continua a leggere “Pesticidi nelle acque in Abruzzo, tutto sul rapporto Ispra”