Tag: impatto

Wwf preoccupato per i progetti in campo sulla Maielletta chiede un incontro a Zazzara

Il  Wwf Abruzzo chiede un incontro  al presidente del parco  della Maiella, Lucio Zazzara, al direttore, Luciano Di Martino, e al rappresentante delle associazioni ambientaliste nel consiglio direttivo. Stefano Raimondi per confrontarsi sul progetto Interventi sulle infrastrutture funzionali alla valorizzazione turistica delle stazioni invernali Passo Lanciano-Mammarosa. Continua a leggere “Wwf preoccupato per i progetti in campo sulla Maielletta chiede un incontro a Zazzara”

Centrale per biogas a Loreto Aprutino è preoccupata anche la Cia

La Confederazione italiana agricoltori Chieti – Pescara è preoccupata per l’impianto per produrre il biometano a Loreto Aprutino(Pe), territorio agricolo di pregio.

Continua a leggere “Centrale per biogas a Loreto Aprutino è preoccupata anche la Cia”

Ad Ortona si dice e si fa: Plastic free per il mare. Domenica tutti in spiaggia a pulire

La campagna  Plastic free  per il mare libero dai rifiuti, come i prodotti di plastica usa e getta, porterà tanti volontari in spiaggia per un’accurata pulizia, domenica dalle ore 10 e per tutta la mattina a Ortona (Ch), a 300 metri Sud dalla stazione ferroviaria di Tollo lato mare.

Continua a leggere “Ad Ortona si dice e si fa: Plastic free per il mare. Domenica tutti in spiaggia a pulire”

Esperimento Luna Mv il Comitato Via vuole approfondire e chiede chiarimenti al Mina

Per realizzare la linea di raffreddamento del nuovo acceleratore saranno necessari 7 litri di acqua al secondo,  così per il progetto Luna Mv, da realizzare ai laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso (Infn), il comitato regionale di Valutazione d’impatto ambientale chiede una Verifica di assoggettabilità (Va) (leggi qui il doc della commissione).

Continua a leggere “Esperimento Luna Mv il Comitato Via vuole approfondire e chiede chiarimenti al Mina”

WWF Abruzzio, ecco le attività e le battaglie del 2018

Provare a riassumere in poche pagine l’impegno di un’associazione ambientalista in una regione come l’Abruzzo é difficile, soprattutto se ad operare, di fatto, sono 4 organizzazioni locali del Wwf (Abruzzo Montano, Chieti-Pescara, Teramo, Zona Frentana e Costa Teatina), coordinate dal delegato regionale, e 6 Oasi (Oasi dei Calanchi di Atri e Oasi affiliata del Fosso Giardino in provincia di Teramo, Oasi del Lago di Penne in provincia di Pescara, Oasi delle Gole del Sagittario in provincia di L’Aquila, Oasi delle Cascate del Rio Verde e Oasi del Lago di Serranella entrambe in provincia di Chieti) con i centri di Educazione all’Ambiente .

Continua a leggere “WWF Abruzzio, ecco le attività e le battaglie del 2018”

Costa dei Trabocchi e via Verde con impianti impattanti e fuori mercato

Vasto (Ch). Wwf e Legambiente hanno depositato le proprie osservazioni in opposizione in cui evidenziano le criticità dell’impianto Ecoexport che dovrebbe prevedere a Punta Penna, a ridosso dell’incantevole spiaggia, sulla via verde, la messa in riserva di rifiuti da incenerire nei cementifici, i famosi Css. Continua a leggere “Costa dei Trabocchi e via Verde con impianti impattanti e fuori mercato”

Dalla ruota in pietra bianca alle ruote d’acciaio rosse della zipline di Pacentro

Pacentro (Aq). Alla ruota in pietra bianca, riproduzione di un’antica macina da frantoio, hanno preferito le ruote d’acciaio della zipline e presto gireranno, anche agli ambientalisti. La vernice rossa spicca su attrezzatura e materiale per realizzare l’impianto che staziona e occupa una parte dell’area del monumento dedicato agli antichi mestieri. Questo è il benvenuto all’ingresso della località montana.

Continua a leggere “Dalla ruota in pietra bianca alle ruote d’acciaio rosse della zipline di Pacentro”

Appennino, ironico diario cinematografico sulla questione di vivere nell’area sismica

Dalla lenta ricostruzione del capoluogo di regione, colpito duramente dal sisma dell’aprile 2009, alle odierne vicissitudini delle comunità colpite dai recenti terremoti, con Appennino, racconto cinematografico di Emiliano Dante, la riflessione è risolutiva per garantire un vero sviluppo all’Abruzzo. La proiezione è programmata alle ore 19 del 2 giugno a Lanciano (Ch) presso il Giardino Dora Manzitti.  Continua a leggere “Appennino, ironico diario cinematografico sulla questione di vivere nell’area sismica”

3 milioni di spari nel mare di S.Maria di Leuca. D’Orsogna lancia l’allarme

L’esplorazione sismica […] può comunque determinare un impatto negativo sulla comunità ittica e le altre specie alieutiche, è scritto nella Valutazione d’impatto ambientale per la Edison 3D e la Petroceltic, sul progetto di ricerca, per mezzo di airgun, che interesserà 300 km² di mare a Santa Maria di Leuca, in Puglia. Dunque è chiaro che l’air gun può nuocere alla fauna ittica e nel suo blog la ricercatrice Maria Rita D’Orsogna, fisico e docente universitario della California State university at Northridge, affronta la questione, calcoli alla mano, del progetto che tradotto significa: 3 milioni di spari nel mare, 24 ore su 24 (H24), con 33 airgun e altri di riserva. Un trambusto di queste dimensioni lascerà sicuramente un segno indelebile fuori e dentro i fondali marini.

Aggiornamento

Continua a leggere “3 milioni di spari nel mare di S.Maria di Leuca. D’Orsogna lancia l’allarme”

Niente proroga sulla concessione dell’area alla Cmi energia per la centrale di trattamento

L’Agenzia regionale delle attività produttive non concede alcuna proroga alle Cmi energia nella procedura di assegnazione del lotto tra Atessa e Paglieta, in provincia di Chieti dove la società vorrebbe costruire i suoi impianti. Nel progetto è prevista la realizzazione di una centrale di trattamento di idrocarburi collegata ai pozzi da un gasdotto di oltre 20 km interesserebbe i comuni di Perano, Roccascalegna, Atessa, Pennadomo, Paglieta, Torricella Peligna, Colledimezzo, Altino, Villa Santa Maria, Archi e Bomba. Nella nota inviata al governo regionale, viene chiarito che la prenotazione del sito scadrà il 28 gennaio. Niente favoritismi almeno questa volta, anche perché non manca una manifestazione d’interesse, per la stessa area, già esternata da un’altra azienda che si occupa di logistica. A fine novembre purtroppo il ministero dell’ambiente ha riaperto le procedure per la Valutazione di impatto ambientale della raffineria dove è prevista la perforazione di pozzi per l’estrazione di metano appena a valle della diga del lago di Bomba. La procedura comprende anche la fase d’informazione pubblica e le eventuali osservazioni da presentare entro il 24 gennaio.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Regalino del Mina: riparte la procedura per Estrazione Gas a Bomba. ‘Dubbia imparzialità della P.a.’ Mazzocca organizza le Osservazioni

Fra 7 giorni a Roma Conferenza di Servizi su Metanodotto e Centrale Snam

Ore 17 del 12 dicembre aula consiliare palazzo San Francesco incontro con il geologo che chiarirà sullo studio sismico della Snam 

Roma. Natale è alle porte e il governo nazionale non può far mancare un bel regalino. Nemmeno i comitati ambientalisti Peligni se l’aspettavano, tanto d’aver fissato un incontro lo stesso giorno del regalino. Nel tardo pomeriggio è stato rinviato l’incontro con il geologo Francesco Aucone, per esporre le sue note critiche alla valutazione del rischio sismico contenute nello Studio d’impatto ambientale (Sia) della Snam di realizzazione di un metanodotto sulla dorsale appenninica e in aree a massimo rischio sismico. Fra 7 giorni è stata convocata la Conferenza di servizi per chiudere definitivamente l’iter autorizzativo del gasdotto Sulmona-Foligno, segmento del progetto del metanodotto e centrale Snam impropriamente definito Rete adriatica. Comuni, enti territoriali e rappresentanti della società si troveranno allo stesso tavola romano per le ore 12 del 14 dicembre.

Altro rinvio della Conferenza: aggiornamento

Continua a leggere “Fra 7 giorni a Roma Conferenza di Servizi su Metanodotto e Centrale Snam”

Cittadini di Cagnano: “Niente cementificio alimentato da Css senza certezze sulla salute”

Cagnano Amiterno (Aq). Da cementificio a inceneritore il passo è breve e spesso è questa la fine che tocca ad impianti come quello di Cagnano dove si vorrebbe sfruttare il Css, combustibile diverso da quello che generalmente si brucia per questo genere di produzione, senza alcun serio chiarimento sui rischi dell’utilizzo di questo prodotto. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Cittadini di Cagnano: “Niente cementificio alimentato da Css senza certezze sulla salute””

Ortona. WWF su deposito Gpl: il neo sindaco si opponga subito al progetto con lettera al Mise

Ortona (Ch). Non mancano sfide d’affrontare e criticità ambientali da superare per la città che da poco ha rinnovato i vertici dell’amministrazione comunale. Alla neo amministrazione il WWF zona frentana e costa teatina chiede subito di esprimersi contro il deposito di Gas di petrolio liquefatti e di farlo inviando una missiva al ministero dello sviluppo economico che presto deciderà sull’impianto.

Continua a leggere “Ortona. WWF su deposito Gpl: il neo sindaco si opponga subito al progetto con lettera al Mise”

La Spiaggia Soffoca tra Costruzioni, Ripascimenti e Pianificazioni Azzardate

Ortona (Ch). I timori del WWF zona Frentana e costa teatina diventano realtà. Una lenta cementificazione colpisce come un cancro la spiaggia che da Postilli porta al Riccio. Più a Sud è area di pregio naturalistico, riconosciuta nel 2007 con l’istituzione del Parco delle dune, quasi un risarcimento, per la parte devastata a Nord, dalla inutile opera viaria che ha contribuito ad indebitare il Comune: la strada Postilli Riccio.

Continua a leggere “La Spiaggia Soffoca tra Costruzioni, Ripascimenti e Pianificazioni Azzardate”