Tag: luciano di tizio

Lettera al Premier Conte per il Parco, invisibile, della Costa Teatina

Il Parco nazionale della costa Teatina è stato istituito (articolo 8 comma 3 della legge 93 del 23.03.2001 Disposizioni in campo ambientale), oltre 17 anni sono trascorsi e non si è mai concretizzato, nonostante i cospicui stanziamenti “Tornati indietro per la consolidata miopia della politica locale – interviene in una nota il Wwf Abruzzo sul caso del parco invisibile che nel 2014 ha portato la presidenza del consiglio dei ministri a nominare un commissario ad acta per la perimetrazione dell’area protetta. Definiti i confini del Parco però nulla è più accaduto e ora l’associazione del Panda rivolge un accorato appello, per procedere alla istituzione dell’area protetta, in una lettera indirizzata al presidente del consiglio Giuseppe Conte e al ministro dell’ambiente, Sergio Costa Continua a leggere “Lettera al Premier Conte per il Parco, invisibile, della Costa Teatina”

Scoperto il Tritone. Salverà la Valle Peligna dalla centrale Snam? Il sito culla dell’anfibio specie protetta

A cura di Maria Trozzi

Un po’ come Davide e Golia nella battaglia narrata dalla Bibbia, a sfidare il temibile gigante oggi però non è un pastorello armato di fionda, ma una creaturina di appena 16 centimetri, un Tritone crestato che con quelli della sua specie protetta (di interesse comunitario – scrivono in una nota al sindaco Casini gli esperti Di Felice (Pro Natura) e Di Tizio (Wwf) – la cui conservazione richiede la designazione di zone speciali di conservazione), nuota in una pozza d’acqua proprio a Case Pente di Sulmona, il suo areale coincide in parte con l’area in cui a breve costruiranno la centrale di spinta della Snam, progetto Rete adriatica.

Immagini e copertina Maria Trozzi

Continua a leggere “Scoperto il Tritone. Salverà la Valle Peligna dalla centrale Snam? Il sito culla dell’anfibio specie protetta”

A tu per tu con l’orso: Vademecum Wwf, parte civile nel processo all’uomo che confessò di aver ucciso il Plantigrado

Sulmona (Aq). Il Wwf conferma che sarà parte civile nel processo per l’orso ucciso 3 anni fa a Pettorano sul Gizio (Aq) e si affida dall’avvocato Michele Pezone, ieri anche l’associazione Salviamo l’orso ha annunciato che si costituirà parte civile.

Aggiornamento

Continua a leggere “A tu per tu con l’orso: Vademecum Wwf, parte civile nel processo all’uomo che confessò di aver ucciso il Plantigrado”

GenerAzioneMare sabato 10 giugno a Pescara con il WWF

Pescara.Per il lancio della campagna GenerAzioneMare del WWF è in programma, sabato 10 giugno ore 10,  un convegno in cui si affronteranno le tematiche inerenti l’ambiente e la salute del mare nella sala Figlia di Iorio della Provincia di Pescara. Tra i partecipanti, Antonio Moretti, contrammiraglio, Marina De Ascentiis, Area marina protetta Torre del Cerrano,tra i relatori, Dante Caserta, vice presidente WWF Italia, Luciano Di Tizio, delegato WWF Abruzzo, Antonio Di Marco, presidente della Provincia, Antonio Canu, presidente WWF Oasi. Coordina il giornalista Roberto Mingardi.

Continua a leggere “GenerAzioneMare sabato 10 giugno a Pescara con il WWF”

Mega impianto di miticoltura al vaglio della Conferenza pesca marittima, il WWF: ‘No all’occupazione selvaggia del mare’

Roseto degli Abruzzi (Te). La Conferenza regionale della pesca marittima e acquacoltura venerdì sarà chiamata a valutare la proposta d’istituzione di 2 impianti di acquacoltura per la produzione di cozze per complessivi 2,4 milioni di m² di mare di fronte alla costa di Roseto degli Abruzzi. 

Continua a leggere “Mega impianto di miticoltura al vaglio della Conferenza pesca marittima, il WWF: ‘No all’occupazione selvaggia del mare’”

Principio di precauzione per fauna prevale su interessi venatori. Chiesto al ministro Galletti di limitare la caccia ai periodi fissati dal Tar

La recente ordinanza del Consiglio di Stato, seguita al ricorso al Tar del Wwf Italia contro il calendario venatorio abruzzese, costituisce un precedente importante per la tutela della fauna italiana.

Continua a leggere “Principio di precauzione per fauna prevale su interessi venatori. Chiesto al ministro Galletti di limitare la caccia ai periodi fissati dal Tar”

Dal Gran Sasso Acqua contaminata: mesi per scoprirlo. Ruzzo: ‘Ai cittadini fornita sempre potabile’

Tutto sotto controllo, non c’è nessun pericolo, per anni si sono sentiti ripetere allo stesso modo, le associazioni ambientaliste preoccupate dell’attività dei Laboratori di fisica nucleare sotto il Gran Sasso d’Italia. La storia quasi ripete, fortuna che l’acqua inquinata forse da diclometano non è stata intubata, ma avviata nei serbatoi di potabilizzazione o comunque scaricata. Non è stata né usata né bevuta. C’è un però, per sapere che le acque da captare risultavano contaminate sono dovuti trascorrere 3 mesi e una giusta dose di testardaggine da parte di chi ha voluto vederci chiaro su una nota dell’esecutivo regionale. 

Aggiornamento 1   2    3 e 4 

Copertina Il Mondo alla rovescia 

Continua a leggere “Dal Gran Sasso Acqua contaminata: mesi per scoprirlo. Ruzzo: ‘Ai cittadini fornita sempre potabile’”

Contributi a pioggia per le feste, ma non per coprire i danni dell’Orso bruno marsicano

Il 9 giugno la Regione ha approvato la legge per gli interventi a favore della conservazione dell’Orso Bruno Marsicano stanziando poche migliaia di euro per coprire i danni causati dal plantigrado alle attività rurali d’Abruzzo, così da scongiurare eventuali conflitti. Nonostante gli oltre 4,5 milioni di euro scesi come manna dal cielo per attività culturali e feste, l’ente regione non riesce a recuperare appena 30 mila euro per attuare questa iniziativa legislativa.

Foto copertina Andrea Benvenuti

Continua a leggere “Contributi a pioggia per le feste, ma non per coprire i danni dell’Orso bruno marsicano”

Un fatto eccezionale. Lago di Barrea: prosciugato per l’ultima volta, l’Enel rassicura

Un’ultima volta, poi basta, un fatto eccezionale, ma il prosciugamento delle acque del lago di Barrea ha già creato qualche problemino. Il Wwf Abruzzo chiede al Parco di mettere in agenda questa problematica, ma da oggi in poi, assicura la società elettrica che gestisce la diga, non sarà più necessario il prosciugamento. Siamo certi? 

Continua a leggere “Un fatto eccezionale. Lago di Barrea: prosciugato per l’ultima volta, l’Enel rassicura”

Lago ridotto a pozzanghera per la manutenzione della diga. Il Wwf fa appello a Parco e Regione

Ci sono mari che per l’inquinamento e la forte antropizzazione mutano in laghi e deserti, in Abruzzo poi ci sono laghi ridotti a pozzanghere. Un caso assai raro ed eccezionale? No, per il lago di Barrea è ormai appuntamento fisso. La drastica riduzione del livello dell’acqua per la manutenzione del gestore della diga lascia l’area a secco.

Aggiornamento

Continua a leggere “Lago ridotto a pozzanghera per la manutenzione della diga. Il Wwf fa appello a Parco e Regione”

Renzi conferma un nuovo inceneritore per l’Abruzzo tra gli 8 previsti

È confermato un nuovo inceneritore in Abruzzo, tra gli 8 che si prevede di installare nelle regioni nel decreto del presidente del consiglio dei ministri (Dpcm), del 10 agosto, ieri pubblicato in Gazzetta ufficiale. Gli inceneritori in esercizio in Italia sono 40: la capacità nazionale complessiva di trattamento di questi impianti in esercizio a novembre 2015 è pari a 792 mila 893,77 (Mw) sulla base di 5 milioni 910 mila 099 (t/anno). 

Aggiornamento

Continua a leggere “Renzi conferma un nuovo inceneritore per l’Abruzzo tra gli 8 previsti”

Oltre 50 mila firme contro l’uccisione legale del lupo. Il Wwf chiede alla Regione di ritirare il parere favorevole al Piano di gestione

La petizione del Wwf contro l’uccisione legale dei lupi ha superato oggi le 50 mila firme, così annuncia il delegato del Wwf Abruzzo, Luciano Di Tizio, che ha appena inviato una lettera al presidente della giunta, Luciano D’Alfonso, all’assessore all’agricoltura, Dino Pepe, e al sottosegretario con delega all’ambiente, Mario Mazzocca, per chiedere alla Regione di ritirare il parere favorevole che risulta rilasciato per il Piano nazionale per la conservazione e gestione del lupo in Italia. Per l’associazione del Panda occorre stralciare dal Piano il paragrafo relativo all’applicazione delle deroghe che consentiranno di abbattere legalmente i lupi in Italia.

Foto di copertina Di Marzio

Continua a leggere “Oltre 50 mila firme contro l’uccisione legale del lupo. Il Wwf chiede alla Regione di ritirare il parere favorevole al Piano di gestione”

Bretella autostradale tra Cerchio e Bussi-Popoli. Wwf: ‘Opera inutile e devastante’

Pescara. Il Wwf boccia l’ipotizzata bretella autostradale tra Cerchio e Bussi-Popoli: “Opera inutile e devastante per l’ambiente”.

Continua a leggere “Bretella autostradale tra Cerchio e Bussi-Popoli. Wwf: ‘Opera inutile e devastante’”

Operativi 42 inceneritori in Italia, presto saranno 54. In Abruzzo? Wwf: ‘No grazie’

Una sporca dozzina di inceneritori in più per polverizzare la Penisola. Per il Wwf Abruzzo è una “Scelta illogica e pericolosa – perché –  L’esposizione alle emissioni da incenerimento rifiuti aumenta il rischio di malformazioni congenite e di numerosi tumori maligni” è indicato anche sul sito ufficiale del ministero della salute, ma il governo impone un altro impianto d’incenerimento in Abruzzo dove, sino ad oggi, sono stati i cementifici, spesso e volentieri, a bruciare rifiuti. L’associazione ambientalista non può che rivolgersi alla Regione affinché difenda i cittadini abruzzesi. L’ok dell’ente territoriale all’inceneritore emergerebbe però dal Parere sullo schema di Dpcm (Decreto del presidente consiglio dei ministri) del 29 luglio, redatto dalla segreteria della Conferenza permanente per i rapporti tra Stato e Regioni, recante una ricognizione degli impianti di incenerimento presenti e futuri nel Paese, fa sapere la consigliera regionale M5S, Sara Marcozzi. 

#lasporcadozzina

Continua a leggere “Operativi 42 inceneritori in Italia, presto saranno 54. In Abruzzo? Wwf: ‘No grazie’”