Tag: patrimonio

Perdonanza. Alla badia presentazione del Fuoco del Morrone-Il cammino del Perdono

Quarantesima edizione della Fiaccola del fuoco del Morrone con il movimento Celestiniano e l’associazione Celestiniana di Sulmona (Aq) già all’opera per organizzare al meglio questa importante edizione del Cammino del perdono. Continua a leggere “Perdonanza. Alla badia presentazione del Fuoco del Morrone-Il cammino del Perdono”

Sopralluogo nella Biblioteca chiusa da 10 anni: Patrimonio librario in Buono Stato

Sulmona (Aq). Sarà richiesta una nuova verifica di carattere statico alla stessa commissione che definì la scheda relativa alla vulnerabilità sismica della biblioteca comunale Ovidio di piazza Tommasi, nell’edificio chiuso dopo il sisma del 2009. Continua a leggere “Sopralluogo nella Biblioteca chiusa da 10 anni: Patrimonio librario in Buono Stato”

Strisce verniciate sulle foglie. Svelato il mistero della segnaletica orizzontale che scompare subito dalla carreggiata

Sulmona ( Aq). La pavimentazione stradale non è stata pulita né liberata da terriccio e fogliame prima di pennellare le strisce che delimitano la carreggiata su via Ancinale. Così sembra e allora un colpo di spugna o un piede, strisciato sulla linea, basta per cancellare la passata di bianco. Non è un barbatrucco, ma un trucco da barbari l’ennesimo lavoro pubblico andato a male per poca attenzione e cura nell’intervento. ‘E io pago!’ esclama adirato ogni onesto cittadino. A rivelare il fatto, in un post su Facebook, é Pasquale Di Toro, imprenditore edile impegnato a svelare le tante magagne sui lavori pubblici eseguiti in città, noto per la pulizia dalla neve lurida attorno alla statua di piazza XX Settembre che rappresenta il poeta latino Ovidio, illustre cittadino sulmonese che nell’8 dopo Cristo (d.C.) fu relegato a Tomis, attuale città di Costanza, in Romania. L’intervento è costato a Di Toro una multa per non aver chiesto un permesso, per l’ingresso in centro storico con il mezzo da lavoro, e dei punti decurtati dalla patente di guida, e ancora altro.

mariatrozzi77@gmail.com

Da Ieri le Faggete del Pnalm Sono Patrimonio UNESCO

Pescasseroli (Aq). Da ieri le faggete del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise sono patrimonio mondiale dell’Unesco. A Cracovia ieri nella 41 sessione della Commissione per il patrimonio mondiale il riconoscimento, già attribuito alle faggete dei Carpazi a quelle di altri 10 Paesi europei, è stato esteso alle faggete del Pnalm. In tutto sono 12 gli stati in cui vengono riconosciuti siti naturali di faggete vetuste iscritti al patrimonio mondiale: Italia, Austria, Belgio, Slovenia, Spagna, Albania, Bulgaria, Croazia, Germania, Romania, Slovacchia e Ucraina.

Faggete, foto Maria Trozzi ®

Continua a leggere “Da Ieri le Faggete del Pnalm Sono Patrimonio UNESCO”

Festa dei Serpari di Cocullo, l’appello di Pezzopane: “Sia Patrimonio Unesco”

Cocullo (Aq). Proprio il primo maggio era presente a Cocullo una delegazione dell’Unesco, perché l’amministrazione comunale ha avviato un percorso che elegga il Rito dei serpari quale bene immateriale del patrimonio dell’Umanità,  dell’Organizzazione delle Nazioni unite per l’educazione, la scienza e la cultura (Unesco)

Continua a leggere “Festa dei Serpari di Cocullo, l’appello di Pezzopane: “Sia Patrimonio Unesco””

Pista forestale asfaltata, Soa svela il retroscena: un progetto per costruire impianti di risalita

Villavallelonga (Aq). Perché spendere 500 mila euro per asfaltare una pista forestale che non collega il paese ad abitazioni, resort e altre strutture ricettive e che dovrebbe rimanere chiusa? La domanda sorge spontanea per la lingua d’asfalto appena realizzata a Prati d’agro e si fa strada una risposta osservando, da un’altra prospettiva, la colata di bitume che ha incatramato il cuore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm). La stradina bianca di Prati d’Agro è asfaltata, con il parziale avallo dell’ente parco, per una ragione sino a ieri poco chiara. Cosa c’è sotto? La Stazione ornitologica abruzzese va a spulciare il Piano triennale delle opere pubbliche di Villavallelonga e scopre l’incredibile intervento per collegamenti a fune previsto proprio tra fonte Aceretta e Pescasseroli. Nel piano non risulta un intervento sulla strada, nei paraggi però è programmato un impianto di risalita, esattamente di arroccamento. Una prima conferma dei dubbi nutriti sin da gennaio è una vasta porzione del versante montano di Villavallelonga che rientra, per l’ultra trentennale Piano paesistico regionale, nel bacino degli impianti sciistici di Pescasseroli. Proprio così e la situazione si complica perché i divieti sulle Zone di protezione speciali (Zps) non si applicano  in questo caso, perché la pianificazioni regionale è precedenti al 2007, anno del decreto sulle Zps.

Aggiornamenti

Continua a leggere “Pista forestale asfaltata, Soa svela il retroscena: un progetto per costruire impianti di risalita”

Potature: “Da marzo a luglio sono dannose” i consigli del Wwf ai sindaci

Foto TrozziTeramo. Quante volte capita di vedere intere alberature distrutte da tagli indiscriminati fatti passare per potature? Quante volte le stesse piante su cui si è intervenuti, in maniera così dissennata, dopo poco tempo vengono abbattute perché ormai incapaci di riprendersi? Il Wwf Teramo risponde così agli interventi sommari ed azzardati, soprattutto se eseguiti in certi periodi dell’anno, sul patrimonio arboreo inviando una nota ai sindaci dei comuni della provincia di Teramo per raccomandare maggiore attenzione nelle potature periodiche che troppo spesso si rivelano dannose per le piante, gli animali e in fondo anche per l’uomo. Consigli che non dovrebbero disdegnare i sindaci delle altre località d’Abruzzo. 
Continua a leggere “Potature: “Da marzo a luglio sono dannose” i consigli del Wwf ai sindaci”