Tag: parco costa teatina

Allarme Ombrina: a volte ritornano. Rockhopper chiede una proroga del titolo minerario

Passata la festa gabbato lo santo per Ombrina di ferro. Al momento è stata smantellata solo la testa di pozzo Ombrina mare 2Dir, con tanto di cerimonia d’addio, manca però la struttura emersa da smontare entro la fine dell’anno. “La Rockhopper potrebbe voler guadagnare tempo per questa onerosa e impegnativa operazione. Il bollettino riferisce della pervenuta richiesta di proroga” Wwf e Legambiente in una nota rilanciano l’allarme Ombrina Mare segnalato stamane dal coordinamento No Triv.

Continua a leggere “Allarme Ombrina: a volte ritornano. Rockhopper chiede una proroga del titolo minerario”

Parco Costa teatina: Wwf e Legambiente bocciano gli emendamenti dei sindaci

Chieti e provincia. Wwf e Legambiente bocciano gli emendamenti sulle Norme di salvaguardia proposti da sindaci e Regione: “E’ Solo un goffo tentativo di affossare e cementificare il Parco Nazionale della Costa Teatina”.

Continua a leggere “Parco Costa teatina: Wwf e Legambiente bocciano gli emendamenti dei sindaci”

Scovata la bozza di Decreto di istituzione del Parco Teatino: 9 le criticità

Chieti. In questi mesi si sono consumate le aspre polemiche sulle mappe, piuttosto datate, utilizzate per la perimetrazione del costituendo Parco nazionale della Costa teatina, ma è proprio il decreto d’istituzione del Parco, con le norme di salvaguardia, a rappresentare il cuore del provvedimento istitutivo dell’area protetta che racchiuderà la disciplina per gestire, nei prossimi anni, il Parco riconosciuto nel 2011.

Continua a leggere “Scovata la bozza di Decreto di istituzione del Parco Teatino: 9 le criticità”

Parco Costa Teatina: Io sto col Commissario De Dominicis #iostoconPino

Chieti. “Io sto con il Commissario Pino De Dominicis con la sua cartografia capziosamente non aggiornata, con le sue proposte di eccessiva estensione territoriale” scrive in una nota Giovanni Diamante, ambientalista e assessore all’ambiente del Comune di Popoli, in provincia di Pescara. E’ un’altra voce fuori dal coro mentre si allunga la minestra per il riconoscimento del Parco nazionale. Perimetrazione tutta da rifare, grazie alla indecisione del ministero dell’ambiente che, un anno fa, incaricava un Commissario per definire i confini dell’area protetta e oggi dà ragione alle più disparate osservazioni contro l’attuale perimetrazione del Parco della Costa teatina. A cosa è servito allora nominare il Commissario Pino De Dominicis!

Continua a leggere “Parco Costa Teatina: Io sto col Commissario De Dominicis #iostoconPino”

Marcia indietro sul Parco della Costa teatina, le associazioni chiedono aiuto anche al Capo dello stato

Chieti. La perimetrazione del Commissario Pino De Dominicis non va per la vecchia politica e al presidente della Regione Luciano D’Alfonso. Si è deciso di rinviare il tutto alla Conferenza stato regioni e così la commedia per la nascita formale del Parco nazionale della costa Teatina degenera in una farsa. Chiedono aiuto questa volta direttamente alla Presidenza del consiglio dei ministri e al Capo dello Stato, Sergio Mattarella,  le associazioni Arci, Italia Nostra, Fai, Legambiente, Lipu, Marevivo, Pro Natura e Wwf tornano a far sentire la propria voce.

Continua a leggere “Marcia indietro sul Parco della Costa teatina, le associazioni chiedono aiuto anche al Capo dello stato”

Istituzione Parco della Costa Teatina: ‘Basta perdere tempo, D’Alfonso sia credibile’

Alla vigilia dell’ennesima riunione dei sindaci per la istituzione sul Parco della costa Teatina, il Wwf e Legambiente si appellano al Governo, al vice presidente dell’Anci, Associazoone nazionale comuni italiani, Umberto Di Primio e al presidente della Regione

Continua a leggere “Istituzione Parco della Costa Teatina: ‘Basta perdere tempo, D’Alfonso sia credibile’”

Bocciata la deriva petrolifera filo governativa. Ora il Parco della Costa Teatina

Basta a inutili e dannose trivellazioni, la Regione Abruzzo porti finalmente a casa il Parco nazionale della costa Teatina” lo dicono e lo ripetono Legambiente, Wwf, Marevivo, Fai, Pro Natura, Italia nostra, Arci, insieme al Coordinamento nazionale no Triv e insistono sulla necessità che si riconosca ufficialmente l’area protetta dei Trabocchi. Continua a leggere “Bocciata la deriva petrolifera filo governativa. Ora il Parco della Costa Teatina”

A settembre la firma per ufficializzare il Parco della Costa teatina, forse..

Chieti. Un anno dalla sua nomina e lunedì il Commissario del Parco della costa teatina, Giuseppe de Dominicis, porterà a termine l’incarico concludendo il suo mandato. Questa mattina, parlando dell’ardua impresa, de Dominicis non ha ringraziato i sindaci dei comuni ricadenti nell’area perimetrata che non potevano avere voce in capitolo dal momento del commissariamento, chiarisce de Dominicis. D’allora, da quando gli fu conferito l’incarico, il loro tempo era scaduto, sinonimo del fallimento di una intera classe dirigente. Ringrazia Mario Pupillo, presidente della Provincia di Chieti e il commissario ha parole di gratitudine soprattutto per l’opera svolta dai gruppi e dalle associazioni ambientaliste e di categoria. 

Continua a leggere “A settembre la firma per ufficializzare il Parco della Costa teatina, forse..”

Colpo di sole? Risoluzione urgente sul Parco Costa Teatina dei consiglieri di Abruzzo petrolio e cemento

L’Aquila. Arriva la risoluzione urgente il Consiglio regionale, approvata, su proposta dei consiglieri di Abruzzo Civico, Andrea Gerosolimo e Mario Olivieri. “Dovremmo chiamarli i consiglieri di Abruzzo Petrolio & Cemento” commentano in una nota Wwf, Legambiente, Arci, Marevivo e ProNatura che puntano i piedi e si rivolgono al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Basta con questa farsa! Subito la firma del decreto, lo hanno chiesto in 40 mila in piazza a Pescara e in 60 mila a Lanciano (Ch)”.

Continua a leggere “Colpo di sole? Risoluzione urgente sul Parco Costa Teatina dei consiglieri di Abruzzo petrolio e cemento”

Mappe datate per i confini del Parco? Gli ambientalisti: “Basta arrampicarsi sugli specchi”

Costa dei Trabocchi Report-age.com 2015Quelle usate per definire i confini ufficiali del costituendo Parco nazionale della Costa teatina saranno pure datate, ma di certo sono le mappe ufficiali. Assicurano questo le associazioni abruzzesi a tutela dell’ambiente anche perché è la cartografia messa a disposizione da Provincia e Regione. Il gruppo di ambientalisti definisce sconcertante l’atteggiamento “di quei sindaci della costa teatina che stanno dimostrando, nei fatti, una sostanziale miopia politica nei confronti delle opportunità offerte al territorio dall’attivazione di un Parco nazionale e una sempre più marcata irresponsabilità che rischia di condannarci definitivamente alla deriva petrolifera” dichiarano senza mezzi termini Wwf, Legambiente, Arci, Fai, Italia nostra, Pro natura e Marevivo che fanno appello alla Presidenza del consiglio dei Ministri perché trasmetta la perimetrazione del Parco al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la firma del decreto. Continua a leggere “Mappe datate per i confini del Parco? Gli ambientalisti: “Basta arrampicarsi sugli specchi””

Maschere di cemento dietro la prudenza per il Parco della Costa Teatina

Villa cavalluccio Report-age.com 2015
Villa Cavalluccio

Rocca san Giovanni (Ch). Tanta diffidenza per il Parco nazionale della costa teatina, qualcosa dietro doveva esserci, a rivelare il mistero di cotanta circospezione degli amministratori locali della costa adriatica è il gruppo consiliare Insieme per Rocca che in un comunicato finalmente svela l’arcano dell’area protetta impelagata tra i progetti in cantiere dei sindaci (frentani) Enzo Di Rito e Rocco Catenaro, quest’ultimo di San Vito Chietino. Continua a leggere “Maschere di cemento dietro la prudenza per il Parco della Costa Teatina”

Wwf e Legambiente: “Di fronte al parere su Ombrina sindaci senza più alibi”

Chieti. Se non si chiude subito la partita della perimetrazione del Parco nazionale della costa teatina non solo i parlamentari, ma anche i sindaci, avranno dato una mano al decreto (S)blocca Italia. La nuova legge apre le porte alla singolare strategia energetica del Paese che rispolvera il fossile e la esclusiva competenza governativa per le procedure di autorizzazioni di opere ‘strategiche’ da far digerire ai territori, disciplina che fa dell’Abruzzo un distretto minerario con deriva petrolifera inclusa. Ne sono convinte le associazioni ambientaliste, ma i sindaci si devono invece ancora convincere sul destino della costa dei trabocchi e del Parco nazionale che così inefficacemente delimitato includerebbe Ombrina. I primi cittadini sono ancora in tempo per salvare le popolazioni che rappresentano dal progetto di estrazione e lavorazione di idrocarburi Ombrina Mare 2 che si traduce in una mega-nave raffineria con tanto di mega piattaforma da tenere a due passi dalla riva e per 24 anni.

Continua a leggere “Wwf e Legambiente: “Di fronte al parere su Ombrina sindaci senza più alibi””

Nasce il Forum delle Comunità del Parco Costa Teatina

Chieti. Costituente per il Parco della Costa Teatina, Confesercenti, Wwf Abruzzo e Ascom Abruzzo, Legambiente, Cia, Cna, Upa Claii e Casartigianato, in attesa di ulteriori adesioni, stanno per dar vita al Forum delle Comunità del Parco, un tavolo comune per confrontarsi e per scrivere insieme il Parco che vogliamo si realizzi. Continua a leggere “Nasce il Forum delle Comunità del Parco Costa Teatina”