Altro studio sismico per la centrale, ancora niente ordinanza per tutelare il tritone

Il tono rassicurante del sì romano al nuovo studio sismico, chiesto alla multinazionale per la centrale di spinta e il metanodotto Snam, non allontana la posa della prima pietra, né il rischio simico, ma solo eventuali reazione pacifiche contro la realizzazione del mostro. Read more

Cattedrali nel Pantano: area del Potabilizzatore inutilizzato ridotta ad una cloaca

Chieti. “La Regione Abruzzo non sembra aver perso il vizio di realizzare opere tanto costose quanto inutili” commenta Sara Marcozzi, consigliere regionale (M5s), considerando il recente progetto delle vasche di laminazione sul fiume Pescara, a margine del sopralluogo di questa mattina nel pantano del potabilizzatore di Chieti Scalo: una cloaca.

Read more

Impianto d’innevamento al Bosco di Sant’Antonio, in area protetta, interviene Salviamo l’Orso

Sulla scorta del mancato ricorso del Parco Maiella contro la decisione di far cadere i vincoli sugli usi civici nel bosco di Sant’Antonio non c’è da meravigliarsi del destino riservato, oggi, a quest’area protetta, guarda caso, in discussione per il criticato progetto d’innevamento artificiale dedicato agli appassionati di sci da fondo. Un turismo invernale non proprio ecocompatibile a differenza di come si è cercato di far passare la proposta nell’incontro tenuto la scorsa fine settimana nell’ambito dell’educational Majella l’altra neve. Messi di fronte al contorto governo del paesaggio, voluto da un dio che conduce alla pazzia, non c’è altro d’attendere se non il messaggero degli dei.

Aggiornamento Read more

Da Sito d’interesse comunitario a Sito d’interesse privato, il Wwf interviene su Punta Aderci e il cementificio

Vasto (Ch). La vicenda del parere positivo dell’ufficio Urbanistico del Comune alla Valutazione di incidenza ambientale (Vinca) sull’impianto di produzione di leganti idraulici (cemento)  della Escal srl (ex Vastocem) merita qualche riflessione che il Wwf condivide con tutti gli abruzzesi.

Archivio

Read more

Niente proroga sulla concessione dell’area alla Cmi energia per la centrale di trattamento

L’Agenzia regionale delle attività produttive non concede alcuna proroga alle Cmi energia nella procedura di assegnazione del lotto tra Atessa e Paglieta, in provincia di Chieti dove la società vorrebbe costruire i suoi impianti. Nel progetto è prevista la realizzazione di una centrale di trattamento di idrocarburi collegata ai pozzi da un gasdotto di oltre 20 km interesserebbe i comuni di Perano, Roccascalegna, Atessa, Pennadomo, Paglieta, Torricella Peligna, Colledimezzo, Altino, Villa Santa Maria, Archi e Bomba. Nella nota inviata al governo regionale, viene chiarito che la prenotazione del sito scadrà il 28 gennaio. Niente favoritismi almeno questa volta, anche perché non manca una manifestazione d’interesse, per la stessa area, già esternata da un’altra azienda che si occupa di logistica. A fine novembre purtroppo il ministero dell’ambiente ha riaperto le procedure per la Valutazione di impatto ambientale della raffineria dove è prevista la perforazione di pozzi per l’estrazione di metano appena a valle della diga del lago di Bomba. La procedura comprende anche la fase d’informazione pubblica e le eventuali osservazioni da presentare entro il 24 gennaio.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Regalino del Mina: riparte la procedura per Estrazione Gas a Bomba. ‘Dubbia imparzialità della P.a.’ Mazzocca organizza le Osservazioni

Centrale Snam. L’Opposizione consiliare intende superare l’Autorizzazione del Consiglio dei Ministri

Sulmona (Aq). L’opposizione annuncia iniziative per superare l’autorizzazione, dell’altro ieri, della centrale di compressione del metano a Case Pente, delibera del consiglio dei ministri che ha indotto il sindaco Annamaria Casini a darw le dimissioni. “Le presunte dimissioni del sindaco Annamaria Casini non sono foriere di buoni auspici per la Città di Sulmona ed appaiono più come il frutto di una spietata e mirata strategia pre-elettorale in vista delle prossime elezioni politiche di cui l’assordante silenzio di gran parte delle forze di maggioranza rappresentate in consiglio comunale è emblema” parole dure dai capigruppo consiliari di minoranza Maurizio Balassone (Sbic), Elisabetta Bianchi (Forza Italia), Antonio Di Rienzo (Partito democratico) e Francesco Perrotta (Sulmona Viva). 

Copertina Maria Trozzi

Read more

Rifiuti pericolosi nel Locale Depuratori dell’ospedale di Avezzano posto sotto sequestro

Avezzano (Aq). Nel locale adibito alla depurazione dell’aria, anche per la sala parto, i Carabinieri Forestali di Avezzano hanno trovato dei rifiuti pericolosi. Per questo il locale dell’ospedale di Avezzano è stato sottoposto a sequestro penale preventivo, su disposizione dell’autorità giudiziaria. 

Foto copertina Carabinieri forestali

Read more

Il Parco Maiella sapeva della presenza dell’orso là dove si Costruirà la Seggiovia

Gamberale (Ch). Resta dunque un mistero quel nulla osta rilasciato dal Parco nazionale della Maiella ad agosto 2015 per realizzare la seggiovia a Gamberale, alla luce del fatto che nell’area è confermata, da tempo, la presenza di un orso munito persino di radiocollare applicato, al plantigrado, almeno 5 mesi prima del rilascio dell’atto con cui lo stesso ente ha dichiarato l’assenza di ostacoli alla costruzione dell’impianto di risalita. Salviamo l’Orso ironicamente ringrazia il Parco della Maiella. A confermare quanto sostenuto dall’associazione ambientalista sono anche le ultime dichiarazioni, verbalizzate davanti al Comitato Via regionale, dal direttore del parco, Oremo Di Nino cui si aggiungono gli avvistamenti recenti dell’orso a Colledimacine e Pizzoferrato (Ch). 

Read more

Impianto rifiuti da ampliare: la famiglia della porta accanto risparmiata per il momento. Ortona tira un sospiro di sollievo

Ortona (Ch). Casa e terreno agricolo sono a due passi davvero dalla piattaforma di stoccaggio e trattamento che la Ecotec intende ampliare portando a 112 tonnellate i rifiuti, pericolosi e non, da stoccare e trattare. Solo per capire, oggi lo stabilimento lavora con 60 mila tonnellate d’immondizie, una inezia rispetto alle mire espansionistiche della società. Il comitato regionale Via anche per questo ha rigettato il progetto del raddoppio.

Read more

Impianto trattamento rifiuti, per la Via occorrono studi approfonditi sull’impatto ambientale

L’Aquila. Occorrono elaborati più approfonditi sull’impatto ambientale dell’impianto progettato ad Aielli (Aq) che la Ekorec snc dovrà fornire se intende continuare l’iter per l’autorizzazione dell’installazione per il trattamento e recupero di rifiuti speciali e urbani (circa 84 mila tonnellate l’anno), non pericolosi, provenienti dalla pulizia (spazzamento) stradale, dalla manutenzione delle caditoie, dall’eliminazione delle sabbie dei depuratori in aggiunta a  pietrisco ferroviario e fanghi. 

Read more

Guasto alla biomasse: un mese di liquidi nauseabondi sulle coltivazioni e nessuno sapeva. Dossier

Lanciano (Ch). Terreni coltivati, vigneti e uliveti che marciscono, forse da più di un mese sommersi da un liquido scuro e maleodorante che ha invaso tutt’attorno la centrale a biomasse. Nell’impianto si produce energia elettrica per l’Enel. Non è difficile sapere chi pagherà per tutto questo: coltivatori diretti e cittadini. L’aspetto delle polizze fideussorie, a quanto dicono, è stato trascurato con i cambiamenti di gestione dell’impianto dovuto alla crisi della compagnia, 6 anni fa, cioè un anno prima che la centrale entrasse in esercizio.

Read more