Tag: Guardiagrele (Ch). Barone e Brugneti

Ecoreati: il disegno è legge. Il testo che introduce i delitti ambientali è un ‘disastro’

Roma. E vissero tutti felici e contenti dal Pd a Sel, al Nuovo centro destra, incluso il M5S. Diventano reati l’inquinamento, l’omessa bonifica, l’impedimento dei controlli, con pene fino a 15 anni di reclusione, il disastro ambientale però è punito solo se cagionato abusivamente (articolo 452).

Aggiornamento

Continua a leggere “Ecoreati: il disegno è legge. Il testo che introduce i delitti ambientali è un ‘disastro’”

Discariche Barone e Brugniti. Un fiume di Plastica e l’immondizia che mette le gambe

Torrente Laio Immagine 7.7.2011
Torrente Laio 07.07.2011

Guardiagrele (Ch). Nel cuore dei calanchi l’inespugnabile covo delle giurassiche discariche di colle Barone e Brugniti segnano la rovina del comune di Guardiagrele, dal dopoguerra. Gli immondezzai marchiano orribilmente quell’angolo di paradiso che, a monte dei calanchi, è meno di una fogna che ristagna. La carica contaminante degli immondezzai comunali va davvero oltre, incede silenziosa e infesta la valle non solo perché è finito nel fosso Laio il percolato dei compattatori che un tempo trattavano ogni genere di scarto, da spedire in discarica, ma perché i rifiuti degli immondezzai inattivi hanno messo le gambe. Spinto dalle frane, il pattume avanza lungo quel che resta del letto del corso d’acqua, da Guardiagrele sino a Pennapiedimonte (Ch). Quest’ultima località offre l’unico accesso per bonificare i siti, ma per mettere in sicurezza la strada nel calanco che conduce alle discariche manca persino un progetto. Cominciare a pensare di rimuovere un po’ di rifiuti sul percorso, un tanto alla volta, non sarebbe male anche perché l’inquinamento si allarga a macchia d’olio, le acque del Laio si riversano sul fiume Aventino nei pressi di Casoli (Ch).
Continua a leggere “Discariche Barone e Brugniti. Un fiume di Plastica e l’immondizia che mette le gambe”