Tag: pescaraporto

Inchiesta PescaraPorto. Richieste di rinvio a giudizio per gli indagati

Pescara. Nell’inchiesta PescaraPorto, appena chiusa, le ipotesi di reato sono abuso d’ufficio e falso in atto pubblico e la richiesta di rinvio a giudizio riguarda il senatore Luciano D’Alfonso, già presidente della regione Abruzzo. Continua a leggere “Inchiesta PescaraPorto. Richieste di rinvio a giudizio per gli indagati”

Quel Qualcosa in Comune tra Megalò 3 e Pescaraporto: fuori dalle sedi istituzionali

Pescara. Cosa avrebbero in comune l’inchiesta sul centro commerciale Megalò 3 progettato a Chieti scalo, a pochi passi dall’argine del fiume Pescara, e l’inchiesta su Pescaraporto? Forse anche il metodo dell’ente territoriale che sembra preferire l’ufficio di un professionista, per definire certe delicate faccende che riguardano Abruzzo, piuttosto che le sedi deputate. Nella secolare rivalità tra Pescara e l’Aquila per la spartizione delle sedi regionali, d’Estate all’Aquila e d’Inverno a Pescara, la domanda (ironica) sorge spontanea: ma tutte queste sedi di Regione che le teniamo più a fare?

Continua a leggere “Quel Qualcosa in Comune tra Megalò 3 e Pescaraporto: fuori dalle sedi istituzionali”

Prescrizione al processo MareMonti prosciolti D’alfonso e Toto. Restano gli illeciti amministrativi

Pescara. Rinunziano alla prescrizione gli imputati del processo Mare Monti? No e così vengono prosciolti per estinzione del reato ovvero per prescrizione (ex art. 157 cp). In breve, si fa per dire, sui fatti contestati é trascorso troppo tempo perchè intervenga una pronuncia di sentenza di condanna irrevocabile. L’immagine dunque è quella solita di un procedimento lumaca generato da indagini partite quasi 10 anni fa, nel 2008,  per dei fatti accaduti alla fine degli anni Novanta. Cosa rimane? Un barlume di giustizia assediato da tanti spettri. Il primo è quello di una variante al progetto, della strada statale 16 Penne/Pescara, forse per recuperare un ribasso di gara impressionante. Così, rispetto al progetto appaltato, con la variazione la strada invade, giusto giusto, la riserva naturale regionale Lago di Penne. Il tutto con il beneplacito della Provincia di Pescara, ai tempi in cui ne era presidente Luciano D’Alfonso (dal 1995 al 1997). Cosa resta? Il non luogo a procedere per prescrizione per D’Alfonso, Carlo, Alfonso e Paolo Toto nell’ambito del procedimento. Restano in piedi soltanto gli illeciti amministrativi di cui si tratterà il 30 maggio per valutare eventuali responsabilità delle società legate alla Toto Costruzioni Spa, dell’Anas e della Provincia di Pescara. 

Continua a leggere “Prescrizione al processo MareMonti prosciolti D’alfonso e Toto. Restano gli illeciti amministrativi”