Tag: michele andreozzi

Scossa di 1,7 (MI) martedì 17 alle ore 17.13. Scaramantici in azione

Valle Pelgina. Indicativo davvero, per i superstiziosi dell’entroterra abruzzese, questo martedì 17 marzo con la scossa registrata alle ore 17.13 di magnitudo pari a 1.7, un evento che non nasconde numeri conosciuti agli appassionati della iella e che non lascerebbe scampo, a dar ragione agli scaramantici, se non fosse che la credenza popolare ha creato il rimedio dal male e basta uno scongiuro alquanto singolare che le primitive paure passano. L’epicentro del rilascio sismico è stato individuato tra Campo di Giove, Cansano e Pacentro, nell’aquilano.

Continua a leggere “Scossa di 1,7 (MI) martedì 17 alle ore 17.13. Scaramantici in azione”

Scosse di lieve entità ne parliamo con Andreozzi del Centro ricerche Sarelf

Entroterra abruzzese. Lievi scosse di terremoto, in un area a rischio come l’entroterra abruzzese, rimettono in moto inquietudini e preoccupazioni per la calamità che disarma e dinanzi alla quale sembriamo indifesi e impotenti. Cominciamo a parlarne e proviamo ad affrontare l’argomento un po’ anche per esorcizzare certe paure, ma soprattutto per non farci mai trovare impreparati. Michele Andreozzi, di Sarelf – Centro ricerche sui terremoti, nei comprensori Peligno e Alto Sangrino monitora questi eventi e ci viene in aiuto per sapere qualcosa in più dei rilasci sismici di cui spesso diamo notizia. Si tratta di piccoli eventi che le strumentazioni registrano di tanto in tanto. Ieri, solo per fare un esempio, due leggeri rilasci sismici hanno dato il loro singolare buon giorno alle popolazioni di quello che, in termini tecnici, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia individua come il Bacino di Sulmona. Proprio perché prevenire è meglio che curare e si vive, in Italia soprattutto, in continuo stato di emergenza, Andreozzi, coordinatore del Centro Sarelf, propone una petizione per spingere gli amministratori dell’entroterra abruzzese a gettare le basi per una cultura della prevenzione. Continua a leggere “Scosse di lieve entità ne parliamo con Andreozzi del Centro ricerche Sarelf”