Tag: larino chieti

Esplosione della condotta a Mutignano di Pineto: 18 tecnici a processo

Il processo è fissato a gennaio e sono stati rinviati a giudizio in 18. Gli imputati dovranno rispondere dell’accusa di disastro colposo per l’esplosione della condotta del metano del 6 marzo 2015 a Mutignano di Pineto (Te), tubo che misurava nemmeno la metà di quello del tratto Sulmona/Foligno che sta per essere autorizzato e attraverserà territori dei crateri sismici dei più recenti terremoti e aree a rischio sismico 1, il più alto, la prima è la valle Peligna che, tra le altre, è alle prese anche con la faglia del MorroneContinua a leggere “Esplosione della condotta a Mutignano di Pineto: 18 tecnici a processo”

Necrostoria del Tubo. Metanodotti esplosi per frane, smottamenti, problemi agli impianti e cedimenti

L’anno nero dei metanodotti è stato sicuramente il 2004 con 8 esplosioni, una nel 2014, 3 nel 2015 sino ad arrivare all’incidente recentissimo di metà dicembre in Austria nella hub del gas naturale di Baumgarten, purtroppo una vittima e decine di feriti è l’amaro bilancio dell’esplosione. Sulle cause spesso è difficile fare chiarezza e così siamo ancora appesi al filo per sapere come mai sia esploso, nel 2015 a Mutignano di Pineto (Te), un metanodotto che è quasi la metà del diametro dei tubi che si vogliono interrare in valle Peligna. Nonostante questo, chi ambisce a creare uno snodo europeo del trasporto del metano continua a rassicurare sulle sue strutture che sarebbero sicure. Ieri su Tg3 Abruzzo, edizione delle ore 14, un altro portavoce della multinazionale del gas naturale ha fatto capire, con tono sereno e a modo, che i suoi metanodotti non sono mai esplosi a causa del sisma. I metanodotto in Italia esplodono per molto meno a leggere l’elenco degli incidenti dei gasdotti di questi ultimi anni ricostruito da Report-age.com.

Continua a leggere “Necrostoria del Tubo. Metanodotti esplosi per frane, smottamenti, problemi agli impianti e cedimenti”

Consumi di gas naturale ridotti a metà, ma il metanodotto sarebbe indispensabile

Pescara. I dati sui consumi di gas naturale in Abruzzo e Molise sono quelli ufficiali del ministero dello sviluppo economico. Nell’ultimo decennio la riduzione dei consumi è evidente, dunque non c’è alcuna necessità per il metanodotto Larino Chieti eppure dicono che migliori il servizio. Un servizio che con tutte queste opere in cantiere gli italiani pagheranno caro, in bolletta, nei costi fissi che schizzeranno alle stelle. Opere inutili, ribadiscono gli attivisti che oggi hanno partecipato all’inchiesta pubblica celebrata per la prima volta in Abruzzo a Pescara. In particolare il metanodotto è un progetto del tutto inutile e devastante per le produzioni agricole, per gli ambientalisti abruzzesi bisogna bloccarla.

I liceali bacchettano la Regione, esclusi dall’inchiesta pubblica sul metanodotto Larino Chieti

San Salvo (Ch). Gli studenti hanno bacchettato la Regione sul metanodotto Larino-Chieti: “Organizzare l’inchiesta pubblica di mattina vuol dire escludere i giovani da ogni discussione sul futuro del loro territorio”. L’incontro si terrà infatti alle ore 10, per giunta a Pescara, presso la Delegazione Castellamare in viale Bovio n. 466. Così al liceo scientifico Raffaele Mattioli di San Salvo questa mattina, nell’assemblea Trivelle zero, si è parlato di un futuro senza idrocarburi costruito con le rinnovabili. .

Spostata a Pescara l’inchiesta pubblica sul Metanodotto Larino-Chieti

Pescara. Si riducono le distanze per l’inchiesta pubblica sul gasdotto Larino-Chieti. Tempo permettendo si celebrerà giovedì 28 gennaio nel capoluogo Adriatico e così si darà alle popolazioni dei territori da intubare l’opportunità di essere ascoltati. Dopo le accuse alla Regione di voler tenere a distanza pescaresi e teatini dalla partecipazione all’inchiesta, concessa lo scorso dicembre e da svolgere all’Aquila, a centinaia di chilometri dai luoghi coinvolti dall’opera, complice il mal tempo, ha avuto modo di riparare.

Aggiornamento e Archivio

Continua a leggere “Spostata a Pescara l’inchiesta pubblica sul Metanodotto Larino-Chieti”