Tag: motori

Moria dell’Epifania: 20 tartarughe spiaggiate

Sempre più frequenti gli spiaggiamenti sulla costa adriatica, in meno di una settimana una ventina di tartarughe finiscono sulla spiaggia, alcune ancora vive. Due anni fa, in questo stesso periodo, le tartarughe spiaggiate erano 9, con una sola sopravvissuta. Quest’anno, dal 4 al 6 gennaio lungo le coste d’Abruzzo e Molise, sono state rinvenute 19 tartarughe, 14 decedute (73,7%) e 5 in vita.

Continua a leggere “Moria dell’Epifania: 20 tartarughe spiaggiate”

Sport e raduni in Aree protette: è possibile tutelare l’Ambiente ma vagliando caso per caso

Senza minacciare la biodiversità è possibile garantire turismo, senza compromettere gli ecosistemi è possibile svolgere eventi sportivi e raduni nelle aree protette, ne sono convinte anche Wwf, Legambiente e Ambiente e/è Vita che chiedono pero di vagliare, caso per caso, le richieste di autorizzazione per le iniziative da svolgere nei parchi affinché non vada più in fumo alcun monte d’Abruzzo e non si ripetano gli errori del recente passato. Per le 3 associazioni è indispensabile superare poi il commissariamento del Parco regionale Sirente Velino, in agonia da oltre 3 anniContinua a leggere “Sport e raduni in Aree protette: è possibile tutelare l’Ambiente ma vagliando caso per caso”

Per la centrale idroelettrica di Santa Rufina già un anno di ritardi

Sulmona – Pratola (Aq). Ponti e strade si riesce a costruirli in pochi giorni, siamo talmente abituati alle trafile che consideriamo un caso nazionale, da notizia in prima pagina, il fatto che un asilo venga messo su in 15 giorni. Intanto nell’entroterra slitta a febbraio prossimo l’avvio dei lavori per la centrale idroelettrica sul fiume Sagittario, da realizzare a ridosso dell’area di Santa Rufina al confine tra i comuni di Sulmona e Pratola.  A Bugnara un’altra centrale sfrutterà lo stesso corso d’acqua.

Continua a leggere “Per la centrale idroelettrica di Santa Rufina già un anno di ritardi”

Salviamo l’Orso e non le gare motociclistiche nel Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise

L’Aquila. “Polizia stradale, Carabinieri e Corpo forestale dello Stato facciano rispettare i limiti di velocità – chiede il presidente dell’associazione Salviamo l’orso, Stefano Orlandini, che in queste settimane riceve innumerevoli segnalazioni su gruppi da 30 a 40 motociclisti nei sentieri e sulle terre del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise che non possono continuare ad essere terra di nessuno. Continua a leggere “Salviamo l’Orso e non le gare motociclistiche nel Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise”