Tag: paglieta

Vietato giocare a palla in piazza a Paglieta, il divieto che fa discutere

Da una parte le comunità virtuose, a misura di bambino, come Poggio Sannita(Is) in Molise e, in Abruzzo, Tagliacozzo e Sant’eufemia a Maiella (clicca qui), dove da anni i cartelli segnaletici richiamano gli automobilisti alla prudenza perché ci sono bambini che giocano per strada, dall’altra Paglieta in provincia di Chieti che, al contrario, ai suoi figli vieta di giocare a palla in piazza. Daranno fastidio a qualche locale o ammaccheranno le carrozzerie delle auto parcheggiate che occupano i loro spazi? Continue reading “Vietato giocare a palla in piazza a Paglieta, il divieto che fa discutere”

Abruzzo immondezzaio: mobilitati contro gli impianti di rifiuti

L’Abruzzo rischia di diventare un immondezzaio e le associazioni ambientaliste si mobilitano, da questa sera a Paglieta (Ch), contro altri impianti di trattamento e smaltimento di rifiuti speciali, industriali e pericolosi progettati in Val di Sangro. La manifestazione principale si terrà ad Atessa (Ch) il 19 maggio

Aggiornamento Continue reading “Abruzzo immondezzaio: mobilitati contro gli impianti di rifiuti”

Le azioni della società che vuole trivellare Bomba crollano del 99.75% in 3 anni

Da diverse settimane è tornato in discussione in Abruzzo il progetto per estrarre gas Colle Santo – monte Pallano a Bomba. Sulla questione torna la ricercatrice Italo-americana Maria Rita D’Orsogna: Bene ha fatto la Regione Abruzzo all’indomani del dibattito organizzato dal Comitato gestione partecipata del territorio a non concedere proroghe alla Avanti-Cmi per l’assegnazione del lotto su cui realizzare la centrale di raffinazione. Occorre solo continuare a non volerceli, quale che sia il loro nome, a mettere pressione alla classe politica, a ogni livello, e a non abbassare la guardia mai”. La Forest Oil, che per prima aveva proposto il progetto, ha cessato le proprie attività nel 2014 a causa di debiti, multe ambientali e un po’ anche peril fallito investimento di Bomba che gli ha causato almeno 35 milioni di dollari di perdite. 

Aggiornamento

Continue reading “Le azioni della società che vuole trivellare Bomba crollano del 99.75% in 3 anni”

Niente proroga sulla concessione dell’area alla Cmi energia per la centrale di trattamento

L’Agenzia regionale delle attività produttive non concede alcuna proroga alle Cmi energia nella procedura di assegnazione del lotto tra Atessa e Paglieta, in provincia di Chieti dove la società vorrebbe costruire i suoi impianti. Nel progetto è prevista la realizzazione di una centrale di trattamento di idrocarburi collegata ai pozzi da un gasdotto di oltre 20 km interesserebbe i comuni di Perano, Roccascalegna, Atessa, Pennadomo, Paglieta, Torricella Peligna, Colledimezzo, Altino, Villa Santa Maria, Archi e Bomba. Nella nota inviata al governo regionale, viene chiarito che la prenotazione del sito scadrà il 28 gennaio. Niente favoritismi almeno questa volta, anche perché non manca una manifestazione d’interesse, per la stessa area, già esternata da un’altra azienda che si occupa di logistica. A fine novembre purtroppo il ministero dell’ambiente ha riaperto le procedure per la Valutazione di impatto ambientale della raffineria dove è prevista la perforazione di pozzi per l’estrazione di metano appena a valle della diga del lago di Bomba. La procedura comprende anche la fase d’informazione pubblica e le eventuali osservazioni da presentare entro il 24 gennaio.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Regalino del Mina: riparte la procedura per Estrazione Gas a Bomba. ‘Dubbia imparzialità della P.a.’ Mazzocca organizza le Osservazioni

Regalino del Mina: riparte la procedura per Estrazione Gas a Bomba. ‘Dubbia imparzialità della P.a.’ Mazzocca organizza le Osservazioni

Mario Mazzocca Report-age.com 2017
Mario Mazzocca

Tra le sorprese sotto l’albero di Natale, per 11 Comuni a ridosso del fiume Sangro, il ministero dell’ambiente riavvia l’istruttoria tecnica del progetto di estrazione gas Colle Santo di Bomba della Cmi energia. Regalino anticipato per la Media valle del Sangro che, ancora una volta, deve combattere un progetto più volte bocciato da amministrazioni e organi di giustizia amministrativa. “Apprendiamo che il ministero dell’ambiente, senza alcun tipo di interlocuzione con la Regione (la nomina al Via nazionale del direttore Arta, Francesco Chiavaroli, è ancora in attesa del decreto del ministro Gian Luca Galletti),  ha riaperto le procedure del progetto di estrazione gas Colle Santo” riferisce il sottosegretario della Regione Abruzzo, Mario Mazzocca.

Aggiornamento

Continue reading “Regalino del Mina: riparte la procedura per Estrazione Gas a Bomba. ‘Dubbia imparzialità della P.a.’ Mazzocca organizza le Osservazioni”

Protezione civile. D’Alfonso: “Arrivano i fondi per grandi emergenze”

L’Aquila. Dall’incontro con il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, arriva una consistente buona notizia, ossia, una prima soluzione economica alle emergenze neve, incendi e rischio idrogeologico in Abruzzo.  In totale sono stanziati 46 milioni di euro e di questi sono già assegnati 15 milioni di euro di cui 1,5 già trasferiti alla Regione, 31 milioni arriveranno entro metà novembre.

Continue reading “Protezione civile. D’Alfonso: “Arrivano i fondi per grandi emergenze””

Progetto Bomba. Mazzocca invia Osservazioni ai ministeri chiedendo: ‘Sospensione della Via o Inchiesta pubblica’

Bomba, Paglieta (Ch). Vacilla la titolarità del permesso di ricerca monte Pallano che la Cmi Energie spa vanterebbe per i pozzi di Bomba recuperati da un’altra società. A stillare il dubbio sono oggi le missive inviate ai ministeri, ossia, le Osservazioni della Regione Abruzzo per la procedura di Via nazionale sul progetto di sviluppo concessione colle Santo.  Il Sottosegretario alla giunta regionale, Mario Mazzocca, con 2 lettere chiede la sospensione della Valutazione nazionale d’impatto ambientale e, in caso contrario, un’Inchiesta pubblica per confrontarsi sull’ipotesi di un giacimento di gas naturale da raffinare in provincia di Chieti che riproduce dati e aspetti di un altro progetto esaminato e rigettato già nel 2012 dalla Commissione regionale Via.Immagine incorporata 1

Archivio

Continue reading “Progetto Bomba. Mazzocca invia Osservazioni ai ministeri chiedendo: ‘Sospensione della Via o Inchiesta pubblica’”

Progetto Bomba disinnescato: ‘E anche questa volta ce l’abbiamo fatta’

Provincia di Chieti. Diffidano il ministero dell’ambiente perché non esprima parere favorevole sul progetto e al ministero dello sviluppo economico chiedono di ritirare il permesso di ricerca Colle Santo, ereditato dalla Forest oil, bloccando inoltre ogni ulteriore richiesta di coltivazione in quell’area. Alla Regione Abruzzo domandano di non rendere disponibili i terreni per l’insediamento delle attività della Cmi spa. 

Aggiornamento 1

Continue reading “Progetto Bomba disinnescato: ‘E anche questa volta ce l’abbiamo fatta’”

Estrazione gas tra Bomba e Paglieta: troppi rischi

Bomba (Ch). L’impianto è da installare in area a rischio idrogeologico, a Bomba e in regione lo sanno d tempo, a rischio tenuta della diga della località, a rischio emissioni perché in val di Sangro con questa nuova raffineria verrebbero bruciate 1400 tonnellate l’anno di idrocarburi liquidi oltre al gas. Insomma, un progetto da rigettare immediatamente per attivisti e ambientalisti, improcedibile, ma i 2 ministeri che se ne occupano sembrano bypassare la legge. Gli attivisti fanno appello alla Regione, lunedì si riunisce il comitato regionale di valutazione d’impatto ambientale per analizzare il progetto, perché, in auto-tutela, chiarisca ai ministeri sulla non procedibilità dell’istanza dei petrolieri.

Aggiornamentoarchivio

Continue reading “Estrazione gas tra Bomba e Paglieta: troppi rischi”

Bomba. Lo spettro della Forest Oil e dietro il nuovo progetto di estrazione anche Shell

Provincia di Chieti. Lo spettro della Forest oil aleggia sulla Compagnia mediterranea idrocarburi (Cmi), acquisita dalla Avanti energy, erede della concessione Colle Santo, progetto di estrazione che punta ancora a Bomba (Ch) e non solo. Si scopre che la società capitolina è in partnership con Shell per la vendita del gas estratto. Si tratta proprio del colosso petrolifero autorizzato a trivellare l’Artico. Fatto sta che questa minacciosa estrazione del gas garantirebbe autonomia energetica all’Italia per una settimana. Subsidenza, rischio idrogeologico, ambiente a rischio, ma l’impresa vale la spesa? Insomma tutto il gas, nemmeno certo, estraibile dal giacimento di Colle Santo coprirebbe, massimo, il consumo di 10 giorni di metano a livello nazionale. A rivelarlo è la ricercatrice di origine italiana, Maria Rita D’Orsogna, che sta indagando su questo ennesimo progetto di sfruttamento che colpisce al cuore la provincia teatina e che ora si tenta di realizzare con qualche discutibile variante: un metanodotto di 21 km di tracciato che partirebbe dai pozzi, vecchi e nuovi di Bomba, sino a Paglieta dove è prevista un centrale di trattamento del materiale estratto.

Aggiornamento, approfondimento blog D’Orsogna

Continue reading “Bomba. Lo spettro della Forest Oil e dietro il nuovo progetto di estrazione anche Shell”

‘Torniamo a Bomba’. Presentato un progetto di coltivazione eredità della Forest oil

Chieti. Torniamo a Bomba, o quasi. L’antica espressione, con la maiuscola però,  fa al caso nostro perché a questa località montana sembra essere affezionato un gruppo di petrolieri che così torna al punto di partenza di certi progetti falliti. Torna la minaccia di estrazioni di idrocarburi nei pressi del paese, perché cambiano i nomi, ma il resto no e l’intervento viene spostato semplicemente di qualche chilometro dal lago. Parliamo della concessione Colle Santo, stesso nome dei progetti di  trivellazione di una vecchia conoscenza del territorio: Forest oil di Denver. La proposta, questa volta, arriva da una società romana che chiede la messa in esercizio di alcuni pozzi esistenti nel territorio di Bomba prevedendone anche la realizzazione di nuovi. Non si fa mancare nulla la società petrolifera capitolina che progetta la costruzione di un metanodotto dai pozzi sino a Paglieta dov’è prevista una centrale di trattamento del materiale estratto.

Aggiornamento

Continue reading “‘Torniamo a Bomba’. Presentato un progetto di coltivazione eredità della Forest oil”

Voci dal sit-in No elettrodotto: “L’opera serve per tenere in vita la Turbogas di Gissi “

Chieti e provincia. Hanno le idee chiare quelli del sit-in dinanzi la sede di viale Bovio a Pescara e chiedono alla Regione che risponda alle presunte irregolarità denunciate dai cittadini e confortate dai controlli delle amministrazioni comunali sull’elettrodotto Villanova Gissi. Le difformità dal progetto sarebbero accertate da alcuni uffici regionali. Per l’ennesima volta, i comitati in sit-in chiedono un confronto con il Presidente Luciano D’Alfonso insistono affinché sospenda i lavori dell’elettrodotto 380kv. Dalla provincia sono convinti che l’opera serva solo per tenere in vita la Turbogas di Gissi.

Continue reading “Voci dal sit-in No elettrodotto: “L’opera serve per tenere in vita la Turbogas di Gissi “”