Tag: multinazionali

Decreto Ammazza Foreste: colpo di coda del Pd. Spieghiamo il No al Testo unico forestale

A preoccupare docenti e ricercatori sono le disposizioni proposte sulla revisione e l’armonizzazione della normativa nazionale in materia di foreste e filiere forestali (in attuazione dell’articolo 5 della legge 28 luglio 2016, n. 154) ossia lo schema di decreto che è quasi legge visto che è al vaglio definitivo del Consiglio dei ministri e che passerà dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la firma.  Gravi errori scientifici sugli interventi previsti nel testo e numerosi aspetti tecnici minacciano gli ecosistemi sul suolo, sulla biodiversità e sul paesaggio. Sono 250 i primi firmatari dell’appello al presidente Mattarella, al premier Paoplo Gentiloni, al ministro delle politiche agricole alimentari e forestali,  Maurizio Martina e dell’ambiente, Gian Luca Galletti per denunciare la gravità de testo. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Decreto Ammazza Foreste: colpo di coda del Pd. Spieghiamo il No al Testo unico forestale”

Imu per le Trivelle in Adriatico. La Cassazione dà ragione ai Comuni di Termoli e Pineto

Dopo Pineto (Te) anche un altro Comune,  Termoli (Cb), vince la battaglia sull’imposizione fiscale per le piattaforme petrolifere sulla costa. Lo annuncia il quotidiano on line IlFatto in questo articolo. Una resistenza così forte, quella delle multinazionali, che è evidente il rischio corso dalle amministrazioni locali di non potersi permettere, a un certo punto, un carico tanto oneroso di contenziosi dai tempi giurassici. Su questo forse contavano Eni ed Edison quando hanno cominciato a giocare la partita, ma la posta in gioco era talmente alta che gli enti locali non si sono dati per vinti e sono andati avanti per ottenere il riconoscimento dei versamenti di Imu/Tasi dovuti dai colossi per gli immobili  installati sul litorale adriatico.

Aggiornamento

Continua a leggere “Imu per le Trivelle in Adriatico. La Cassazione dà ragione ai Comuni di Termoli e Pineto”

Stop Ttip: le multinazionali stanno ‘sistemando’ la democrazia. Manifestazione il 7 maggio

Fonte immagine http://www.libera.tv/userfiles/foto%20per%20articoli/NO%20TTIP/iconnottip300dpi.png

“Non sarà più la democrazia a definire i limiti del mercato, ma con il trattato di libero scambio commerciale (Ttip) sarà il mercato a definire i limiti della democrazia” l’accusa è mossa, anche in Italia, da 300 organizzazioni e sindacati e da oltre 50 comitati locali che lottano contro la segretezza e la portata del Ttip, trattativa economico finanziaria in corso tra Stati uniti e Unione europea per definire un accordo transatlantico che intende mettere le multinazionali al centro del processo decisionale politico intercontinentale. I sospetti sono stati confermati il primo maggio quando è stata pubblicata, merito di Greenpeace, una parte della bozza del documento che si sta definendo. “Un accordo scellerato” per John Hilary, direttore esecutivo di War on Want (organizzazione britannica impegnata contro la povertà nel mondo). 

Continua a leggere “Stop Ttip: le multinazionali stanno ‘sistemando’ la democrazia. Manifestazione il 7 maggio”

Oltre 400 pozzi e 145 piattaforme nell’Adriatico. One Adriatic: ‘Fermate le trivelle’

Legambiente con la rete One Adriatic invia una lettera a tutti i ministri dell’ambiente, alla Commissione europea e al Parlamento europeo per chiedere di fermare le trivellazioni nel mare Adriatico praticamente assediato. Secondo i dati Legambiente in questo mare sono installate 145 piattaforme offshore con oltre 400 pozzi, sarebbero oltre 50 le concessioni già operanti per l’estrazione di gas e petrolio tra acque italiane e croate. Senza contare che nel mirino delle multinazionali sono finite altre 72 aree dell’Adriatico in cui s’intende avviare la ricerca e lo sfruttamento. 

Continua a leggere “Oltre 400 pozzi e 145 piattaforme nell’Adriatico. One Adriatic: ‘Fermate le trivelle’”

De Luca assolto: ‘Sabotare, verbo nobile e democratico’ anche per l’Abruzzo

Torino. É caduta l’accusa di istigazione al sabotaggio mossa contro lo scrittore Erri De Luca. Otto mesi la pena chiesta dai pubblici ministeri per le interviste in cui De Luca dichiarava, nel 2013, che la Tav, progetto del treno ad alta velocità, andava sabotata. La decisione del Tribunale di Torino ribadisce il valore dell’articolo 21 della Costituzione: libertà d’espressione.

Continua a leggere “De Luca assolto: ‘Sabotare, verbo nobile e democratico’ anche per l’Abruzzo”

Edison Wolfbiketour iniziativa lodevole ma con sponsor sbagliato

Pnalm e Wolf bike tour 28.08.2014Valle Peligna. Sul caso dello sponsor Edison che dà persino il nome all’evento Wolfbiketour scendono in campo anche i Comitati cittadini per l’ambiente che condividono l’intervento dell’assessore regionale Mario Mazzocca prendendo posizione e diramando un comunicato. Continua a leggere “Edison Wolfbiketour iniziativa lodevole ma con sponsor sbagliato”