Tag: pali

Terna: Dubbi sul Verbale d’immissione. La Colanero c’era e s’oppose e quelli dell’elettrodotto scrissero che era assente

Lanciano (Ch). C’era Franca Colanero quando gli operai invadevano il suo terreno per giustificare poi la costruzione di un sostegno dell’elettrodotto Villanova -Gissi. C’era eccome e quel giorno si difese e ebbe persino un malore. Era presente e combattiva, lo dicono i documenti, lo raccontano testimoni, giornali e le tremende immagini di quel giorno, lo ammettono tanti verbali, eccetto uno che nega la presenza della signora per giustificare la conclusione di una immissione che invece era stata sospesa.

Continua a leggere “Terna: Dubbi sul Verbale d’immissione. La Colanero c’era e s’oppose e quelli dell’elettrodotto scrissero che era assente”

Tralicci come alberi di Natale. Spedite le cartoline antielettrodotto

Cartoline di buon anno davvero spiritose per l’Italia che testimoniano il modus operandi di Terna, i progetti che preoccupano allo stesso modo diverse popolazioni che, da Nord a Sud dello stivale, hanno a che fare con progetti e sostegni ad alta tensione.

Continua a leggere “Tralicci come alberi di Natale. Spedite le cartoline antielettrodotto”

Cavidotto Italia Montenegro: palla al centro per gli ambientalisti

Chieti. Palla al centro nella lunga partita tra ambientalisti e Terna. Si ricomincia da zero, a quanto pare. Un decreto interministeriale del 12 luglio proroga il termine per l’ultimazione del cavidotto Italia-Montenegro. L’attivista Antonio Di Pasquale avverte che è come se si riaprisse la partita sul progetto, è dunque possibile ricorrere avverso il decreto entro l’11 ottobre, dinanzi al Tribunale amministrativo regionale. E così annuncia ricorso anche l’associazione Piano pulito da poco fondata dai residenti del Comune di Cepagatti fulcro delle centrali di smistamento dell’energia in cui sta sorgendo la nuova centrale di conversione. 

Continua a leggere “Cavidotto Italia Montenegro: palla al centro per gli ambientalisti”

Elettrodotto Villanova Gissi: non si salva nemmeno la Provincia

Chieti e provincia. I numeri sono 73, 72, 21860 e non sono da giocare, per i primi due si tratta di tralicci, 218 è la strada provinciale dove sono stati installati e 60 sono i metri di altezza dei sostegni. L’assurdità della costruzione dell’elettrodotto, il Villanova Gissi, non risparmia la Provincia di Chieti e nemmeno questo ente si salva per la storia, davvero singolare, dei pali seminati a formare, visti dall’alto, una cicatrice. Queste è la storia di 2 sostegni Terna che sarebbero stati costruiti sul ciglio della strada provinciale difformemente dalla concessione e addirittura a concessione decaduta.

Continua a leggere “Elettrodotto Villanova Gissi: non si salva nemmeno la Provincia”

Elettrodotto. Terna gioca d’anticipo sulle verifiche, il Mina ‘forse’ accerterà eventuali danni

Elettrodotto Villanova Gissi Report-age.com 2016Chieti e provinciaSono 11 le prescrizioni, a tutela dell’ambiente e delle popolazioni raccolte sotto i pali e i cavi dell’elettrodotto Villanova-Gissi, che Terna rete Italia ha osservato in ritardo. La determina ministeriale svela ciò che in molti da tempo denunciavano: la società non avrebbe nemmeno atteso la conclusione della verifica di ottemperanza per poter partire con i lavori. In breve, Terna poteva aprire i cantieri solo se la verifica sull’osservanza delle prescrizioni (del decreto 510/2011) fosse risultata positiva. E invece, il colosso dell’elettricità è partito a razzo e in un comunicato avvisa della messa in esercizio della nuova linea, dallo scorso 31 gennaio. Ora che succede, si smonta tutto? No, il colosso ha semplicemente anticipato il lavoro rispetto alle verifiche sulle prescrizioni, a confermarlo con un singolare mea culpa è il ministero dell’ambiente. Cittadini e comitati continuano a denunciare presunte irregolarità, la società in una nota ribadisce di aver rispettato le prescrizioni e al Mina sottolineano che Terna ha ottemperato tardivamente. Al dicastero ancora riflettono se davvero sia il caso di accertare eventuali danni ambientali causati dall’esecuzione anticipata dell’opera. Non è mai troppo tardi!

Continua a leggere “Elettrodotto. Terna gioca d’anticipo sulle verifiche, il Mina ‘forse’ accerterà eventuali danni”

Cavi a penzoloni e a terra, carrucole sulla linea: l’elettrodotto Terna ‘non’ più veloce della luce

Chieti e provincia. Centinaia di foto, scattate questa mattina in 3 ore di sopralluoghi, per documentare lo stato dell’arte, oggi, dei piloni e dei cavi, a quanto sembra, a penzoloni, inesistenti in alcuni tratti o a terra con isolatori mancanti e carrucole ancora in posizione sulla linea dell’elettrodotto Villanova Gissi. A confortare la data degli scatti un quotidiano di oggi. In breve, se Terna non è riuscita a mettere in esercizio l’elettrodotto 380 kv, dal 31 gennaio, perde un finanziamento di circa 20 milioni di euro per l’opera se è ancora da concludere. Il dossier fotografico degli attivisti No elettrodotto è stato segnalato all’Authority dell’energia.

Continua a leggere “Cavi a penzoloni e a terra, carrucole sulla linea: l’elettrodotto Terna ‘non’ più veloce della luce”

Entrata in esercizio dell’elettrodotto Villanova Gissi. Tutti i dubbi in una foto

Lanciano (Ch). Scattata a Paglieta (Ch), questo pomeriggio prima delle ore 18 assicurano i comitati ambientalisti, l’immagine di copertina (Fig.1) non avrebbe bisogno di commenti. Eppure Terna precisa che è una foto scattata ad arte:  i fili ci sono, vanno verso il basso e il pilone è più in basso.

Continua a leggere “Entrata in esercizio dell’elettrodotto Villanova Gissi. Tutti i dubbi in una foto”

Elettrodotto sulle scarpate. Mantini ‘Il ministero sospenda i lavori’

Alfredo Mantini Bucchianico Report-age.com 2015Bucchianico (Ch). Coerente, il consigliere comunale Alfredo Mantini (M5S) ha detto no alla variante del Prg approvata dall’assise civica e lo ha fatto per evidenziare, se non bastasse, le difformità riscontrate nei lavori per l’elettrodotto Villanova – Gissi già in parte costruito a Bucchianico e insiste il consigliere di opposizione per fermare i lavori: “Ho votato contro la delibera perché ritengo di principale importanza acclarare le difformità nella realizzazione dell’elettrodotto, segnalate dalla Regione, e richiedere la sospensione dei lavori al ministero delle infrastrutture, nei modi che ho esposto nella mia dichiarazione di voto e per la mancanza delle fasce di rispetto (nella carta delle scarpate proposta) richieste dall’Autorità di Bacino, ai sensi dell’art. 20 delle Norme di attuazione del Pai” Piano assetto idrogeologico.
Continua a leggere “Elettrodotto sulle scarpate. Mantini ‘Il ministero sospenda i lavori’”

Bucchianico: M5S chiede al sindaco la sospensione dei lavori per l’elettrodotto 380 kv

Bucchianico (Ch). Troppe incongruenze da accertare, con una Interpellanza davvero puntuale il Movimento 5 stelle chiede al primo cittadino di Bucchianico, Gianluca de’ Leonardis, una ordinanza cautelativa di sospensione dei lavori dell’elettrodotto Terna, l’iniziativa è portata avanti dal pentastellato consigliere comunale, Alfredo Mantini, all’opposizione.
Continua a leggere “Bucchianico: M5S chiede al sindaco la sospensione dei lavori per l’elettrodotto 380 kv”

Storie analoghe di elettrodotti inutili: Redipuglia Udine Ovest & Villanova Gissi

La storia è simile, dolorosa, è sempre quella. Il cavo lega l’Abruzzo alla Sicilia e si tende a Nord dello stivale, in Friuli dove gli elettrodotti avanzano, senza pietà. Il Comitato per la Vita del Friuli rurale combatte da anni contro gli elettrodotti del Nord Est. Fra questi il primo enorme impianto della regione è il Redipuglia Udine Ovest in doppia terna. “Elettrodotto inutile – dichiara il presidente del Comitato Aldevis Tibaldi che così chiarisce – è il primo di una lunga serie di mega elettrodotti che devono essere realizzati con i soldi delle nostre bollette al solo scopo di consolidare il monopolio della Terna e gli utili del suo azionariato”. Continua a leggere “Storie analoghe di elettrodotti inutili: Redipuglia Udine Ovest & Villanova Gissi”

Spunta la Variante al progetto dell’elettrodotto. Se ne accorgono gli attivisti, gli enti dormono

Copertina elettroshock Terna Report-age.com 2015Gli enti dormono mentre spunta un secondo progetto esecutivo per realizzare l’elettrodotto Villanova – Gissi 380 Kv. Quando al settimo sonno la variante al progetto è già bella che pronta, gli enti ronfano, solo gli attivisti sono svegli lì a vigilare sui campi, nei pressi dei cantieri. Sempre più appare una procedura sui generis. Gli ambientalisti se ne sono accorti da tempo e vogliono vederci ancora chiaro, molto di più rispetto al loro primo dossier. Così riscontrano nuove criticità sia nel contenuto della variante che nelle procedure di realizzazione dell’elettromostro. Scrive il Forum H2o: “Il 69% dei sostegni appartiene a tipologie diverse dal progetto autorizzato; moltissime campate sono di lunghezza differente, anche di centinaia di metri. Su 47 sostegni esaminati, per gli altri non è stato possibile rintracciare il dato negli elaborati, solo 2 sono rimasti identici in altezza rispetto al progetto approvato” questo tanto per cominciare.

Continua a leggere “Spunta la Variante al progetto dell’elettrodotto. Se ne accorgono gli attivisti, gli enti dormono”

Manifestazione contro il Numero 2 di Terna per dire No al Traliccio

Cepagatti (Pe). Per il primo pilone nessun problema, è da piazzare su un terreno di proprietà Terna. La società che costruisce l’elettrodotto Villanova-Gissi però ne ha decine di altri da elevare al cielo, dedicati al dio del sol che però non è Mitra. Già al secondo palo, il numero 2, arrivano le grane. Va occupato un terreno privato, non uno qualsiasi, parliamo del fondo del titolare di un’azienda vitivinicola del Consorzio tutela vini d’Abruzzo che in quella località lavora e vive. Anche per questo si organizza la manifestazione democratica di protesta di mercoledì prossimo, ore 9 in contrada Bucceri (info su evento e pagina Facebook).
Continua a leggere “Manifestazione contro il Numero 2 di Terna per dire No al Traliccio”

Elettrodotto. Terna alla Regione: “Deficit elettrico, per l’Abruzzo si rischia il black out”

Terna elettrodotto immagini pali sull'acqua Report-age.com Roma. Una situazione allarmante,a quanto pare, se è vero quanto riferiscono i tecnici della società sulle capacità infrastrutturali elettriche e il deficit elettrico che sarebbero tali da rendere possibile il rischio black out sull’intero territorio regionale. Così Terna oggi ha schierato, in prima linea, gli esperti della società che hanno anche illustrato, in audizione presso il Consiglio Regionale svolto a Pescara, il progetto dell’elettrodotto 380 kv Villanova–Gissi.
Continua a leggere “Elettrodotto. Terna alla Regione: “Deficit elettrico, per l’Abruzzo si rischia il black out””

Terna rinvia l’open day ma la data fissata esclude dall’incontro tanti lavoratori interessati a partecipare

No Elettrodotto Manifestazione Flaiano foto2 Maria Trozzi Report-age.com2015
Foto Maria Trozzi

Pescara.  Impossibile partecipare il 2 marzo a Lanciano (Ch) all’open day fissato da Terna che ha rinviato, unilateralmente al secondo giorno di marzo, l’incontro che i comitati ambientalisti No elettrodotto erano riusciti a strappare invece per il 20 febbraio ad Abel Motawi, dirigente della multinazionale, durante la manifestazione di protesta nell’auditorium Flaiano di Pescara del 6 febbraio.  Continua a leggere “Terna rinvia l’open day ma la data fissata esclude dall’incontro tanti lavoratori interessati a partecipare”