Tag: geografia

La Faglia Profonda: sotto il Morrone c’è di più. Sull’Appennino si a ricostruzione e scuole sicure

In valle Peligna, sotto il sistema di faglie del Morrone, qualcos’altro scorre e si muove in profondità anche verso la Maiella. Studi affinati in questi ultimi decenni hanno consentito d’individuare un Sovrascorrimento profondo nell’Abruzzo Citeriore che interessa la superficie costiera tra Lanciano e Ortona, (Ch) e verso Ovest, a 15-20 km sotto il massiccio della Maiella, comprende la terrazza di Sulmona a circa 25 km di profondità, nella Conca Peligna.

Aggiornamento 1, 2, 3 4,  5 e 6

Continue reading “La Faglia Profonda: sotto il Morrone c’è di più. Sull’Appennino si a ricostruzione e scuole sicure”

Tribunali, ne resteranno solo 2 dei 4 minacciati. Chiesto un incontro col ministro Orlando

Sulmona (Aq). A quanto si apprende in Abruzzo ne resterebbero soltanto 2 di tribunali, cosiddetti minori, dei 4 che la riforma della geografia giudiziaria minaccia di chiudere, salvati da una proroga che tra 2 anni scade. Lanciano e Vasto, in provincia di Chieti, Sulmona e Avezzano, in provincia dell’Aquila, queste le sfide che si vorrebbero far combattere. E’ troppo presto per attivare persino l’iniziativa per il rinnovo della proroga (magari sino al 2022), chiarisce in assemblea la senatrice Paola Pelino, un tentativo possibile solo con il Mille proroghe del prossimo anno. Intanto, cala dall’alto, un’assurda condanna all’autodistruzione. “Vogliamo essere interlocutori” sottolinea l’avvocato Elisabetta Bianchi e in assemblea, questa mattina, gli avvocati respingono l’impostazione che li vorrebbe responsabili della decisione su quali tribunali abruzzesi salvare dei 4 in bilico.

Continue reading “Tribunali, ne resteranno solo 2 dei 4 minacciati. Chiesto un incontro col ministro Orlando”

Geografia del rischio climatico delle città: Pescara 25° posto

Pescara allagata, foto Maria Trozzi novembre 2013
Pescara allagata, foto Maria Trozzi dicembrte 2013

Pescara. Sono 138 le vittime dei fenomeni metereologici negli ultimi 4 anni in Italia e nella geografia del rischio ne sono stati registrati, di gravi, oltre 112 che, sino ad oggi, hanno provocato pesanti danni al territorio italiano e tantissimi problemi. Questo è il pesante bilancio legato ai cambiamenti climatici: 30 eventi relativi ad allagamenti da piogge intense, 32 i casi di danni alle infrastrutture con 29 giorni di chiusura delle metropolitane e dei treni urbani, 8 casi di danni al patrimonio storico, 20 episodi che interessano trombe d’aria, 25 eventi causati da esondazioni fluviali. La mappa del rischio climatico, realizzata da Legambiente per le città italiane,rivela il disastro. Non ne è immune l’Abruzzo colpito dalle esondazioni fluviali di un anno fa. Era il 2 dicembre 2013 e Pescara subì i danni più gravi. Il capoluogo adriatico nella mappa di Legambiente è al 25esimo posto per la portata dei danni subiti. 
Continue reading “Geografia del rischio climatico delle città: Pescara 25° posto”