Tag: pericoli

Nel Parco censiti 37 pericoli per l’essere umano e l’Orso bruno marsicano

Il servizio di sorveglianza del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ha completato il censimento delle strutture potenzialmente pericolose per l’incolumità dell’Orso bruno marsicano censendone 37 nel Parco e in Zona di protezione esterna (Zpe) in 16 Comuni.

Aggiornamento

Continua a leggere “Nel Parco censiti 37 pericoli per l’essere umano e l’Orso bruno marsicano”

Navelli. Poliziotti in cattedra per un uso consapevole dei social e contro il cyberbullismo

Navelli (Aq). In cattedra i poliziotti dell’Aquila per una particolare attività di prevenzione dai pericoli della Rete in cui possono rimanere invischiati i più giovani. Nella sala polifunzionale Girolamo Santucci i rappresentanti della Polizia posale del capoluogo hanno dato vita, con gli studenti, ad un incontro formativo sull’uso consapevole dei social. 

Continua a leggere “Navelli. Poliziotti in cattedra per un uso consapevole dei social e contro il cyberbullismo”

Animali da Salvaguardare in caso di Calamità: nasce il progetto Protezione Civile Animali

Incendi, alluvioni, frane, terremoti e abbondanti nevicate in Abruzzo, come in altre regioni, hanno messo in  luce un’altra realtà, quella del soccorso agli animali. Interventi che vanno organizzati al meglio ed è per questo che il Wwf e altre associazioni di volontariato presenteranno, alla Camera dei Deputati, un progetto per chiedere alla Protezione civile l’istituzione di una sezione Animali che potrebbe essere chiamata proprio Protezione civile animali.

Aggiornamento

Continua a leggere “Animali da Salvaguardare in caso di Calamità: nasce il progetto Protezione Civile Animali”

Ricorso al Tar del Wwf Italia contro il nuovo calendario venatorio abruzzese

Il calendario venatorio di quest’anno, prodotto dalla Regione Abruzzo, è tra quelli che il Wwf Italia ha impugnato dinanzi al Tribunale amministrativo regionale. A darne notizia è oggi Dante Caserta, vicepresidente del Wwf Italia e firmatario del ricorso al Tar Abruzzo. “Siamo costretti a farlo di fronte ad una politica filo-venatoria della Regione che continua a gestire la fauna senza tener conto che è patrimonio dell’intera collettività e non l’oggetto di svago di una minoranza, i cacciatori. Fino a quando la gestione della fauna sarà definita dal volere dei cacciatori e non su basi tecnico-scientifiche, oltre a consentire l’uccisione di tanti animali e la messa in pericolo di intere specie, si determineranno gravi problemi. È avvenuto per i cinghiali, reintrodotti a scopo venatorio e gestiti solo attraverso i cacciatori, con effetti negativi che sono sotto gli occhi di tutti purtroppo”.

Archivio

Continua a leggere “Ricorso al Tar del Wwf Italia contro il nuovo calendario venatorio abruzzese”