Tag: forestale

La Riserva Monte Velino si rifà il look: reintroduzione del Camoscio e nuova stazione Meteomont

Reintroduzione del Camoscio d’Abruzzo e Nuova stazione Meteomont sono queste le prime importanti novità  della Riserva statale monte Velino e non si trascura l’esigenza di protezione e gestione da soddisfare in quest’area attraverso interventi che migliorino la naturalità e lo stato di conservazione degli ecosistemi e delle specie selvatiche garantendo, al contempo, la fruizione dei luoghi agli escursionisti e agli allevatori nel rispetto della disciplina. Continua a leggere “La Riserva Monte Velino si rifà il look: reintroduzione del Camoscio e nuova stazione Meteomont”

La protezione dei valori ecologici di Petriccione. La Verità sulla Nascita del Parco d’Abruzzo

Domenica 18 agosto alle ore 17.30 a Pescocostanzo (Aq), nell’auditorium San Nicola, presentazione del nuovo libro di Bruno Petriccione a cura del Touring club italiano. Continua a leggere “La protezione dei valori ecologici di Petriccione. La Verità sulla Nascita del Parco d’Abruzzo”

Rifiuti pericolosi in Molise abbandonati lungo il fiume Trigno

Campobasso. Eternit e pezzi di cemento abbandonati nel Comune di Petacciato, sul caso indagano i Carabinieri forestali.

Dossier Se la Mafia c’è nell’isola che non c’è

Continua a leggere “Rifiuti pericolosi in Molise abbandonati lungo il fiume Trigno”

Giovedì nelle riserve Intramonti e Velino per conoscere la biodiversità autunnale

Il 18 ottobre nelle riserve naturali Feudo intramonti e Monte Velino sarà possibile conoscere la biodiversità delle foreste in veste autunnale, a partire dalle ore 9.30 e fino alle 16, i Centri visite delle riserve orientate di Magliano de’ Marsi e Civitella Alfedena sono aperte a ForestAmica e al progetto nazionale di educazione ambientale Il mondo visto con gli occhi di un albero, iniziative che si svolgono giovedì in tutta Italia nelle 129 Riserve naturali gestite dai Carabinieri forestali. Continua a leggere “Giovedì nelle riserve Intramonti e Velino per conoscere la biodiversità autunnale”

Morte Guido Conti. L’ultimo respiro del Comandante e gli occhi verso la sua Sulmona

Pacentro (Aq). La Smart grigia perfettamente parcheggiata, preciso come solo lui poteva. L’auto vista lì già dalle ore 16, immortalata anche dopo, passate le 17, stesso punto, al margine di un canale dove dentro c’è tanta di quella immondizia da rendere la situazione ancora meno sopportabile. É morto a pochi metri da una discarica abusiva, una delle tante ferite inflitte alla montagna sacra di papa Celestino V, il monte Morrone, bruciato per una ventina di giorni tra agosto e settembre. Non è un caso, la scelta di quel posto, per Guido Conti,  generale dei Carabinieri forestali,  in congedo.

Aggiornamento

Continua a leggere “Morte Guido Conti. L’ultimo respiro del Comandante e gli occhi verso la sua Sulmona”

Al banco dei testimoni, la figlia dell’operaio che sparò: il pollaio distrutto con animali nuovi ammazzati dall’orso

Sulmona (Aq). Il giudice, Marco Billi, rigetta le eccezioni dell’avvocato della difesa, Francesco Zurlo, sulla costituzione di parte civile delle associazioni ambientaliste, portatrici di interessi diffusi, sottolinea al giudice il legale, appena prima Michele Pezone, avvocato di Wwf e Salviamo l’orso, due delle 7 associazioni ambientaliste (Lav, Lac, earth, Pnalm e Pro Natura) costituitesi parte civile, subito ha replicato che c’è una consolidata giurisprudenza sulla costituzione di parte civile delle associazioni in un procedimento penale. Il giudice monocratico ammette la costituzione e anche le prove articolate delle parti civili. Wwf e Salviamo l’orso hanno chiesto un supplemento di consulenza sulla perizia balistica, elemento che si ritiene fondamentale per desumere la responsabilità dell’impuntato e la dolosità del fatto, è stata ammessa la lista dei testi della difesa. 

Mattino, prima parte

Continua a leggere “Al banco dei testimoni, la figlia dell’operaio che sparò: il pollaio distrutto con animali nuovi ammazzati dall’orso”

Convegno al Senato pro Forestale 

Il convegno è fissato il 27 ottobre alle ore 15 nella sala Isma del Senato, in diretta screaming, per portare avanti l’iniziativa pro Forestale del comitato Foresta foresta a sostegno del patrimonio di competenza e sensibilità esprimibile col neologismo Forestalità ‘ in difesa del retaggio storico della nostra patria del diritto rispetto alla riforma Madia:

  • incostituzionalità della Legge 124/15 e relativo parere del Consiglio di Stato, in base all’ordinanze del Tar di Pescara;
  • incostituzionalità nell’introduzione dell’art 237 del Tuom nel DLgs 177/16, in base all’ordinanza della Procura di Bari; 
  • dichiarata ammissibilità di tutti i ricorsi alla Corte europea Diritti umani avverso il DLgs 177/16 con richiesta d’intervento pilota.

Il comitato fa riferimento “all’omissiva relazione della Ragioneria di Stato (oggetto di esposti alla Corte dei Conti). Ad un anomalo iter procedurale del DLgs  dall’approvazione in Consiglio dei ministri alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale (benché non si possa che darne testimonianza) – ancora – la militarizzazione coatta del personale femminile, anche tecnico e amministrativo in tempo di pace (benchè non abbia rilevanza giuridica)”.

Incendio a Forca Caruso, ora, sul versante marsicano

Collarmele (Aq). In sequenza 2 immagini dell’incendio che si sta consumando in questo momento (ore 19) a Forca Caruso. Pochi i soccorsi, l’accorpamento della Forestale all’Arma dei Carabinieri si fa sempre più sentire tra gli Appennini abruzzesi che in questi giorni ‘fumano’ e stanno diventando proprio un inferno. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Incendio a Forca Caruso, ora, sul versante marsicano”

Spegnimento incendi. Al volontariato i fuoristrada antincendio della Forestale

La giunta regionale ha potenziato le attività di spegnimento incendi delle organizzazioni di volontariato di Protezione civile assegnando i mezzi dotati di moduli antincendio, già nella disponibilità della Forestale e dunque regionali, alle associazioni in comodato d’uso gratuito. 

Continua a leggere “Spegnimento incendi. Al volontariato i fuoristrada antincendio della Forestale”

Bio Blitz Gran Sasso alla scoperta della biodiversità

Si comincia alle ore 8 con il monitoraggio e l’inanellamento dell’avifauna in alta quota, 2 ore dopo si parte per il censimento e il rilevamento della vegetazione, giochi per tutti e a lezione di insetti e piante d’alta quota. Tanto altro ancora con il BioBlitz che prenderà corpo dal giardino Alpino di Campo Imperatore, a 2.120 metri sul livello del mare. Per partecipare all’evento del 20 luglio informazioni e prenotazioni sono disponibili presso il Reparto Carabinieri biodiversità dell’Aquila, tel. 0862428990 email: utb.laquila@forestale.carabinieri.it

Continua a leggere “Bio Blitz Gran Sasso alla scoperta della biodiversità”

Biodiversità in azione sull’Appennino, educazione ambientale con i Carabinieri Forestali

L’Aquila. A segnare il passo sui giganti d’Abruzzo, il Gran Sasso e la Maiella, saranno i Carabinieri Forestali per la nuova iniziativa di educazione ambientale Biodiversità in azione sull’Appennino promossa con l’università del Molise e  il patrocinio del Consiglio nazionale delle ricerche. Si partirà il 20 luglio proprio dal Gran Sasso.

Aggiornamento

Continua a leggere “Biodiversità in azione sull’Appennino, educazione ambientale con i Carabinieri Forestali”

Prevenzione non è Emergenza! Incendi e Dissesto Idrogeologico: all’origine del problema

Dei quattro, due sono gli elementi che più preoccupano e minacciano: acqua e fuoco. Cecità, sordità e interessi di bottega inceneriscono risorse e speranze che franano nelle voragini del dissesto, non solo idrogeologico, dei bilanci regionali. Prevenzione confusa con emergenza ed è impossibile districarsi per arrivare al cuore del problema: le foreste demaniali da decenni abbandonate e lo smantellamento delle ex aziende statali che le curavano e le custodivano gelosamente.

Aggiornamento

Continua a leggere “Prevenzione non è Emergenza! Incendi e Dissesto Idrogeologico: all’origine del problema”

Chiusura caccia: la strage nel silenzio. Abruzzo maglia nera del 2016

Un mix davvero micidiale, così bracconaggio, deroghe e scarsi controlli tingono di nero la maglia per l’Abruzzo che con altre 4 regioni italiane condivide la vergogna perché protegge certi interessi e non le specie, merito di leggi pro doppiette e calendari con appuntamenti fissi per provetti bracconieri.

Continua a leggere “Chiusura caccia: la strage nel silenzio. Abruzzo maglia nera del 2016”