Tag: papa francesco

Il vescovo Fusco alla manifestazione No Snam

Sulmona (Aq). Sulla scia delle parole di Papa Francesco per la cura della casa comune riguardante anche la custodia e la difesa del Creato, il vescovo dela diocesi di Sulmona Vava Michele Fusco, unito alla chiesa diocesana, ritiene necessario partecipare alla manifestazione No hub del gas del 21 aprile per farsi voce della Comunità a favore del bene comune e per dire no al progetto Rete adriatica, un metanodotto di circa 700 km di condotte da sotterrare in aree a massimo rischio sismico con una centrale di spinta da realizzare a Sulmona, località Case pente, a qualche chilometro dalle faglie sismiche del Morrone e della Maiella (clicca qui per saperne di più)  e da costruire sotto un vallone, soprannominato vallone satanasso o dell’Inferno (qui per saperne di più), che ha creato alla comunità Peligna seri problemi di dissesto idrogeologico anche e soprattutto ne recente passato. Inoltre le 4 condotte di aggancio al metanodotto e di collegamento ai tubi del gasdotto occuperanno un’area di interesse nella quale fu trovata una importante iscrizione ancora conservata ne museo civico della città dei confetti (per saperne di più). Continua a leggere “Il vescovo Fusco alla manifestazione No Snam”

Piccola Costituzione delle aree protette da difendere, applicare e non smantellare, lo dice l’Italia dei Parchi

Si annunciano profondi cambiamenti per la Piccola Costituzione delle aree protette, ossia la Legge quadro 394/91. Una legge difesa a spada tratta dal Gruppo dei 30, composto da esperti, tecnici e ambientalisti del calibro di Giorgio Boscagli, Carlo Alberto Graziani, Francesco Mezzatesta, Carlo Alberto Pinelli che hanno chiesto al WWF di farsi portatore della battaglia a difesa della Legge e i Parchi. Così il fronte si è riunito ed è cominciata la battaglia per portare all’attenzione del mondo accademico, delle associazioni ambientaliste e degli attivisti, il tentativo in atto di cancellare le aree protette così com’è accaduto per il Corpo forestale dello Stato. Non è mancato l’appoggio di tante associazioni e del sindacato, la Cgil.

Aggiornamento

Continua a leggere “Piccola Costituzione delle aree protette da difendere, applicare e non smantellare, lo dice l’Italia dei Parchi”

Molise alle trivelle. L’ombra delle Teste di cavallo sulla provincia di Campobasso

Campobasso. Chissà perché alle concessioni petrolifere si riferiscono sempre più spesso denominazione di natura religiosa. Santa Croce, ad esempio, è la concessione programmata in Molise, già al vaglio del ministero dell’ambiente. Dopo L’Enciclica Laudato sì di Papa Francesco, come minimo, dovrebbero evitare  di pescare certi nomi dalle località in cui intendono allungare la profondità degli inferi invece di alleggerire il peso inquietante delle trivelle ricorrendo a santi, beati e persino canonizzati. Appropriarsi del nome delle località colpite e cadute in battaglia mette a nudo il deficit di fantasia e immaginazione di chi il futuro migliore lo vede solo allargando le proprie tasche.

Continua a leggere “Molise alle trivelle. L’ombra delle Teste di cavallo sulla provincia di Campobasso”

Affidamento area celestiniana. Carugno Psi:”Per il Giubileo le forze politiche si rimbocchino le maniche”

Eremo C V sul Morrone Foto Maria Trozzi Report-age.com 2015
Foto Maria Trozzi

Sulmona (Aq). Sono fin troppi i ritardi accumulati, avanti di questo passo l’entroterra abruzzese non riuscirà ad offrire alcun itinerario religioso tra quelli previsti per il Giubileo programmato, a sorpresa, dal pontefice. In questi casi bisognerebbe darsi da fare per il bene della collettività e invece si rema contro. L’affidamento diretto dell’area celestiniana non piace all’opposizione che con 404 emendamenti presentati ieri, in consiglio comunale a Sulmona, ha portato al rinvio dell’approvazione della proposta di deliberazione di giunta n. 262 del 10/10/2014 per l’affidamento e la gestione dell’area celestiniana all’associazione che sino ad ora se n’è occupata. Il segretario regionale Psi Abruzzo, Massimo Carugno, interviene con una attenta riflessione che in questo momento può aiutare ad indirizzare le forze politiche verso il sentiero della vocazione turistica scelta per la valle Peligna: “All’incirca a metà marzo, in occasione della indizione dell’Anno Santo del 2015/2016, improvvisamente ed inaspettatamente annunciata da Papa Francesco, avevo già espresso una riflessione sulle possibilità dell’Abruzzo di essere parte degli itinerari religiosi del Giubileo”. Continua a leggere “Affidamento area celestiniana. Carugno Psi:”Per il Giubileo le forze politiche si rimbocchino le maniche””

La musica? É solo un mezzo: un caffè con Beppe Frattaroli

Ero là, lasciato solo a me stesso” quando indago sulla sua presa di coscienza Beppe Frattaroli autore, cantante, musicista e arrangiatore mi racconta delle resistenze che lo allontanavano, un tempo, dalla sola strada che dentro di sé desidera percorrere, ossia la via favorevole per ogni uomo, oggi lui è in cammino. Nonostante il mostro si diverta a distrarlo, Frattaroli non ha mancato un appuntamento vitale, la chiamata: “Per me la vita ha un grande senso, siamo al servizio di qualcosa di più grande di noi che ci muove”. La tutela del territorio è per lui fondamentale e sostiene la sua terra d’origine, si schiera a tutela del Punto nascita dell’ospedale Peligno la cui chiusura è stata decretata a febbraio scorso.

Aggiornamento Continua a leggere “La musica? É solo un mezzo: un caffè con Beppe Frattaroli”

Scomunica ai mafiosi: niente messa per 60 detenuti al carcere di Sulmona è protesta delle coscienze

carcere 2014Valle Peligna. Il carcere di Larino, in Molise, non è un caso isolato. Dalla scomunica ai mafiosi pronunciata da Papa Francesco in Calabria, il 21 giugno scorso sulla piana di Sibari, a disertare messa sono anche i detenuti di Sulmona soprattutto quelli della sezione che riunisce i condannati per reati di tipo associativo. Nel carcere ad alta sicurezza della provincia de L’Aquila non si scherza affatto e nel bel mezzo dello stato di agitazione proclamato dagli agenti, sottorganico e nei “record di malattia”, capita che i ristretti non “vadano” a messa, per protesta. Continua a leggere “Scomunica ai mafiosi: niente messa per 60 detenuti al carcere di Sulmona è protesta delle coscienze”