Tag: giudici

Sentenza Bussi, con le motivazioni si farebbero passi avanti per la tutela ambientale

Meno di 50 pagine per le motivazioni della sentenza Bussi che secondo l’avvocato di Stato, Cristina Gerardis, farebbero fare un passo avanti. Nella pronuncia della IV sezione penale della suprema corte sarebbe confermata un’estensione dell’applicazione dei reati di disastro ambientale e avvelenamento ad altre ipotesi: l’inquinamento delle acque sotterranee per l’avvelenamento e anche per il disastro ambientale si configurerebbe il delitto nel caso di mancanza di azione, di condotta omissiva o che sminuisce la gravità dei fatti per non allarmare o ancora che falsa i dati allo scopo di non far sapere e tenere sotto silenzio.

Aggiornamento

Continua a leggere “Sentenza Bussi, con le motivazioni si farebbero passi avanti per la tutela ambientale”

Rigettate le 46 domande di risarcimento di Terna. Di Pasquale: ‘La Società dovrebbe chiedere scusa’

Lanciano (Ch). Accade in Abruzzo che ad una multinazionale, per 46 volte e in meno di 2 anni, vengano rigettate per infondatezza le pretese di risarcimento miliardario fatte ai cittadini che hanno cercato di difendere la loro terra. Si è spostata da tempo nelle aule di tribunale la battaglia contro l’elettrodotto Villanova-Gissi che, anni dopo la realizzazione dell’opera, si combatte ancora per chi si oppose strenuamente alle immissioni necessarie ad aprire i cantieri del colosso dell’elettricità per sollevare in cielo decine di tralicci dell’alta tensione. La società ritiene che opponendosi quella gente sia stata responsabile della ritardata attivazione dell’elettrodotto, ma i giudici stanno dando ragione ai proprietari dei terreni. Terna ribadisce che, al fine di acquietare definitivamente la situazione venutasi a creare e ristabilire un clima di serenità e di collaborazione sul territorio, ha da tempo deciso di non proporre nessuna opposizione verso le decisioni emesse dai tribunali di Chieti e di Lanciano per i procedimenti riguardanti i cittadini della zona” scrive in una nota la società.

Al tecnico Antonio Di Pasquale, tra i protagonisti di questa incredibile vicenda, Terna aveva chiesto un risarcimento ultra miliardario e grazie alle più recenti sentenze il tecnico finalmente tira un sospiro di sollievo. Di Pasquale commenta e riporta le decisioni dei 4 giudici impegnati nei procedimenti, a suo carico, attivati dalla multinazionale. Sono 3 anni di traversie e vicissitudini e c’è davvero tanto da dire. La prossima udienza si terrà il 23 aprile quando si discuterà del contestato verbale redatto dai dipendenti Terna, per i fatti dell’8 luglio 2015 in contrada Sant’Onofrio, che riguarderebbe l’immissione nei terreni della famiglia Del Bello con la signora Franca Colanero finita in ospedale a fine giornata. Il dipendente che redasse l’atto è stato rinviato a giudizio e tra 7 giorni finalmente partirà il procedimento.

Continua a leggere “Rigettate le 46 domande di risarcimento di Terna. Di Pasquale: ‘La Società dovrebbe chiedere scusa’”

Tribunali di Sulmona, Avezzano, Vasto e Lanciano: finalmente la proroga

Roma. La decisione del governo di accordare la proroga per altri 2 anni ai tribunali abruzzesi definiti ‘minori’ di Sulmona, Avezzano, nell’aquilano, Vasto e Lanciano, nel teatino, premia le richieste dei territori e di tutti i parlamentari abruzzesi che si sono prodigati per ottenere questo nuovo risultato. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Tribunali di Sulmona, Avezzano, Vasto e Lanciano: finalmente la proroga”

M5S: nuovo emendamento per salvare i tribunali da chiudere

Avezzano (Aq). Un altro emendamento firmato Movimento 5 Stelle per il Documento economia e finanza regionale, sempre per salvare i tribunali abruzzesi scampati alla prima fase della riforma della geografia giudiziaria. 

Aggiornamento

Continua a leggere “M5S: nuovo emendamento per salvare i tribunali da chiudere”

Discarica dei veleni di Bussi. In Cassazione a marzo per i 19 assolti

Bussi (Pe). È fissata dinanzi la prima sezione della Corte di cassazione, il 18 marzo, l’udienza sul processo Bussi. Nel ricorso presentato i pubblici ministeri Maria Rita Mantini e Giuseppe Bellelli analizzano la questione della derubricazione del reato di disastro ambientale, immotivata per i pm. La prescrizione, dunque, per un fatto penalmente rilevante, ma valutato non così grave da essere ancora perseguibile mentre i danni di quella ‘negligenza’ resteranno per secoli.

Continua a leggere “Discarica dei veleni di Bussi. In Cassazione a marzo per i 19 assolti”

Chiesto lo scioglimento del Consiglio regionale dalla Corte dei conti

Ha rilevato gravi inadempienze del governo della Regione in tema di bilancio così i giudici della Corte dei Conti hanno chiesto al presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, di valutare l’ipotesi di scioglimento del consiglio regionale abruzzese e di rimuovere il presidente della giunta Luciano D’Alfonso.  

Nota dei deputati M5S

Continua a leggere “Chiesto lo scioglimento del Consiglio regionale dalla Corte dei conti”

Wwf: “Megalò 2 e 3, colate di cemento accanto al fiume”

Chieti. Contro i devastanti progetti che si vorrebbero realizzare sulle sponde del fiume Pescara e per limitare i danni di quelli messi in cantiere o purtroppo già edificati, passa di nuovo all’attacco il Wwf. Con l’operazione Terre d’oro, condotta dal Corpo forestale dello Stato, stamane sono scattate le manette per 4 persone, ora agli arresti domiciliari ed ad un imprenditore è stata notificato il divieto temporaneo di esercitare imprese. Il blitz di oggi è il frutto di 2 inchieste. Una attiene allo smaltimento illecito di rifiuti speciali, terre e rocce da scavo.  In tutto gli avvisi di garanzia sono 18, sono 7 le società coinvolte. A questa prima inchiesta si lega la seconda che riguarda una presunta corruzione nella realizzazione del centro commerciale Megalò 3 e tra gli indagati c’è anche il sindaco di Chieti Umberto Di Primio. Continua a leggere “Wwf: “Megalò 2 e 3, colate di cemento accanto al fiume””