Caccia. Ferito un bimbo. La procura di Ancona apre un fascicolo per Lesioni colpose

Si è salvato per miracolo il bambino di 9 anni, ad Osimo (An), colpito da un proiettile per fucile durante una battuta di caccia nelle campagne di Passatempo. Rimasto ferito al volto e al collo dai piombini, il piccolo è in prognosi riservata alla rianimazione dell’ospedale di Ancona. Read more

Processo per l’Orso ammazzato, giovedì i testimoni della difesa

Sulmona (Aq).

Nuova udienza giovedì del procedimento penale in corso davanti al tribunale di Sulmona a carico del 64enne di Pettorano sul Gizio accusato di aver sparato a settembre 2014 a un orso bruno marsicano causandone la morte. Il Wwf è parte civile in questo processo.

Finora ci sono state 2 udienze istruttorie il 14 novembre scorso sono stati ascoltati 3 testimoni citati dall’accusa: due carabinieri forestali e la figlia dell’imputato. Il 12 dicembre poi sono stati sentiti Rosario Fico, responsabile del Centro di medicina veterinaria forense di Grosseto, che ha riferito gli editi dell’autopsia effettuata sul corpo dell’orso e il perito balistico, Paride Minervini, consulente per il Wwf e la Lav che ha portato ulteriori elementi all’attenzione del giudice. Nell’udienza del 25 gennaio saranno ascoltati i testimoni della difesa. Si dovrebbe passare quindi alla discussione, nella quale l’avvocato dell’associazione del panda, Michele Pezone, illustrerà in dettaglio la posizione del Wwf chiarendone il punto di vista su questa vicenda. Nella stessa giornata potrebbe essere pronunciata pure la sentenza. Non è tuttavia da escludere che ci sia bisogno, per completare il processo, di una ulteriore udienza.”Come abbiamo già avuto modo di dichiarare in altre occasioni siamo certamente soddisfatti della gestione rapida della vicenda giudiziaria, visto che si arriverà alla sentenza a pochi mesi dalla data di apertura del processo, e restiamo saldi nel convincimento che verrà fatta giustizia”

commenta Pezone

.

L’orso marsicano (Ursus arctos marsicanus Altobello, 1921) è una sottospecie unica al mondo e preziosissima per la biodiversità, che sopravvive con appena una cinquantina di individui concentrati prevalentemente in Abruzzo (in piccola parte in Lazio, Molise e Marche). Un numero molto basso che porta la sottospecie sull’orlo dell’estinzione e rende necessarie e indispensabili eccezionali misure di protezione. In casi estremi, come quello in esame, anche a livello giudiziario.

mariatrozzi77@gmail.com

Orso ucciso a Pettorano: Spararono 2 volte. Ascoltati i Consulenti di Parte Civile

Sulmona (Aq). Sono stati ascoltati stamane i consulenti delle parti civili, gli elementi emersi rafforzano ulteriormente il quadro indiziario, afferma l’avvocato di Wwf e Salviamo l’Orso, Michele Pezone. L’udienza proseguirà il 25 gennaio per ascoltare i testimoni della difesa e forse anche per la discussione finale del procedimento penale a carico dell’operaio 61 enne accusato di uccisione di animali di specie protetta, (articolo 544 bis del Codice penale) reato che prevede la pena massima di 2 anni di carcere. Il caso risale al 12 settembre 2014.

Aggiornamento 1 e 2

Read more

Al banco dei testimoni, la figlia dell’operaio che sparò: il pollaio distrutto con animali nuovi ammazzati dall’orso

Sulmona (Aq). Il giudice, Marco Billi, rigetta le eccezioni dell’avvocato della difesa, Francesco Zurlo, sulla costituzione di parte civile delle associazioni ambientaliste, portatrici di interessi diffusi, sottolinea al giudice il legale, appena prima Michele Pezone, avvocato di Wwf e Salviamo l’orso, due delle 7 associazioni ambientaliste (Lav, Lac, earth, Pnalm e Pro Natura) costituitesi parte civile, subito ha replicato che c’è una consolidata giurisprudenza sulla costituzione di parte civile delle associazioni in un procedimento penale. Il giudice monocratico ammette la costituzione e anche le prove articolate delle parti civili. Wwf e Salviamo l’orso hanno chiesto un supplemento di consulenza sulla perizia balistica, elemento che si ritiene fondamentale per desumere la responsabilità dell’impuntato e la dolosità del fatto, è stata ammessa la lista dei testi della difesa. 

Mattino, prima parte

Read more

Parte il Processo per l’uccisione dell’Orso di Pettorano sul Gizio

Sulmona (Aq). Martedì si terrà la prima udienza del processo per l’uccisione, nel 2014 a Pettorano sul Gizio, di un Orso marsicano che fu ribattezzato Biangio proprio in riferimento alla contrada in cui finì la sua disperata ricerca di cibo, agonizzante. Lì venne trovato da un passante che ne filmò gli ultimi attimi di via e che per le immagini chiese persino del denaro. Il plantigrade fu colpito alle spalle da un operaio che lo colpì con un fucile a pallettoni. L’associazione Salviamo l’orso annuncia che si costituirà parte civile nel dibattimento, anche il Wwf ad ottobre 2014 annunciò di costituirsi parte civile nel procedimento contro il presunto responsabile che in questo caso ha confessato di aver ucciso il polantigrade.

Aggiornamento 1  2 3, e 4

Read more

Arsenale nel garage e un silenziatore, quinto sequestro in 3 mesi. TRaffico d’armi dai Balcani

Pescara. Armi e droga viaggiano a braccetto un connubio fruttuoso nel mercato nero del capoluogo adriatico. A svelare i retroscena sono i Carabinieri che ieri hanno arrestato, nella flagranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, illegale di armi comuni da sparo e ricettazione E. D.E. 50enne, di San Giovanni Teatino (Ch) in zona Dragonara, con diverse segnalazioni di polizia per detenzione di armi, ufficialmente impegnato a reclutare manodopera per le agenzie funebri.

Aggiornamento

Read more

Blitz a Rancitelli: altre armi e munizioni, così come 20 giorni fa

Pescara. Blitz al Ferro di cavallo, ieri mattina in via Tavo del quartiere Rancitelli, nelle case popolari Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile hanno trovato armi e munizione, così come nei controlli della stessa area eseguiti alcuni giorni fa.

Aggiornamento 1, 2 e 3

Read more

Agguato al brigadiere di Magliano: motivi passionali. Un arresto a Borgorose (Ri)

Carabinieri Sequestro armi e colpi Report-age.com 2016Tagliacozzo (Aq). I Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo questa mattina hanno arrestato a Borgorose (Rieti), nella sua abitazione, Daniele Luce 28 anni con precedenti per reati in materia di armi, accusato di essere autore dell’agguato a Raimondo Di Lorenzo 61enne, brigadiere dei carabinieri in congedo. Motivi passionali sarebbero all’origine del gesto.

Read more

Sorpreso con un fucile ad aria compressa in auto: arrestato dai Carabinieri

Scurcola Marsicana (Aq). I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Tagliacozzo, insieme a quelli della Stazione di Scurcola Marsicana, hanno arrestato ieri sera un uomo con l’accusa di porto abusivo di armi.

Read more

Orsi confidenti. Dalla Parte dell’Orso: “Estendere la responsabilità del Parco oltre i confini”

Pettorano sul Gizio. Ciò che successo a settembre tra Pettorano sul Gizio e Roccapia ha dell’incredibile. Sembra proprio che gli orsi confidenti si siano orientati, da quelle parti, per un percorso che frena il languore allo stomaco, all’ora di cena, per una sentiero appetitoso che però può rivelarsi pieno d’insidie e pericoli, non solo per l’orso. Una strada dell’orso che purtroppo non è una inclusa nella fascia di protezione esterna del parco e così l’associazione Dalla Parte dell’Orso chiede Al Parco Majella Morrone misure di prevenzione e di risarcimento danni, causati dall’orso, anche in quelle aree dove l’ente per il momento non ha alcuna responsabilità come il territorio compreso fra Pettorano e Roccapia. Dopo ‘evento eccezionale che la scorsa estate ha portato all’uccisione di un orso e a messo in subbuglio intere località montane per la presenza di più ordìsi confidenti, l’associazione Dalla Parte dell’Orso chiede alle autorità del parco di garantire la conservazione degli orsi intervenendo sulla mitigazione dei conflitti.
Read more

Arrestati bracconieri. Carrara: “Pnalm si costituirà parte civile nel processo contro i 2”

Pnalm bosco Report-age.com 2014Pescasseroli (Aq). Il Presidente del Parco, Antonio Carrara, ha espresso soddisfazione e ha annunciato che il Parco si costituirà parte civile nel processo a carico dei bracconieri, per chiederne una punizione esemplare, arrestati nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Read more

Orso morto a Pettorano: trovato un proiettile nell’intestino

Pettorano sul Gizio (Aq). L’orso è stato ucciso a fucilate la notte precedente al ritrovamento perché nell’intestino del plantigrado hanno recuperato un pallettone. L’animale, trovato agonizzante il 12 settembre2014, è morto appena dopo su un sentiero che costeggia l’alto fiume Gizio.

Aggiornamento 1 e 2

Read more