Tag: gamberale

Parco Majella, la svolta dalle Salamandre: basta imbarazzi. Ci sia un vertice e di alto profilo

Oggi è Salviamo l’orso (Slo) a chiedere al ministro Costa di nominare, al più presto al vertice del Parco Maiella, persone di alto profilo per evitare altri imbarazzi come quello che vede il sindaco di Gamberale, Maurizio Bucci, opporsi allo stanziamento di 16 mila euro per garantire dei passaggi ai piccoli anfibi, tra cui salamandre e tritoni crestati, sulla strada del bosco.

Continua a leggere “Parco Majella, la svolta dalle Salamandre: basta imbarazzi. Ci sia un vertice e di alto profilo”

Strada del Bosco, attraversamenti? Tradizione vuole che gli anfibi se la cavino da soli

Regione e Provincia di Chieti hanno stanziato 16 mila euro per un attraversamento garantito alla fauna selvatica sulla strada che al confine con la Provincia dell’Aquila, collega la stazione di Palena (Ch) a Gamberale (Ch), nel Parco nazionale della Maiella. Contro la spesa per sottopassi e cartelli si è schierato il sindaco di Gamberale, Maurizio Bucci, a rispondere alla lettera del primo cittadino è il Wwf che sull’utilità dell’intervento fa riferimento anche ad altri Stati dove la permeabilità stradale per gli animali è nella norma.

Continua a leggere “Strada del Bosco, attraversamenti? Tradizione vuole che gli anfibi se la cavino da soli”

Fondovalle Sangro, 3 anni per completare la statale 652

Per il completamento della statale 652 Fondovalle Sangro occorreranno altri 3 anni, oggi sopralluogo mattutino al cantiere, aperto da un anno, del presidente della Regione, Marco Marsilio, accompagnato dal sottosegretario Umberto D’Annuntiis e dall’assessore all’ambiente Nicola Campitelli. Continua a leggere “Fondovalle Sangro, 3 anni per completare la statale 652”

Per non giocarsi la Maiella? Lo storico direttore Cimini prese in gestione le aree sensibili

Sullo scempio in corso a Fonte Romana, habitat prioritario protetto dalla direttiva dell’Unione europea (92/43/CEE Habitat n. 9210 – Faggete appenniniche con tasso e agrifoglio) nel cuore del Parco nazionale della Maiella, interviene uno storico direttore, Nicola Cimini che suggerisce un metodo efficace per evitare danni tanto gravi all’ecosistema forestale del Parco Maiella..

 Aggiornamento 1 e 2

Continua a leggere “Per non giocarsi la Maiella? Lo storico direttore Cimini prese in gestione le aree sensibili”

Blocco parziale dei lavori per l’impianto scioviario, c’è rischio per le falde

Gamberale (Ch). Il Tribunale amministrativo regionale interviene a tutela della sorgente a La forcella di Gamberale con un decreto cautelare di blocco parziale dei lavori per l’impianto scioviario. A settembre la discussione su tutti gli aspetti del ricorso presentato da Salviamo l’orso, Wwf e Lipu che giudicano l’opera impattante per l’ambiente e inutile per il territorio.

Continua a leggere “Blocco parziale dei lavori per l’impianto scioviario, c’è rischio per le falde”

Gamberale, la seggiovia nel cuore della Maiella: attivato ricorso al Tar

Gamberale (Ch). Salviamo l’Orso, Wwf e Lipu incaricano l’avvocato Michele Pezone di predisporre il necessario per un ricorso al Tribunale amministrativo regionale per fermare la realizzazione della seggiovia: “Continuare a cementificare aree importanti per l’orso ignorando i cambiamenti climatici è un inutile spreco di soldi”.

Aggiornamento

Continua a leggere “Gamberale, la seggiovia nel cuore della Maiella: attivato ricorso al Tar”

Il Parco Maiella sapeva della presenza dell’orso là dove si Costruirà la Seggiovia

Gamberale (Ch). Resta dunque un mistero quel nulla osta rilasciato dal Parco nazionale della Maiella ad agosto 2015 per realizzare la seggiovia a Gamberale, alla luce del fatto che nell’area è confermata, da tempo, la presenza di un orso munito persino di radiocollare applicato, al plantigrado, almeno 5 mesi prima del rilascio dell’atto con cui lo stesso ente ha dichiarato l’assenza di ostacoli alla costruzione dell’impianto di risalita. Salviamo l’Orso ironicamente ringrazia il Parco della Maiella. A confermare quanto sostenuto dall’associazione ambientalista sono anche le ultime dichiarazioni, verbalizzate davanti al Comitato Via regionale, dal direttore del parco, Oremo Di Nino cui si aggiungono gli avvistamenti recenti dell’orso a Colledimacine e Pizzoferrato (Ch). 

Continua a leggere “Il Parco Maiella sapeva della presenza dell’orso là dove si Costruirà la Seggiovia”

Nuova Seggiovia di Gamberale al Via e l’Orso Bruno Marsicano dove si mette!

Gamberale (Ch). Il progetto di nuova seggiovia approda al Comitato regionale di valutazione, Wwf e Salviamo l’orso ne chiedono la bocciatura nel rispetto dell’ambiente e delle specie protette, più che mai in un Parco nazionale. Le 2 associazioni hanno incaricato uno studio legale di seguire la pratica.

Aggiornamento 1 e  2

Continua a leggere “Nuova Seggiovia di Gamberale al Via e l’Orso Bruno Marsicano dove si mette!”

Orso ghiotto di miele riconquista l’area destinata alla seggiovia di Gamberale

Gamberale (Ch). Nulla osta per l’orso bruno marsicano che al pesce imposto dal comune preferisce il miele di Colledimacine e così si fa vivo danneggiando le arnie dell’azienda Glam, ricordando al Parco nazionale della Maiella e all’amministrazione comunale che non c’è proprio posto per una nuova seggiovia. Il via libera alla costruzione va ritirato, l’orso ha più di un motivo per frequentare quei territori comunali, areale che si vorrebbero occupare con un impianto di risalita.

Aggiornamento

Continua a leggere “Orso ghiotto di miele riconquista l’area destinata alla seggiovia di Gamberale”

Sul famigerato Nulla Osta per la seggiovia di Gamberale il Parco Maiella non risponde nemmeno al Ministero ambiente

Pescara. Non risponde ai cittadini, nemmeno alle associazioni, soprattutto non risponde al ministero dell’ambiente che, in diverse occasioni, ha chiesto risposte al direttore, Oremo Di Nino, e al presidente del Parco nazionale della Maiella, Franco Iezzi, sull’incredibile nulla osta rilasciato dall’ente parco, nel  2015, per la realizzazione di una nuova seggiovia a Gamberale, in un’area protetta, ignorando completamente la presenza dell’Orso bruno marsicano, beffandosi dei vincoli e del principio di precauzione che, in particolare, gli enti a protezione della natura sono chiamati a rispettare. E non finisce qui, spiega l’associazione Salviamo l’Orso, che il nuovo impianto di risalita dovrebbe sostituire un vecchio skylift arrugginito, abbandonato da oltre 15 anni, di un’attività che risultò fallimentare e che oggi si vorrebbe smantellare a spese dei cittadini. 

Continua a leggere “Sul famigerato Nulla Osta per la seggiovia di Gamberale il Parco Maiella non risponde nemmeno al Ministero ambiente”