WWF Abruzzio, ecco le attività e le battaglie del 2018

Provare a riassumere in poche pagine l’impegno di un’associazione ambientalista in una regione come l’Abruzzo é difficile, soprattutto se ad operare, di fatto, sono 4 organizzazioni locali del Wwf (Abruzzo Montano, Chieti-Pescara, Teramo, Zona Frentana e Costa Teatina), coordinate dal delegato regionale, e 6 Oasi (Oasi dei Calanchi di Atri e Oasi affiliata del Fosso Giardino in provincia di Teramo, Oasi del Lago di Penne in provincia di Pescara, Oasi delle Gole del Sagittario in provincia di L’Aquila, Oasi delle Cascate del Rio Verde e Oasi del Lago di Serranella entrambe in provincia di Chieti) con i centri di Educazione all’Ambiente .

Read more

A Dispetto del Parere Negativo Riapre il Cantiere di Megalò 2

Chieti. Lavori in corso nell’area di Megalò 2, a dispetto del parere negativo espresso dal Comitato regionale per la valutazione d’impatto ambientale (comitato Via). “Lavori che, in queste condizioni, sono da ritenere del tutto illegittimi” è l’opinione di Wwf, Confcommercio, Confesercenti e Cna che continuano con le loro iniziative a difesa dell’ambiente e dell’economia del territorio.  Read more

Sentenza Bussi, con le motivazioni si farebbero passi avanti per la tutela ambientale

Meno di 50 pagine per le motivazioni della sentenza Bussi che secondo l’avvocato di Stato, Cristina Gerardis, farebbero fare un passo avanti. Nella pronuncia della IV sezione penale della suprema corte sarebbe confermata un’estensione dell’applicazione dei reati di disastro ambientale e avvelenamento ad altre ipotesi: l’inquinamento delle acque sotterranee per l’avvelenamento e anche per il disastro ambientale si configurerebbe il delitto nel caso di mancanza di azione, di condotta omissiva o che sminuisce la gravità dei fatti per non allarmare o ancora che falsa i dati allo scopo di non far sapere e tenere sotto silenzio.

Aggiornamento

Read more

Cattedrali nel Pantano: area del Potabilizzatore inutilizzato ridotta ad una cloaca

Chieti. “La Regione Abruzzo non sembra aver perso il vizio di realizzare opere tanto costose quanto inutili” commenta Sara Marcozzi, consigliere regionale (M5s), considerando il recente progetto delle vasche di laminazione sul fiume Pescara, a margine del sopralluogo di questa mattina nel pantano del potabilizzatore di Chieti Scalo: una cloaca.

Read more

Processo discarica Montedison a Bussi. Sciopero dei difensori, ma prescrizione sospesa

Roma. Lo avevamo anticipato ieri cercando di scongiurare lo sciopero degli avvocati, ma è stato inutile. L’udienza è stata rinviata per l’astensione della categoria in protesta, ma non scatterà per questo la prescrizione dei reati, meno di un mese, per i quali sono stati condannati i 19 imputati del processo sulla mega discarica Montedison a Bussi sul Tirino.  Read more

Comitato Via conferma il giudizio che boccia il progetto Megalò 2

L’Aquila. Resta valida la bocciatura del progetto Megalò 2. Lo ribadisce oggi il Comitato di Valutazione d’impatto ambientale della Regione Abruzzo che con un parere meramente confermativo mantiene la validità del giudizio (2775) espresso il 27 marzo: “Rigetto d’istanza di proroga del Via 1925/2012”. 

Read more

Critiche al Desorbimento dei Veleni di Edison: Vaniloquio che fa Perdere Tempo

“Un fuoco di fila preventivo contro la tecnica, proposta da Edison” così Giovanni Damiani, già direttore tecnico dell’Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta), commenta le critiche al singolare sistema di bonifica del Sito d’interesse nazionale (Sin) di Bussi sul Tirino proposto per la discarica dei veleni. Si chiama desorbimento termico e a proporlo per l’area Tre Monti è Edison. In breve, si perdere tempo a criticare ciò che non si conosce mentre sarebbe stato utile verificare subito l’efficacia della tecnica proposta dal colosso chimico che non piace naturalmente a chi di queste cose capisce niente eppure non perde occasione per parlare. 

Read more

Wwf domani nella riunione della Commissione Via ribadirà la contrarietà al Megalò2

Chieti. Il Wwf Chieti-Pescara sarà domani all’Aquila nella riunione del Comitato Via regionale per confermare la propria contrarietà alla realizzazione degli edifici conosciuti come Megalò2.

Read more

Megalò 2, presidio di protesta sull’apertura dei cantieri

Chieti. Non deve essere costruito se si pretende il rispetto delle leggi e del buon senso. “Il nuovo centro commerciale cosiddetto Megalò2 non ha l’autorizzazione del Comitato di valutazione ambientale della Regione e non ha affatto superato, allo stato attuale, le criticità idrauliche preesistenti in assenza delle valutazioni post-opera delle autorità competenti -dichiarano gli ambientalisti oggi in presidio a Chieti Scalo – È impensabile che Regione, Provincia, Comuni, magistratura e forze dell’ordine possano consentire questa ulteriore cementificazione, palesemente priva delle necessarie autorizzazioni, senza un deciso intervento di stop. In ogni caso le associazioni di categoria, gli ambientalisti e quanti altri vogliano partecipare, ben consapevoli del danno ambientale ed economico che si sta minacciando per un territorio già duramente colpito, continueranno in ogni sede la loro legittima battaglia in difesa degli interessi della collettività e chiedono alle sutorità, ad ogni livello, di attivarsi per impedire ulteriori scempi” concludono Wwf, Legambiente, Cna, Confesercenti, Confcommercio, Aniac, Upa, Claai, Una Claai, Italia nostra, Chieti nuova 3 febbraio, Ecoistituto Abruzzo, Mila donnambiente, Le majellane, Acqua e beni Comuni Chieti.

Per Megalò 2, la Proroga è Impossibile. Wwf, Cna e Confesercenti: i Lavori Non Devono Partire

Chieti. Il Wwf Chieti-Pescara, insieme a Cna e Confesercenti, ha inviato un atto di significazione e diffida ai sindaci di Chieti e Cepagatti e alla Sile Costruzioni srl. Sulla comunicazione d’inizio lavori data dalla Sile le 3 organizzazioni notano comenon è indicato il parere 2775 del Comitato Via del 23 marzo d’improcedibilità dell’istanza di proroga per la realizzazione delle opere relative a Megalò 2”. 

Read more

Inquinamento e bonifica a Piano D’Orta: 10 anni intempestivi

Il presidente della Provincia, Antonio Di Marco, parla di tempestività degli interventi sulle aree inquinate di Piano D’Orta e le sue dichiarazioni stupiscono Sara Marcozzi, consigliere regionale del Movimento 5 stelle: ” Non il M5S, ma i documenti ufficiali testimoniano che a distanza di 10 anni, dall’Istituzione del Sito di interesse nazionale per la bonifica (Sin), in particolare sul sito di Piano d’Orta, non si è nemmeno proceduti alle opere di messa in sicurezza in emergenza. “Forse il presidente Di Marco vive in una realtà parallela” commenta la consigliera pentastellata. 

Read more

Costruire a ridosso del fiume Pescara: Megalò2, Tar decide dopo l’Estate

Chieti. Il Tribunale amministrativo regionale si pronuncerà dopo l’Estate sulla richiesta di sospensiva avanzata da Sile costruzioni Srl, socio unico di Barzana (Bg), titolare del progetto Megalò 2. L’area in cui è sorto il centro commerciale è a rischio in caso sdi esondazione del fiume Pescara, eppure si continua a progettare di costruire nell’ex bacino naturale di raccolta

Read more

Vasche di laminazione del fiume Pescara: impedire nuova colata di cemento

Pescara. Sono 54 milioni e 800 mila euro assegnati all’Abruzzo per opere di sicurezza idraulica e destinati, dalla Regione, per la realizzazione di 5 vasche di laminazione tra Manoppello (Pe), Rosciano (Pe), Cepagatti e Chieti. Piovono critiche sul progetto, dai consiglieri regionali del Movimento 5 stelle al WWF Chieti Pescara, contrari all’impresa. Il loro effetto, persino nelle previsioni teoriche, sarebbe infatti del tutto insignificante in caso di piena e non darebbe alcuna certezza sulla salvaguardia di Pescara e degli altri centri abitati lungo il corso del fiume, scrive il Consiglio superiore dei lavori pubblici il 27 gennaio dopo l’esame del progetto e con un parere non vincolante.

Aggiornamento

Read more

Popoli. Danni alla centrale ferma dopo il sisma. Torna lo spettacolo della cascata

Popoli (Pe). Il terremoto del 24 agosto non ha risparmiato la centrale elettrica del Comune di Popoli, dalla quale l’amministrazione trae il necessario per finanziare e sostenere decine di attività, circa 300 mila euro l’anno a rischio. Un altro danno per Popoli in quella terribile notte, oltre ai giunti saltati in autostrada a due passi dall’impianto che corre su una temibile faglia. Il risvolto positivo? Uno spettacolo d’acqua che va in scena in questi giorni e a tutte le ore. Incredibile e da non perdere la scrosciante scena che attira decine di turisti e curiosi. 

Read more